Passione Gourmet J'S Hiro - Passione Gourmet

J’S Hiro

Trattoria
Via Vittadini 7 20136 Milano
Recensito da Carlo Cappelletti

Valutazione

Pregi

  • Un punto di vista non definitivo ma neppure scontato sulla cucina del Sol Levante.

Difetti

  • Nelle serate d’affollamento il locale diventa assai confuso malgrado gli sforzi dei gestori.
Visitato il 05-2013

390

Siete stanchi del solito giapponese e vi accascia l’idea di rischiare che la vostra serata milanese si tramuti in un naufragio nel mare magnum delle barchette, delle caravelle e dei transatlantici di sushi e sashimi nei locali della città? Cercate allora di fare in modo che la prossima tappa risol-levante sia allora J’S Hiro, sempre che, qualora foste in macchina, riusciate ad intercettare un parcheggio in un angolo di Milano dove per strada è più facile trovare una banconota da cento euro che un posto nelle strisce blu accessibili ai non residenti.
In questo locale, la cui esigua capienza unita alla robusta fama raggiunta attraverso il tam-tam cittadino rende necessaria la prenotazione, troverete molti fra i piatti che caratterizzano la cucina domestica giapponese, come lo yakimeshi, lo yakisoba o la zuppa di udon con tempura, con riso e pasta a dare risalto a condimenti di verdure, carne e pesce sempre gustosi e decisamente autentici.
In cucina si divertono però anche a giocare con piatti di matrice decisamente italica, ed ecco fare capolino, fra ingredienti filologicamente inappuntabili, tanto le cime di rapa quanto una versione nipponica e aromatizzata al tè Matcha del tiramisu. Nonostante l’evidente volontà di omaggiare il Giappone e alcuni dei suoi piatti meno noti, d’altronde, non c’è da parte della proprietaria Hiromi alcuna intenzione di trasformare il proprio locale in una bomboniera folkloristica; il desiderio di far sentire l’ospite a casa propria caratterizza infatti tanto l’accoglienza, calorosa ed amichevole, quanto l’arredamento, anch’esso poco conforme allo stereotipo del locale giapponese che ben conosciamo. Sorprendentemente, il locale tende a riservare qualche delusione proprio quando invece che sui piatti domestici si punta sul sushi, piuttosto ordinario così come un cirashi di discreta varietà ma molto migliorabile per qualità del pesce e cottura del riso, ed una tempura di gamberi e verdure decisamente sbilanciata verso il versante vegetale.
J’S Hiro rimane comunque uno dei nostri locali di riferimento per la cucina giapponese a Milano, per l’originalità di una proposta non omologata, per la piacevolezza complessiva e per un rapporto qualità/prezzo che tiene lontano ogni possibile rimpianto.

Polpettine di pesce (offerte come piccola entrata).
390
Zuppa di udon con tempura
390
Tataki di tonno
390
Tempura mista
390
Yakisoba
390
Il deludente Cirashi
390
Tiramisu al Tè Matcha
390
Bavarese di Asuki
390

 

..e che non si dica che su questa tavola manca l’acuto…
390

 

 

3 Commenti.

  • David Tamburini5 Agosto 2013

    A B C della cucina giapponese

  • Carlo CappellettiCarlo Cappelletti4 Agosto 2013

    Non è un concetto lontano dal carpione, in fondo.

  • stefano4 Agosto 2013

    mi chiedo che senso abbia pucciare i gamberi fritti in tempura dentro una zuppa....

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *