Passione Gourmet Opinionated About Dining fa il pieno d'Italia - Passione Gourmet

Opinionated About Dining fa il pieno d’Italia

di Davide Bertellini

Grande successo per i ristoranti italiani ai vertici delle classifiche americane 

A maggio escono le classifiche europee dei migliori ristoranti europei per la guida americana Opinionated About Dining nata da un’idea di Steve Plotniki; di solito l’annuncio è legato ad un grande evento gourmet in una città europea. Quest’anno avrebbe dovuto essere la volta tanto attesa di Milano ma purtroppo, a causa della pandemia mondiale, l’evento è stato annullato.

Detto ciò quest’anno, come mai in passato, gli italiani sono una presenza importante delle cinque classifiche europee: Top100+ European restaurants, Heritage Europe, European Classical, European Gourmet Casual, European Cheap Eats. 

Partendo dalla lista dei top dei top europei svettano ai primi tre posti della classifica Frantzén, Alchemist e Schloss Schauenstein ma subito al quarto posto c’è il Lido84 di Riccardo Camanini, al dodicesimo Le Calandre tallonate dal St. Hubertus al tredicesimo posto. Seguono Osteria Francescana (17°), Piazza Duomo (21°), Seta (42°), Torre del Saracino (44°), L’argine a Vencò (47°), Villa Crespi (50°), Uliassi (54°), Lume (61°), Agli amici (69°), Del Cambio (78°), Kresios (92°), Materia (95°), Caffè Quadri (96°).

Per gli European Heritage arriva primo Ibai di San Sebastian e primo italiano al 18° posto con la Trattoria Sostanza (FI).

Per gli European Classical al primo posto Hôtel de Ville – Franck Giovannini (Svizzera) e, primo italiano all’11° posto, Dal Pescatore (MN), cui seguono La Pergola (26°) e Da Vittorio (27°).

Grande risultato per Trippa, che si classifica al primo posto della classifica Europe Gourmet Casual seguito dal Ratanà (36°) e da Il Portico ad Appiano Gentile di Paolo Lopriore (41°).

Chiude la serie di liste Europe Cheap Eats con un triplete tricolore ai primi tre posti della classifica: Pepe in grani, I tigli e Concettina ai Tre Santi.