Una bottega gastronomica che non esitiamo a definire eccezionale, nel senso letterale del termine.

Da qualche mese, in questo tranquillo angolo di Milano si è aperto un décor di sobrietà nipponica, che ospita i frutti del certosino lavoro di ricerca di Gabriele Ornati, impegnato quotidianamente a individuare e valorizzare tesori della gastronomia mondiale.

Se siete appassionati di cioccolata, resterete mezz’ora a studiare la selezione di barrette di produttori di nicchia (dal nostro Colzani ad Åkessons, da Marou a Cacaosuyo, per citarne solo alcuni) di cui Gabriele vi descriverà, con garbo che non riesce a mascherare l’entusiasmo, caratteristiche, profumi, consistenza.
Lo stesso vale per ogni cosa che troverete in questa bottega delle delizie: i tè, tra i quali spicca la bella selezione di Ippodo, le marmellate, le spezie, i formaggi, gli oli, i vini (selezione piccola ma di pregio) i biscotti, la pasta secca e fresca, e potremmo continuare a lungo.

L’attività di selezione di “chicche” è continua e va lodata: vi ha incuriosito un giovane fornaio che ha appena aperto in città? Ci sono buone chance che da Terroir sia già proposta una selezione dei suoi pani.
La scelta del pricing pare molto meditata: per chi, come noi, passa spesso serate intere a cercare questi prodotti in siti specializzati della rete, non mancano sorprese nell’accorgersi che spesso da queste parti si propongono prezzi più bassi.

Un posizionamento così di nicchia è una scommessa: noi, come si è capito, la lodiamo e speriamo che sia vincente.

La Galleria Fotografica:

A proposito dell'autore

Roberto Bellomo

Ingegnere, con la coerenza che gli è propria si occupa da una vita di risorse umane. La cucina è una delle sue poche passioni durature e l'alibi per viaggiare il più spesso possibile. Ama la Francia, dove ha vissuto per un po' e pensa che invecchierà , i paesi baschi e, soprattutto, la Scandinavia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata