IN BREVE
Pregi
  • La bellezza del luogo.
  • la qualità dei prodotti.
DIFETTI
  • I troppi errori e imprecisioni nella carta dei vini.
15/20 Valutazione

Il mare, l’orto, il chilometro zero, parole spesso abusate o usate a sproposito, ma nella baia di Nerano questi concetti sono sempre stati messi in atto senza annunci né proclami, ma con la concretezza che solo il lusso della consuetudine può dare.
Qui, a pochi passi dal mare, sorge la casa di Tonino e Rita Mellino, da qualche anno affiancati dai due figli Raffaele e Fabrizio.
La loro è una storia tipicamente italiana fatta di sacrifici, sudore e tanta voglia di imparare e di crescere senza compromessi, ma con un obiettivo ben chiaro: il benessere e la felicità del cliente.
La storia di una famiglia e di uno chef autodidatta, che attraverso la passione e l’amore per la buona tavola e i molti viaggi per il mondo (fatti per capire la cucina degli altri senza chiusure, ma con il desiderio di inseguire un sogno), è riuscito a creare un luogo magico, fortemente radicato nel territorio, amato trasversalmente da tutti: Vip e semplici amanti della buona cucina, accomunati dalla voglia di assaggiare i piatti che segnano il territorio come un marchio.

Il Locale, anno dopo anno, è sempre più accogliente, con belle camere, una sala da cui sembra di poter toccare il mare, un bellissimo giardino con lounge bar, e molti altri servizi che rendono unico questo posto.
La cucina di Tonino è semplice, dove al centro di tutto c’è il prodotto, e non potrebbe essere altrimenti, quando si vive e si lavora in una zona che regala una materia prima unica, e quando la freschezza è un dogma.
Il compito del cuoco capace, in questo caso, è soprattutto quello di valorizzare al massimo il prodotto, senza snaturarlo o nasconderlo con preparazioni troppo elaborate, e qui l’impresa sembra riuscita alla perfezione: i piatti escono puliti, pochi ingredienti, ben riconoscibili, cotture attente e sapori ben centrati.
I piatti della penisola e della cucina partenopea sono quasi tutti presenti anche se reinterpretati, attualizzati con cura e prestando attenzione anche all’estetica e alle proporzioni, senza però mai perdere di vista la centralità del gusto.
Non manca comunque qualche piatto moderatamente creativo, ma senza esagerazioni né voli pindarici.
Di buon livello e di discreta profondità, anche se di non grandissima personalità, la carta dei vini, che propone una buona selezione di etichette nazionali e non, ad un prezzo adeguato al contesto.

Un luogo ed un ristorante che ci sentiamo di consigliare sia per la cucina, ma anche -e soprattutto- per la magia di un luogo sospeso fra il cielo ed il mare.

Sfoglie croccanti.
sfoglie croccanti, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Golosi panzerottini e montanare fritte.
panzerottini, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Il pane da intingere nell’olio locale.
pane, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

olio, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Aletta di pollo fritta.
aletta di pollo, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Intreccio di seppie, insalata tiepida di mare e crema di piselli.
intreccio di seppie, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Pernice rossa, lenticchie, broccoletti e grue di cacao.
pernice rossa, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Gnocco di agnello, salsa di piselli e tartufo nero.
Gnocco di agnello, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Riso carnaroli, seppioline, fave, asparagi, caffè e arachidi.
Riso, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Linguine alla Nerano.
linguine, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Pesce in variazione di carciofi, salsa di menta e lemongrass.
pesce in variazione di carciofi, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Sorbetto agli agrumi.
sorbetto agli agrumi, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Sassi edibili.
sassi edibili, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Rollino al pistacchio, cremoso allo yogurt e sorbetto di lamponi.
Rollino al pistacchio, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

La pastiera.
pastiera, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Piccola pasticceria.
Piccola pasticceria, Quattro Passi, Tonino Mellino, Nerano

Visitato il 07-2016

5 Risposte

  1. Gianluca Colombo

    Ci sono stato la scorsa settimana,
    Delusione enorme, piatti insignificanti, ho preso il fusillone di Gragnano: insapore; neppure le linguine alla Nerano che sapevano troppo di parmigiano mi hanno fatto impazzire (e siamo a Nerano).
    No comment sul dessert al limone, insoddisfacente. Si è salvato il crudo, ottimo.
    Se paragoniamo con l’altro stellato di Nerano quanto gli diamo: 20? Non c’è storia.
    Ristorante per russi e americani con yacht, per loro va benissimo.
    Locale bellissimo.
    Saluti.

    Rispondi
    • Presidente
      Presidente

      Confermo e ribadisco la quasi piena complementarietà di giudizi tra Passione Gourmet e Codiglio, pardon Gianluca Colombo! Tu trovi il Cambio e Parini disgustosi, noi li poniamo ai vertici della ristorazione Italiana. Potresti fondare l’anti-PG …

      Rispondi
  2. Enzo Varie

    C’è qualcosa che non quadra, se si da un punteggio 16 a Kresios (1 stella M) e 15 a Quattro passi ( 2 stelle M)

    Rispondi
    • Presidente
      Presidente

      Tutto quadra caro Enzo, anche alcuni monostellati che da noi hanno 18 e alcuni tristellati che da noi hanno 16. Significa semplicemente che abbiamo opinioni e sensibilità diverse rispetto ad un’altra guida, seppur autorevole, ma che non esprime la verità assoluta ma solo delle opinioni, ergo la propria linea editoriale. Tutto qui.
      A presto

      Rispondi
  3. Enzo Varie

    Certo, ma questa volta la recensione è stata avara di considerazione sui piatti,qualcosa che può indurre il cliente a spendere 160 Euro (VINI ESCLUSI)
    PREGI
    La bellezza del luogo.
    la qualità dei prodotti.
    (Pochino)

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata