Passione Gourmet Caracol - Passione Gourmet

Caracol

Ristorante
via Faro 44, Bacoli (NA)
Chef Angelo Carannante
Recensito da Claudio Persichella

Valutazione

15/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

  • Una solida cucina di mare in un quadro di struggente bellezza.

Difetti

  • L’impegnativo traffico di Bacoli.
Visitato il 07-2020

Un tuffo nel Mediterraneo

Le occasioni per immergersi nella bellezza assoluta, quella che normalmente non fa parte del nostro vivere quotidiano e la cui semplice contemplazione di default lenisce amarezze ed eleva lo spirito, non sono così facili da individuare. Un pranzo o, ancora meglio, una cena al Caracol, però, rappresenta a buon diritto una delle migliori opportunità per immergersi in un così salvifico balsamo.

Lo spettacolo che si presenta davanti agli occhi, col mare aperto e Procida e Ischia che quasi sembra di toccarle e Capri in lontananza è di tale intensità che lo chef Angelo Carannante ci perdonerà di averlo descrittivamente anteposto alla sua cucina di mare.

Quest’ultima merita, però, altrettanta attenzione: solida, ben eseguita, mediterranea fino al midollo, rispettosa della materia prima presentata non senza qualche sapiente tocco da altre culture gastronomiche sono la dimostrazione dell’abilità di uno chef che vanta nel curriculum anche il Marennà di Paolo Barrale e la Terrazza Bosquet di Sorrento.

Un cucina dalle idee chiare, dove accanto a un elemento principale  si articolano nel piatto accompagnamenti che, a vario titolo, sono scelti per completarlo: una marinatura nel caso del tosazu con battuto di gambero; una salsa al lemongrass a corredo del calamaro arrosto; una delicata maionese di pesce a guarnire la rana pescatrice… il tutto senza particolari gradienti di acidità o contrapposizioni di sapori e all’insegna di una leggibilissima godibilità e dello star bene, che è poi l’obiettivo principale di ogni pasto fuori casa.

Tutto questo, davanti a un panorama che rifocilla anima e corpo in una comunione estetica senza pari.

La galleria fotografica:

1 Commento.

  • Avatar* 1 Anonymous16 Settembre 2020

    vorrei sbagliare ma definire la cucina del Caracol è eufemico''( sarà forse perchè sono legato al classicismo di Escoffier o dei vecchi chef italiani, ma x me la cucina classica è altra cosa,qui vedo molta innovazione legata forse ad accoppiamenti classici, ma è un altro discorso questo)''comunque un bel ristornate e bei piatti di presentazione.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *