Passione Gourmet Trattoria Rovello 18 , Milano . Il Guardiano del Faro - Passione Gourmet

Trattoria Rovello 18 , Milano . Il Guardiano del Faro

Ristorante
Recensito da

Valutazione

14/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

Difetti

Visitato il 08-2020

Img_2736

Recensione .

Ehilà!
Il miglior bollito dell’anno!
Ma non solo per un gran bollito alla Trattoria Rovello 18, Trattoria per modo di dire, ma che mi riconcilia con una ristorazione milanese piena di fuffa.
Qui al Rovello 18 anche per vivere qualche ora in un ambiente raccolto e familiare, per la sincera affabilità del patron, per divertirsi a scegliere un paio di bottiglie dalle vaste carte dei vini (con ricarichi severi però…) e per l’atmosfera amichevole che si crea spontaneamente quando si incontrano sapori veri da gustare in santa pace, lontani dalle ansie e dalla fretta del centro città.

Però ricordiamoci che siamo comunque in centro, con i suoi costi ed i suoi ritmi, e quindi per riempire a nastro la trentina di coperti disponibili nelle due salette bisogna anche pensare alle mode ed alle supposte necessità dei manager in divisa e delle modelle in dieta.
Saranno quindi almeno sessanta le proposte descritte a penna sul menù.
Nonostante ciò non manca mai qualche pirla che entra e fa domande del tipo:
“Cosa c’è di buono oggi?”
“Qualcosa di diverso oggi?”
“Quali sono i piatti del giorno ? “

Img_2743

Tralasciando volutamente branzi e branzinetti, polpi e polpetti, acciughe e acciughine saranno cose più aderenti alla realtà gastronomica padana a farci soccombere felicemente fino a finire sotto il tavolo abbracciati ad una bottiglia di fantastico Porto Tawny Taylor 30 anni.

Ma prima di arrivare al Principe del Douro sarà opportuno passare da Bra per un crostino con la delicata e saporita salsiccia, prima ancora di affrontare una dolcissima lonza di maiale marinata da Cazzamali.

Img_2743

Img_2743

E ‘ giugno fuori, ma chi se ne frega.
Qui dentro saranno i raviolini di cappone di Morozzo nel loro brodo bollente a farci sudare più dell’intera bottiglia di Damijan Podversic e più della camminata nella calura del centro di Milano.

Img_2743

Img_2743

Ci vorrà invece l’acidità tagliente di un Zidarich per tranciare efficacemente sul magnifico bollito di 6/7 tagli di selezione Cazzamali . Cotechino da mondiale, ma anche il cappello del prete, l’ala di gallina, la lingua…per non parlare della rovinosa salsa verde, da buttar giù a cucchiaiate. E’ il piatto più costoso in carta : 28 euro , ma li vale tutti.

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Non da meno il bipede ruspante di Monica Maggio finito in forno dopo essere stato farcito con morbido composto, finalmente non volgare o stopposo come spesso accade per molte farce.

Img_2743

Non solo per golosità la torta al cioccolato o la meringa di panna e fragole, ma anche per tirare avanti la chiacchiera , tra strategie ed iniziative in vista del primo anniversario di Passione Gourmet . Luogo migliore non potevamo sceglierlo, e il bollito di giugno rimarrà a lungo nella memoria.

Img_2743

Img_2743

Img_2743

il pregio : Carni strepitose.

il difetto : Troppi piatti in carta mettono in imbarazzo e insinuano il dubbio che non tutti possano essere all’altezza delle aspettative.

Img_2743

Trattoria Rovello 18
Via Rovello 18
Milano
Tel . (+39) 02 72093709
Chiuso a pranzo il Sabato e la Domenica
Prezzo alla carta : 35 – 55 euro
Visitato nel mese di Giugno 2010

Visualizzazione ingrandita della mappa

Img_2743

gdf

14 Commenti.

  • Avatarazazel14 Giugno 2010

    branzi o branzino...torino o tirano...questione di dettagli

  • AvatarIl Guardiano del Faro14 Giugno 2010

    Tirana, era di Tirana, ma scendeva a Monza...

  • Avataralvigneto15 Giugno 2010

    Sorpreso,continuo a non capire .Intanto domani riposo ne riparliamo mercoledi se ho tempo.

  • Avatarazazel15 Giugno 2010

    ah era di tirana? tirana tirana, o durazzo?

  • AvatarFabrizio15 Giugno 2010

    al rovello 18 le poche volte che ci sono stato ho sempre mangiato bene.

  • Avatarfranco francese15 Giugno 2010

    Infatti, semplice ma buono...

  • Avatarnicola cavallaro15 Giugno 2010

    Ci sono stato una sera tardi con un amico appena atterrato a linate, mangiato bene e bevuto benissimo

  • AvatarPuccio15 Giugno 2010

    Finalmente si parla anche delle carni di Monica Maggio... Parisi sarà anche bravo ma è troppo inflazionato. Da consultare il sito del Feudo per farsi un'idea delle specie che la Maggio alleva...

  • Avatarsararlo15 Giugno 2010

    Sempre sentito parlare solo bene. L' ennesima conferma.

  • AvatarAntonio Scuteri15 Giugno 2010

    Bella dritta. Sbaglio o non è segnalata né da Gambero né da Espresso?

  • Avataremanuele barbaresi16 Giugno 2010

    Confermo il dubbio finale di Gdf: non tutti i piatti sono all'altezza delle aspettative.

  • Avatargiancarlo maffi16 Giugno 2010

    ah quei bei lessi di dodici o tredici modelli diversi. questi certo sono buonissimi, letta anche la provenienza. ma resta giustappunto un piattino da modelle. a proposito ve ne era qualcuno di una certa potabilita' ? io vorrei portarne a cena una di quelle che vanno di moda ora: modelle taglie grandi ma fighissime tipo natalie laughlin o whitney thompson . queste magnano ragazzi, quanto magnano ....

  • AvatarEnzo Vizzari17 Giugno 2010

    ...sbagli, Antonio: sulla nostra Guida c'è. Con uno striminzito 12 assegnato da me personalmente (ormai posso dirlo). Forse ci sono clienti e clienti, oltrechè piatti e piatti, e giorni-sì e giorni-no...

  • AvatarAntonio Scuteri17 Giugno 2010

    Ora l'ho vista, avevo cercato alla T di Trattoria e non alla R

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *