Passione Gourmet Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Cavernago (BG) - Passione Gourmet

Il Saraceno

Ristorante
piazza Don Luigi Verdelli 2, Cavernago (BG)
Chef Roberto Proto
Recensito da Giovanni Gagliardi

Valutazione

14/20

Pregi

  • Buona qualità del pesce.
  • Buon rapporto qualità/prezzo.
  • Carta dei vini con ricarichi corretti.

Difetti

  • Da un cuoco giovane con qualche ambizione è lecito aspettarsi di più.
Visitato il 02-2015

Chi nun tene curaggio nun se cocca ch’e femmene belle“, si dice a Napoli.
E il detto calza a pennello per rendere l’idea della storia di Roberto Proto e del Saraceno.
Il ristorante nasce nel 1976 grazie ai genitori di Roberto, originari della Costiera Amalfitana. Propone una cucina semplice, di ispirazione marinara (inevitabilmente declinata alla maniera campana) ed è anche pizzeria. L’atmosfera è calda, familiare, il pesce di buona qualità, il conto onesto ed ecco che, nel tempo, raggiunge un buon successo e fidelizza un buon numero di clienti.
Così, quando nel 2007 il giovane Roberto decide di stravolgere tutto, di abbandonare pizza e cucina da trattoria per abbracciare il sogno di un ristorante diverso, i genitori, ormai non più giovanissimi, tentarono comprensibilmente di dissuaderlo. Ma non ci fu nulla da fare. E oggi che iniziano ad arrivare anche i primi prestigiosi riconoscimenti dalle guide cartacee, sembra proprio che i fatti stiano dando ragione allo spirito di iniziativa e alla voglia di mettersi in gioco di Roberto.
Peraltro, anche se adesso la cornice è completamente diversa, c’è in realtà un fil rouge che lega il Saraceno di Roberto al ristorante dei genitori: il pesce. E, anche, tutto sommato, una impostazione di cucina che tende alla semplicità e non si concede mai particolari azzardi.
Partiamo dalla materia prima, molto buona, che si fa apprezzare soprattutto nella ricca proposta di crudi. La provenienza è soprattutto ligure e sarda, il livello qualitativo ottimo.
Poi c’è la cucina di Roberto Proto, autodidatta, un vero e proprio self made chef formatosi interamente nella cucina di famiglia, che ha il merito di non stravolgere questa materia prima.
Più difficile, si sa, è il compito di elevarla e donare alla stessa valore aggiunto. E qui il risultato riscontrato è altalenante.
Buono l’astice arrostito adagiato sulla scaloppa di foie gras, ingentilito dalla nota aromatica del frutto della passione, meno la fonduta di bufala con scarole e alici, omaggio, un po’ monocorde nel gusto, alla terra delle origini.
Ottima la sfera di gambero rosso farcita di burrata, immersa in un interessante consommé di zenzero e vongole, ma la pasta e patate, calamari e vongole risulta slegata, con gli ingredienti che sembrano stare ognuno per conto proprio.
La sala è il regno di Maria, moglie di Roberto, che gestisce con grande sicurezza e savoir faire il servizio. La carta dei vini, calibrata e semplice, è in linea con la filosofia del locale e si segnala per i ricarichi corretti. Un plauso, infine, merita l’ampia scelta di menu dedicati, da quelli per le Cene aziendali a quello dei Crudi, dal Mano libera ai Classici.
In conclusione: un locale che ha margini di crescita e che merita di essere seguito con attenzione, anche perché la determinazione di Roberto Proto e di Maria meritano più di un incoraggiamento.

Gomitolo di gambero, salsa giardiniera, polvere di liquirizia.
Gomitolo di Gambero, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Crudità: gamberi e scamponi. Molto buoni sia gli scampi (liguri) che i gamberi (sardi).
crudità di gamberi, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Ostrica.
ostrica, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Dentice… carciofi… e una fogliolina di menta.
dentice, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Sfera di gambero rosso farcita di burrata su consommè di vongole e zenzero. Interessante il contrasto di temperature tra la sfera fredda e il consommé caldo e riuscito il matrimonio zenzero/burrata.
sfera di gambero, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Scarola, fonduta di mozzarella di bufala e alici, omaggio alla Campania che non entusiasma anche per l’eccessiva sapidità.
scarola fonduta, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Scaloppa di foie gras, astice arrostito, frutto della passione, piatto ricco di sfumature di gusto.
scaloppa di foie gras, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Poco grintosa la Pasta e patate, calamari e vongole.
pasta e patate, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Impeccabile l’Alice panata fritta ripiena di scamorza.
alice panata fritta, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Spaghettoro ai ricci di mare. Gusto deciso e sapidità.
spaghetto ai ricci di mare, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Ricciola, cime di rapa, salsa gazpacho. La ricciola scompare un po’ sopraffatta dal soffritto della cima.
ricciola cima di rapa, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Zuppa di pesce di buon livello: pezzogna, gallinella, totanetti.
zuppa di pesce, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo
Libidinosa la Doppia bavarese al cioccolato e pistacchio di Bronte.
doppia bavarese, Il Saraceno, Chef Roberto Proto, Caveranno, Bergamo

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *