Passione Gourmet Cuoco Pescatore by Scjabica, Chef Joseph Micieli - Passione Gourmet

Cuoco Pescatore by Scjabica

Ristorante
lungomare Amerigo Vespucci, Punta Secca (RG)
Chef Joseph Micieli
Recensito da Alberto Cauzzi

Valutazione

14/20 Cucina prevalentemente di avanguardia

Pregi

  • Una cucina diretta, schietta, realizzata con grandi ingredienti.
  • Un luogo magico, in una piazza affacciata sul mare.

Difetti

  • Il numero di coperti, ridotto, nei mesi invernali.
Visitato il 08-2017

 A casa di Montalbano, le gesta di un giovane cuoco che continua a crescere

A Punta Secca, la patria del Montalbano cinematografico, può sembrare semplice aprire una attività. Ma pensate invece di avviarne tre. Joseph Micieli non ha solo talento culinario, ma anche spirito e capacità imprenditoriale.

Ha affiancato al primo locale Scjabica, ora diventato il bistrot del gruppo con una proposta più semplice, una Champagneria, chiamata Scjampagne, molto interessante e con una proposta anch’essa semplice ma curata per il pranzo e la cena. Ed infine ha creato Cuoco Pescatore, la punta di diamante del gruppo Scjabica. A pochi metri di distanza l’uno dall’altro, tutti con una loro potenziale diversificazione ma tutti all’insegna di qualità e gusto.

Di senso del gusto Joseph ne ha davvero da vendere, qualità non semplice né, parrà strano, scontata per un cuoco. E questa nuova sua avventura avremmo potuto tranquillamente battezzarla con il massimo dei voti della trattoria, tanto è cresciuta la carta dei vini, ora interessante e profonda, seppur incentrata prevalentemente sulla Sicilia, tanto è migliorato il luogo di accoglienza e il servizio, nonché la cucina.

Ma abbiamo deciso di far giocare Joseph nel campionato che merita, con dignità, e che presumiamo desideri imprimere con questa sua nuova iniziativa. Questo, seppur piccolo, è il suo gioiellino. E’ e vuole essere un ristorante vero e proprio. Siamo solo agli inizi, ma gli impiatti si sono già modificati, lievemente più complessi ed eleganti di prima. Sono cresciuti in qualità e proposta anche i dolci. Ma non bastano foglie e ammennicoli, questa cucina è, lo ribadiamo, solo ai primi passi. D’altra parte siamo a meno di un mese dall’apertura. Inserire Scjabica tra i ristoranti vuole essere da una parte un giusto stimolo di modo che sia notato oltre il contesto in cui opera dall’altra sempre uno stimolo per lui, chef-patron, per farlo crescere ulteriormente.

Prevediamo una cucina in crescita, i numeri Joseph li ha tutti. Intanto alcuni tocchi come il battuto di gamberi, gazpacho alla siciliana e burrata o la ricciola, sugosa e persistente, finanche gli gnocchi di melanzane alla norma o i fusilli con scampi e polvere di alghe ci fanno davvero ben sperare. Anche la lettura, amara e persistente, dell’assoluto di cioccolato ci ha intrigato non poco. Smussando alcune reiterazioni stilistiche, vedi ripetizioni di ingredienti e tecniche nei piatti, e affinando la varietà, il gioco è fatto.

Come dicevamo, carta dei vini molto progredita, ora ricca di referenze e di qualche escursione oltre stivale, eservizio attento e molto professionale.

La galleria fotografica:

1 Commento.

  • AvatarLuciana12 Ottobre 2017

    Gran bei piatti e ottima materia prima . .da provare.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *