Passione Gourmet Locanda del Colonnello, Chef Francesco Mineo, Modica - Passione Gourmet

Locanda del Colonnello

Trattoria
vico Biscari 6, Modica Alta (RG)
Chef Francesco Mineo
Recensito da Alberto Cauzzi

Valutazione

Pregi

  • Cucina ad alto tasso di fermento.
  • Prezzi da encomio.
  • Carta dei vini di spessore e profondità.

Difetti

  • Il parcheggio, difficile da trovare in zona.
  • Alcune delle referenze in carta dei vini troppo evolute.
  • Le porzioni, a tratti abbondanti.
Visitato il 08-2017

Alla Locanda del Colonnello di Modica una giovane stella sta crescendo

La Locanda del Colonnello di Modica ha alle spalle un lungo trascorso e una storia profonda. Sempre però gestita, in varie forme e modalità, da talenti netti e cristallini. Prima la dependance del più blasonato Gazza Ladra di Palazzo Failla, dove ad officiare c’era Accursio Craparo. Poi, sempre con il ruolo di seconda linea, il bistrot di quel genio estroso (che mai finiremo di rimpiangere) a nome David Tamburini, ormai emigrato in oriente a cercar quella fortuna che invece avrebbe ampiamente meritato di trovare qui da noi.

Ora gestita con piglio e verve da un suo pupillo, Francesco Mineo, ragazzo 27enne dotato di talento e misura, due doti non da poco, che ci fanno propendere per un futuro radioso e sotto i riflettori di un cuoco decisamente molto ma molto bravo, preparato, con ottimo bagaglio tecnico, la giusta voglia di mettersi ancora in gioco e di voler crescere ed imparare.

Per ora ha dato vita ad una locanda, o trattoria che dir si voglia, in cui però le preparazioni hanno già tanti contenuti e tanta vitalità. Siamo fermamente convinti che puntare su Francesco sia la scelta giusta. Se saprà evolvere la sua cucina, magari affiancando alla carta della trattoria, già oggi intrigante, qualche percorso degustazione più gourmet, potrebbe piacevolmente stupire. Ridurre le porzioni, portare un pizzico di finezza aggiunta e minore reiterazione stilistica, frutto di una linea tutto sommato elementare, è il giusto viatico per affiancare a questa macchina di efficienza e di concretezza un tratto di talento ed avanguardia misurata, che sono certamente nelle corde dello chef. Lo vogliamo vedere alla prova sul terreno del vero ristorante, certi che potrà fare un ulteriore salto qualitativo.

Piatti come la Panella di ceci, pesce spada, indivia e maionese all’erba cipollina possono essere spinti molto più in là da una tecnica superiore, cosi come l’ottimo sgombro con gazpacho e cipolla di Giarratana e l’elegante rivisitazione della parmigiana di spatola. Ottime le trenette, nocciole, seppia, peperoni e menta e di grande fattura i dolci, moderni, leggeri, con bassi zuccheri ed invitanti come la rivisitazione del buccellato estivo.

Ci aspettiamo una bella rincorsa ed un prolungamento di una storia che già oggi è molto divertente, stimolante ed appagante. Una sosta immancabile a Modica.

Ottimo anche il servizio e intrigante la carta dei vini, peccato che alcune referenze siano datate e spente, attenzione quindi a scegliere bottiglie molto in là con gli anni.

4 Commenti.

  • Matteo29 Settembre 2017

    Grazie mille per la risposta, perche' scorrendole senza aprirle non funziona bene. Grazie

  • Zum28 Settembre 2017

    Ho visto che Tamburini è a Bangkok, me lo ricordavo ad Hong Kong, meglio è più vicino :P. Le foto on line dei piatti fanno temere un livellamento verso il basso per turisti asiatici: pizza, salumi misti... trattasi di fuga di fornelli. http://www.sukhothai.com/la-scala-,cuisine_viewItem_11-en.html

  • PresidentePresidente28 Settembre 2017

    Buongiorno Matteo, cliccando sulle foto le stesse si apriranno a schermo intero, e con le frecce le si può scorrere tutte, dalla prima all'ultima.

  • Matteo28 Settembre 2017

    Buongiorno, ottimi articoli come al solito. Solo un commento: non e' possibile ripristinare il layout precedente? Con questa visializzazione a scorrimento delle foto le ultime non si riescono a vedere, forse c'e' un problema nella visualizzazione. Grazie

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *