Passione Gourmet Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino - PG

La Locanda di Piero

Ristorante
via Roma 32/34, Montecchio Precalcino (VI)
Chef Renato Rizzardi
Recensito da Matteo Valerio

Valutazione

13/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

  • Locale accogliente con un ottimo servizio di sala

Difetti

  • Impiattamento da rivedere
Visitato il 04-2014

A Montecchio Precalcino, pieno nord est italiano, nel 1992, due soci decidono di aprire un ristorante e di chiamarlo La Locanda di Piero. Oggi, passati ventidue anni dall’apertura, Renato Rizzardi e Sergio Olivetti, sono ancora lì, il primo in cucina e l’altro in sala.
La campagna intervallata da qualche conceria sparsa qua e là e da gruppi di villette a schiera ingloba perfettamente il locale che neanche a farlo apposta si trova all’interno di una di queste. Le varie stanze che compongono la sala, arredate con gusto, lasciano trasparire chiaramente l’idea di un’accoglienza in stile casalingo, che mette subito a proprio agio. Il mobilio, la posateria e il tovagliato sono scelti per dare un tocco sofisticato all’ambiente a contrasto delle sedie in vimini che lo contestualizzano con l’esterno. Il camino e la bella veranda rendono il tutto armonico e di buon gusto.
Perfettamente in linea con questo stile è anche la tecnica di servizio di Sergio, maestro di sala impeccabile, ottimo conoscitore di vino e simpatico conversatore. É così che tra una chiacchiera e l’altra, sfogliando la bella proposta enologica, cominciano ad arrivare i piatti cucinati da Renato. Il cuoco con alle spalle esperienze importanti, propone una cucina classica di stampo internazionale, con un occhio di riguardo sia a prodotti regionali che “etnici”. Il risultato, ad essere sinceri, lascia qualche perplessità. Il menù, nel complesso poco armonico e piuttosto confusionario, comincia bene con la tartara di trota affumicata con cous cous, limone candito, finocchio marinato, olive taggiasche, capperi e quark al wasabi, dove il mediterraneo incontra i fiumi trentini. Seguono però altre pietanze non all’altezza sia per complessità gustativa, come i tortelli di patate con intingolo di maialino e tartufo nero, sia per quel gusto estetico che sarebbe legittimo aspettarsi da un locale di questo livello.
Ma è proprio nel momento di difficoltà che la sincronia sviluppatasi nei tanti anni di collaborazione emerge. Sale in cattedra quindi il servizio di sala con una serie di carinerie, attenzioni premurose, consigli e valutazioni, che, senza mai risultare invadenti, riescono a colmare le lacune create dalla cucina.
La Locanda di Piero è un locale dal carattere mite, al quale servirebbe una maggiore vivacità e modernità sotto il profilo della cucina, cosa che siamo certi lo chef Renato Rizzardi sia in grado di apportare. Detto questo, è stato ed è tutt’ora un locale affidabile che trova la sua forza nella semplicità, con quel tocco di ricercatezza che non guasta mai.

Mise en place.
Mise en place, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Burro montato, un piccolo aperitivo
burro montato, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
L’alzatina con gli ottimi panini fatti in casa
pane, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Il saluto della cucina: frittatina al pomodoro, mousse di ricotta e olio di oliva con pomodorino confit
frittatina di pomodoro, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Tartara di trota affumicata in casa con cous cous alle erbe aromatiche, finocchi all’agro, quark al wasabi, capperi, olive, pomodori confit e limoni canditi
tartare di trota, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Zuppa di fagiano e cipolla gialla dolce al profumo di timo con crostino gratinato ai formaggi. Zuppa ottima per consistenza e sapore con il timo protagonista del piatto
zuppa di fagiano, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Tortelli di patate e rosmarino con intingolo di maialino, tartufo nero umbro e cialde di asiago
Tortelli di patate e rosmarino, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Rognone grigliato, radicchio rosso di Treviso, pepe rosso verde e nero macerato nell’olio e pomodoro. Il piatto meno riuscito della serata, rognone troppo cotto, assemblato con un radicchio troppo unto e con del pepe a tratti fastidioso; piatto slegato.
Rognone grigliato, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Cappello del prete di manzo brasato all’ amarone con polenta di farina integrale e di castagne. Un classico, ben eseguito
Cappello del prete, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Pina Colada con sorbetto di uva fragola e gelée ai frutti di bosco. Pre dessert molto più buono che bello…
pina colada, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Tortino al cioccolato fondente con cuore di cioccolato bianco e salsa al cioccolato bianco. Degno esponente di un dessert che da vent’anni si presenta a fine pasto sulle nostre tavole. Comunque buono.
tortino al cioccolato, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza
Piccola pasticceria
piccola pasticceria, Locanda di Piero, Chef Rizzardi, Montecchio Precalcino, Vicenza

2 Commenti.

  • Avatarroberto13 Agosto 2014

    Bella recensione, ma un tantino severa. Io gli avrei dato almeno un 14.

  • Avatarandrea21 Agosto 2014

    però, bella segatina.... secondo me siete stati sfortunati con i piatti, certo a vederli non sono molto invitanti. Manco da qualche anno in questo ristorante ma un bel 15 al tempo ci stava tutto

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *