Passione Gourmet Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia (VE) - Passione Gour

Antica Osteria Cera

Ristorante
via Marghera 4, Lughetto di Campagna Lupia (VE)
Chef Lionello Cera
Recensito da Matteo Valerio

Valutazione

17/20

Pregi

  • Una cucina di mare di eccelso livello.

Difetti

  • Di Lionello Cera ne esiste solo uno.
Visitato il 02-2015

Ci sono uomini che riescono ad impersonare perfettamente il luogo in cui vivono. Uomini che attraverso il loro modo di porsi, l’atteggiamento che mantengono, la filosofia con cui si approcciano al lavoro raccontano la storia di un territorio, di episodi che entrano nell’intimo della loro vita, l’evolversi e il susseguirsi delle generazioni tra usanze che si mantengono e novità che sopraggiungono. É una dote che non si può imparare, la si possiede o meno. Lionello Cera, chef dell’Antica Osteria Cera, ne è uno dei massimi esponenti.
La depressione della campagna veneziana sembra celarsi dietro qualche albero che la divide dalla laguna. Placida, ferma, a tratti stanca, sembra muoversi con fatica, con il sole pallido che fa inseguire i suoi raggi riflessi sull’acqua da qualche gabbiano che plana giocando sulle canne che fuoriescono storte. É in questo contesto che, in una vecchia casa di campagna, cinquant’anni fa, la famiglia Cera aprì la propria osteria. Con il passare degli anni l’attività di famiglia si evolse, grazie anche a Lionello, che da completo autodidatta cominciò a proporre una cucina innovativa, ma allo stesso tempo fortemente legata alla tradizione.
La bella veranda, luminosa ma discreta, accoglie gli ospiti con tavoli rotondi, tovaglie di lino e tovaglioli inamidati. Il pavimento in legno rustico, le lampade di terracotta, l’effetto “vela” del soffitto, con i cotoni che creano movimento, rendono l’ambiente rustico, autentico, raffinato ed estremamente gentile. Si respira un’atmosfera fresca, giovane, dinamica. Sembra di essere al cospetto della normale evoluzione di uno di quei locali lagunari in cui si incappava durante le vacanze estive, privato dello squallore e delle tavolate di turisti intenti a divorare calamari congelati, ma che mantiene in qualche modo inalterato il suo stesso spirito, l’idea alla sua base, il principio di fondo. I sommelier con i grembiuli in pelle aiutano nella scelta del vino di una cantina oltre che fornita anche bella da vedere, data la sua conformazione “a vista” al piano inferiore del locale.
La cucina di Cera però, nonostante l’apparenza, non vuole uniformarsi ed accontentarsi della sua posizione. Supera idealmente e concretamente i pioppi che la separano dalla laguna, immergendosi in essa, diventandone un tutt’uno in perfetta armonia, rispetto e gentilezza.
“La semplicità è il concetto più difficile da interpretare” recita una frase in apertura di menù, preparando psicologicamente il cliente al percorso di degustazione. La spesa quotidiana al mercato ittico di Chioggia ed Ancona regala una materia prima da urlo, cucinata, lavorata, curata nella maniera più semplice possibile, senza però risultare mai scontata né banale. Gusti precisi, netti, schietti, sempre all’insegna di quella eleganza, raffinatezza e gentilezza che il paesaggio lagunare può regalare. La delicatezza con cui le maree cambiano la conformazione del territorio di ora in ora viene rielaborata con estremo tatto dallo Chef, piatto dopo piatto. Mai un sapore sopra le righe, mai una sparata poco azzeccata. Non c’è trucco non c’è inganno. Lionello Cera riesce nell’impresa di stupire senza ricorrere a stravaganze, limitandosi a rispettare la terra che lo ha cresciuto e che lo ha ispirato, e questo lo rende assolutamente un grande, grandissimo cuoco.
Il brodo freddo di calamaretti con bevarasse, uova di salmone e polvere di menta è un inizio di percorso ideale, fusione perfetta tra tecnica e materia utilizzata, esplosione di sapore e freschezza. La minestra di riso e verze con frutti di mare esemplifica il progresso della tradizione, mentre la pasticceria, curata da Sara Simionato, sembra voler rendere essa stessa omaggio ad una cucina e ad un cuoco che riesce a rendere fiera l’Italia intera.
Il pomeriggio passa soave, all’uscita il silenzio avvolgente viene spezzato dal gracchiare di qualche cornacchia. Si cammina verso il mare ripensando al pranzo appena terminato. Le considerazioni si mischiano al ricordo e alla speranza di poter tornare a breve in questo tempio della gastronomia ittica, sognando di trovare lungo il nostro cammino altri cuochi in grado di fare ciò che fa Lionello Cera tutti i giorni da una vita.

Nuvola di pane con verdura dell’orto. Bell’aperitivo con il pane croccante soffiato, le verdure crude e il formaggio caprino a dare grassezza al tutto.
nuvola di pane, Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Nuvola di cicoria con acciuga e tamari (fermentato di soia). Frittura perfetta, in uno stuzzichino che ricorda quelle alghe fritte cadute nel fondo dello “scartosso” mangiate al mare da bambini.
nuvola di cicoria,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Il pane con l’olio extravergine di oliva del Garda.
pane con olio,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Il burro montato.
burro montato,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Trilogia di benvenuto. Mazzancolla con crema al carciofo, cannolo di verza ripieno di pesce di scoglio, baccalà in tempura con salsa di arancio ed aglio.
trilogia di benvenuto,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Brodetto freddo di calamaretti con bevarasse, uova di salmone e polvere di menta. Grandissimo piatto.
brodetto presso di calamaretti,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
I colori del mare 8+2. Il leggendario piatto di crudi di Cera. Inutile commentare la materia prima. Abbinamenti mai scontati ma delicati. Grandioso.
colori del mare,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Nello specifico. Nature di branzino con acqua di vongole e caviale.
nature di branzino,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Scampo con salsa di senape, puntarelle e cioccolato.
scampo con salsa di senape,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Cappasanta con salsa di barbe di cappasante e curry.
capasanta con salsa di barbe,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Astice “shockato” con maionese di carota e mango.
astice,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Pane al vapore con granchi e calamaro.
pane al vapore con granchio,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Canocchia scottata con pappa al pomodoro.
canocchia scottatata,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Mazzancolla impanata, olive verdi e arancia.
mazzancolqa impanata,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Il pesce spada sott’olio.
pesce spada sott'olio,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Dopo il piatto di crudi arrivano altre due preparazioni facenti parte sempre dello stesso piatto. Ecco perché 8+2. Battuta di ricciola e scampi, salsa al curry e sfoglia di riso nero.
battuta di ricciola,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Capelli d’angelo di mozzarella con alici e salsa minerale. Grandissimo passaggio di stampo mediterraneo in cui origano e capperi allungano il piatto.
capelli d'angelo di mozzarella,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Il sorbetto di zenzero e lime con cui pulire la bocca tra un crudo e l’altro.
sorbetto di zenzero,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Ricciola al fumo con patata al limone, salsa al salmoriglio, rucola e acqua di vongole. Altra preparazione che strizza l’occhio al sud Italia e che gioca tra la salsa di vongole che estremizza il piatto e la delicatezza della patate e della ricciola.
ricciola al fumo,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Spaghettino freddo con mazzancolla, lucerna, salsa di pistacchi di bronte e basilico. Ne avremmo mangiati una terrina intera!
spacchettino freddo con mazzancolla,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Minestra di riso e verze con frutti di mare. Semplicemente perfetta. Confortevole, nostalgica, gustosissima e resa moderna dalla verza lasciata croccante.
minestra di riso,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Cappesante, sedano rapa, radicchio di Treviso, mela e senape. Piatto più semplice troppo tendente al dolce. Buono comunque.
cappesante,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Triglia con succo di pesci di scoglio, olive taggiasche e limone. Piatto diretto e brillante. Salsa da nobel. Sapori mediterranei lavorati con garbo nordico.
triglia con succo di pesci,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Ravioli di broccolo fiolaro, scampi, insalata di molluschi e lenticchie. La mineralità del broccolo si armonizza perfettamente con lo scampo. Grande passaggio.
raviolo di broccolo,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Anguilla laccata, radicchio di campo ed arancia. Piatto di una pulizia e concentrazione unica.
anguilla laccata,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Sorbetto al basilico, frutti di bosco e schiuma alla mandorla. Ottimo.
sorbetto al basilico e frutti di bosco,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Frutta marinata (Ananas e lime, mela e anice, pera ed aneto, arancia e rosa).
frutta marinata,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Ananas candito, sorbetto al cocco e meringa all’anice. Dolce superbo per eleganza e leggerezza.
ananas caramellato,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Plumcake alla banana, gelato alla mandorla, gelatina al lime e gelato croccante. Dolce calibratissimo, che dimostra una grandissima mano da parte della pasticcera.
plumcake alla banana,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Biscotto alla nocciola e al caffè con spuma calda di cioccolato. Libidine allo stato puro.
biscotto alla nocciola e caffè,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Gelato al malaga.
gelato al malaga,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia
Piccola pasticceria.
piccola pasticceria,  Antica Osteria da Cera, Chef Lionello Cera, Lughetto di Campagna Lupia, Venezia

2 Commenti.

  • Nomenomen24 Aprile 2015

    Illuminaci. Haccp comunque. Meglio morire godendo visto che prima o poi ci tocca.

  • ginodaquino@virgilio.it23 Aprile 2015

    non mangio + ne la Ricciola di lenza ne la Spigola di lenza ...il perché nel caso ve lo fate spiegare diretto dai ristoratori vostri amici.......è un piccolo dettaglio che spiegano nei corsi Hccp ^ _ ^ per il resto servizi gastro giornalistici vi ammiro tanto Passione Gourmet 1 salutissimo

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *