Passione Gourmet L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa (TN) - Passione Gourmet

L’Chimpl

Ristorante
Hotel Gran Mugon Loc. Tamion, Vigo di Fassa (TN)
Chef Stefano Ghetta
Recensito da Roberto Bentivegna

Valutazione

15/20 Cucina prevalentemente di avanguardia

Pregi

  • Una crescita tangibile, anno dopo anno.
  • Ottimo rapporto q/p.

Difetti

  • Il sito internet, non aggiornato.
Visitato il 07-2015

La Val di Fassa è un cioccolatino da scartare lentamente.
Non ha l’immediatezza della Val Badia, così morbida e ricca di lustrini da non poter non far innamorare al primo sguardo.
Non ha l’opulenza della Val Gardena, ricca ed abituata ad accogliere le mille tipologie di turismo possibile.
No, questa è una Valle più selvaggia, meno costruita, da scoprire a poco a poco, appuntamento dopo appuntamento, un angolo alla volta, senza fretta.
Gli appassionati di escursionismo lo sanno e infatti non sono mai mancati tra queste montagne.
Ma per crescere ha bisogno di essere raccontata in un modo nuovo, proprio come hanno fatto i territori adiacenti. E’ arrivato forse il momento di aprirsi a un turismo diverso, quello che cerca i grandi alberghi e, ovviamente, le grandi tavole. E di ritagliarsi un nuovo ruolo di “Valle Gourmet”.
Le potenzialità ci sono tutte, perché produttori e ristoratori stanno finalmente remando dalla stessa parte e hanno voglia di farsi conoscere.
Punta di diamante di questa rinascita è senza dubbio il Chimpl di Tamion che si conferma, anno dopo anno, una delle tavole d’alta quota più interessanti.
Il lavoro che stanno facendo in questo luogo Stefano Ghetta, lo chef, e sua moglie, Katia Weiss, è encomiabile.
Il locale è ogni anno più bello e curato: vi avevamo già parlato l’anno scorso della veranda vetrata aperta sulla valle, quest’anno nuovi dettagli fanno capolino, come le comode poltroncine o la nuova illuminazione.
Ma soprattutto diventa sempre più matura la cucina di Stefano Ghetta: l’abbiamo trovata più precisa, più centrata, con meno sbavature o sovrastrutture superflue. Senza dubbio una cucina di abbondanza, non minimalista, ma che riesce oramai sempre a trovare il suo equilibrio naturale.
E’ sempre più battuta, giustamente, la via delle erbe spontanee, il vero tesoro di questa zona, utilizzate in maniera più abbondante e intelligente. La via segnata in tempi non sospetti da Alessandro Gilmozzi, nella confinante Val di Fiemme, deve continuare ad essere il mantra per il Chimpl: erbe spontanee, germogli, licheni, recupero di vecchie tradizioni culinarie montane, è questo il patrimonio da coltivare, il vero valore aggiunto da portare in tavola. La valle va rappresentata in tavola ed entrambe devono tirarsi a vicenda la volata per raggiungere i traguardi che meritano.
C’è tanto fermento nell’aria, i risultati stanno arrivando e il margine di crescita è ancora ampio.
Il meglio, come sempre, deve ancora venire.

Pane, sempre buonissimo. Burro di una bontà illegale.
pane, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
pane, burro, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Crocchetta di polenta e coniglio.
Cono con bavarese all’olio e basilico, coregone, polvere di cappero, acetosella e rapanello.
Sambuco e zenzero.
crocchetta di polenta, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Crocchetta al trentingrana, miele di cirmolo, fagioli, semi di chia e rapa.
Crocchetta al trentingrana, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Salmone, erbette, burrata, datterini e gamberi viola.
Ottimo piatto, dove la dolcezza è contrastata ottimamente dall’uso delle erbe.
Salmone, erette, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Lingua, patè di fegatini, pere e Merlino.
La lingua viene prima cotta sottovuoto con latte e erbe e poi affumicata come uno speck, infine rifinita su piastra: entusiasmante per profumi e consistenza. A completare, patè di fegatini, gelatina di vino Merlino, pera e cipolla agrodolce.
Indiscutibilmente il piatto della serata.
lingua patte di fegatini, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Cannelloni di ricotta, cipollotto, Buon Enrico e crema di tarassaco.
Fresco, intenso. Ricotta di qualità assoluta.
Cannelloni di ricotta, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon , Tamion ,Vigo di Fassa
Risotto con speck., prezzemolo, latticello e olio al fieno.
Un concentrato di profumi e sapori, una passeggiata al pascolo e ritorno.
Risotto con speck, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Manzo al pascolo.
manzo al pascolo, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Manzo al pascolo, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Presentato a un commensale con filetto e all’altro con controfiletto, in modo da poter confrontare le due versioni. Più morbido ovviamente il primo, ma il gusto del controfiletto non è assolutamente inferiore.
Sentiero di isomalto e nocciola (leggermente troppo dolce), castalda, mozzarella ripiena di funghi (prodotta in loco), silene, crema di tarassaco, crema di pinoli.
Piatto davvero convincente, da mettere a fuoco solo in alcuni dettagli del “finto sentiero”.
Un dettaglio della mozzarella ai funghi.
mozzarella ripiena di funghi, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
A chiudere, un infuso di erbe, per ripulire la bocca.
infuso di erbe, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Gelato di cannella, polvere di pere secche e crema di cumino.
Gelato di Cannella, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
The new generation…Tortino veg con pesche, ciliege, albicocche e gelato alla rosa.
Tortino vegano all’olio di canapa, latte di cocco, olio di mais, mandorle e zucchero grezzo.
Ottimo.
dessert, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Piccola pasticceria: i contenitori, come molte delle stoviglie, sono creazioni dello chef.
piccola pasticceria, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
Piccola pasticceria, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
70% di Pinot Nero e 30% di Chardonnay in questo Trento DOC, davvero buono.
vino, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa

L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
tavolo, L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa
L'Chimpl, Chef Stefano Ghetta, Hotel Gran Mugon, Tamion ,Vigo di Fassa

2 Commenti.

  • Matteo11 Settembre 2015

    A Giudicare dalle foto e dalla descrizione sembrerebbe più di un 15/20...

  • Gino D'Aquino2 Settembre 2015

    La mia domanda e x lo + è spesso spontanea ''( me la faccio a me stesso ;-) '' ma x scrivere questi articoli gastronomici così al limite del porno xxx i giornalisti di Passione Gourmet che scuole avranno frequentato??? Grande linguaggio che sviluppa un certo appetito ,invoglia a cucinare ma soprattutto vien voglia come il sempre ripetete voi a intraprendere qual famoso detto che si usa nell'ambiente x il ristorante :-) Vale il Viaggio ...AU REVOIR Mr Passione Gourmet

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *