Passione Gourmet Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia - Passione Gourmet

Matbaren

Ristorante
Södra Blasieholmshamnen 8, 111 48 Stockholm, Svezia
Chef Mathias Dahlgren
Recensito da Fabio Fiorillo

Valutazione

15/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

  • Una cucina appagante, bistrottara, d’autore

Difetti

  • I prezzi, elevati, ma siamo a Stoccolma
Visitato il 10-2014

La forza propulsiva della corrente nordica nella ristorazione di qualità sembra essersi assestata e pare aver raggiunto la sua maturità.
Abbandonate le derive estremiste, l’influenza che il movimento scandinavo ha esercitato sulle cucine di mezza Europa, che spesso non ne hanno compreso appieno l’essenza, rifugiandosi in meri esercizi di stile, ha favorito una presa di coscienza sull’importanza della semplicità, della stagionalità e della concentrazione dei sapori, eliminando inutili sovrastrutture.
Il Manifesto della cucina nordica, che ha visto il suo fondatore René Redzepi scalare la vetta dell’Olimpo mondiale della critica gourmet, è incentrato sulla specificità culinaria territoriale e la volontà di portare la tradizione scandinava al livello dell’alta cucina internazionale.
La loro Magna Charta snocciola dieci punti basilari ove si esaltano gli ingredienti locali, la purezza ed il legame indissolubile con i prodotti del territorio.
Ciò significa anche tanta tecnica, curiosità verso il movimento della cucina molecolare e la ricomparsa orgogliosa di alghe, licheni, carne di renna e bacche per un mix di ingredienti locali, tradizionali e poveri, trattati secondo le regole dell’alta cucina.
La Scandinavia è divenuta in breve tempo una meta gastronomica ed anche i nostri viaggi in Svezia ed in Danimarca hanno raggiunto frequenze tali da destare più di un sospetto nelle nostre compagne.
Mathias Dahlgren è indubbiamente uno dei massimi esponenti del Movimento e, grazie alle sue spiccate capacità imprenditoriali, è riuscito a creare in pochissimi anni un piccolo polo gastronomico a Stoccolma, i cui capofila, il Matsalen ed il Matbaren, sono dirimpettai al piano terra del Grand Hotel.
Ristorante di classe da una parte, moderno bistrot dall’altra.
Prezzi diversi (ma non di tanto), e qualità della proposta quale minimo comune denominatore.
La carta del “Baren” è articolata senza suddivisioni tra antipasti e main course, con le uniche precisazioni riguardanti la provenienza degli ingredienti.
Il nostro percorso ha dato, ancora una volta, dimostrazione di quanto Dahlgren sia legato alla sua terra, rivisitando ricette ed abbinamenti antichi, rendendoli attuali.
Il Kungsflundra (pesce dei mari del nord appartenente alla famiglia del rombo) fritto con le sue uova e cavolo fermentato è perfetto nella sua semplicità, fragrante, non unto, saporito, un vero piatto da osteria.
Molto buono anche il manzo con cipollotto e porcini, carne eccellente, cottura ideale e gusto rassicurante.
Elegante è, invece, la zuppa di patate, aglio, calamari e finocchio, leggermente acidulata, a dimostrazione che in cucina sanno giocare anche di fioretto.
Stoccolma è una città cara (non per gli svedesi, i cui stipendi sono davvero elevati) e la qualità si paga. Calcolate circa 30 euro per ogni piatto (meno per i dolci), che non rimpiangerete.
Arrivate un po’ prima: una sosta al bar, old fashioned, dell’albergo, complice una bella selezione di bollicine in fresco, vi riconcilia con la vita.

Granchio, yogurth, garam masala (mistura di spezie di origine indiana), cipolla, crema di carota arrostita. Ottimo concettualmente, peccato per la dose eccessiva di coriandolo che incide negativamente sulla riuscita del piatto.
Granchio, yogurt, Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia
Zuppa di calamari, aglio, finocchi e patate. Eleganza acidulata.
zuppa di calamari, Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia
Kungsflundra fritto con cavolo fermentato, le sue uova, verdure e radici di stagione. Gran fritto, stemperato dall’acidità del cavolo.
Kungsflundra, Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia
Manzo svedese, cipollotto e porcini. Porzione abbondante ma ne avremmo mangiato ancora.
Manzo svedese, Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia
Sorbetto alla prugna.
Sorbetto alla prugna, Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia
Crumble di mele, cannella e gelato alla vaniglia. Classico e ben eseguito.
Crumble di mele, Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia
Madeleine.
Madeleine, Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia
Sala.
sala, Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia
Stoccolma, Gamla Stan.
Matbaren, Chef Mathias Dahlgren, Stockholm, Svezia

2 Commenti.

  • Avatarroberto10 Dicembre 2014

    Ma le madeleine sono fritte?

  • AvatarMarco10 Dicembre 2014

    Sembrano piuttosto dei financiers

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *