Passione Gourmet Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma - Passione Gourmet

Roscioli

Ristorante
Via dei Giubbonari, 21, Roma
Chef Nabil Hadj Hassen
Recensito da Roberto Bentivegna

Valutazione

15/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

  • I migliori ingredienti possibili.
  • Una bella atmosfera.
  • Si può prenotare on line.

Difetti

  • Tavoli molto ravvicinati.
  • La qualità ha qui un prezzo molto salato, su cibo e vini.
Visitato il 12-2015

Non si parlerà mai abbastanza dei Fratelli Roscioli.
Del loro successo imprenditoriale, delle loro scelte illuminate, anticipando ogni tendenza nel campo della ristorazione, della qualità che riescono a raggiungere e mantenere giorno dopo giorno.
Un panificio che è semplicemente uno dei migliori d’Italia.
E poi la salumeria Roscioli, locale modernissimo, davvero cosmopolita, eppure italiano fino al midollo.
Una formula che non ha lasciato spazio a superficialità, che ha curato ogni dettaglio per mettere d’accordo tutti, tanto il gourmet quanto il cliente comune, per fare grandi numeri e grandi incassi pur mantenendo un livello qualitativo altissimo.
Parliamo di sala, ad esempio. Quanti ristoranti in Italia si possono permettere di tenere due professionisti del livello di Valerio Capriotti e Maurizio Paparello? Rispondiamo noi: pochissimi.
In quanti altri locali si possono fare più di 100 coperti a sera con questi standard?
Dove avere il non plus ultra in tema di formaggi e salumi e poi ritrovare in carta una pasta burro e parmigiano da commozione? Che coraggio, che convinzione nei propri mezzi ci vuole per mettere in menù una pasta in bianco così?

Questo per sottolineare che Roscioli non è solo selezione di ingredienti, il “manico” in cucina non manca e si dimostra soprattutto nei primi piatti (non è un mistero che la carbonara Roscioli sia considerata una delle migliori). Merito di Nabil Hadj Hassen, il cuoco della corazzata di via dei Giubbonari.
Amore per la semplicità, sempre e comunque.
Si potrebbe obiettare che tutto questo ha un costo, molto (a volte troppo) elevato: ma è il mercato che fa il prezzo, e qui, lo abbiamo già sottolineato, non si bada a spese per rifinire i dettagli.

Ecco, se proprio dovessimo dare un segnale, ci piacerebbe che la stupenda carta dei vini mostrasse dei ricarichi più bassi, anche nella logica del tipo di locale in cui ci si trova: che meraviglia sarebbe poter cenare accompagnando queste stupende portate con una delle grandi bottiglie presenti nella sterminata cantina? Ci piacerebbe una carta vini che invogliasse a stappare anche cose importanti, una di quelle in cui l’appassionato si getterebbe a capofitto.
Dettagli che renderebbero il quadro perfetto.
Intanto qui si procede a passo velocissimo: Roscioli continua ad essere il locale da non mancare mai, per nessun motivo, in caso di vacanza romana.
Divertimento assicurato.

Prosciutto di manzo asturiano “Cecina de Leon”condito con olio extra vergine, limone e pepe di Sarawak.
prosciutto, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Joselito Gran Riserva.
joselito, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Culatello Spigaroli, Pancetta di Grigio del Casentino, salame di cinta senese, lonza di Noire de Bigorre, lombetto di Sauris.
Di più non sapremmo…
culatello, pancetta, salame, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Mortadella, riccioli di Parmigiano vacche rosse 36 mesi e cialda di pane croccante.
mortadella, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
La burrata pugliese con le alici del mar Cantabrico R. Peña.
burrata, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
La mozzarella di bufala con pomodorini semisecchi di Pachino.
mozzarella di bufala, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Salmone: norvegese affumicato con frassino, leggermente marinato con aneto.
salmone, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Burro e Parmigiano: rigatone con burro echirè “demi-sel”, Parmigiano di vacche rosse 36 mesi e Parmigiano di bruna alpina 30 mesi.
burro e parmigiano, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
La carbonara: spaghettone con guanciale artigianale, pepe nero malesiano, uova di Paolo Parisi e Pecorino romano dop.
carbonara, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Le polpette della tradizione romana: polpette di carne con pomodoro, riccioli di ricotta fresca affumicata e polentina di castagne (50% farina di semola e 50% farina di castagne)
polpette, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Formaggio Testun. Paradiso.
formaggio, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Tarte Tatin e gelato alla vaniglia
Tarte Tatin, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Il fantastico panettone cioccolato e pere del forno Roscioli.
panettone, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
Chiusura.
chiusura, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
I vini proposti da Valerio Capriotti:
vino, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
vino, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma
vino, Roscioli, Chef Nabil Hadj Hassen, Roma

3 Commenti.

  • PresidentePresidente22 Gennaio 2016

    Stefano intendi l'abbinamento con il vino ? Il Fiano ci è stato servito in quel momento, ma nessun vino è di fatto stato abbinato ai piatti, che peraltro erano differenti tra i vari commensali.

  • Stefano R20 Gennaio 2016

    Con la Carbonara cosa in particolare?

  • Prosit20 Gennaio 2016

    D'accordo su tutto. Avete fatto bene a menzionare la professionalità del servizio: in realtà sono tutti bravi e presenti da tempo, con competenze su cibo e vino, il che non fa sentire la mancanza di un vero e proprio sommelier. Quello che invece non mi piace e che si vede anche in una foto è la presentazione del formaggio a pezzi come un parmigiano, perchè per me il formaggio (quando la consistenza lo permette) va tagliato e presentato a fette. Capisco che a fette o a pezzetti il sapore è lo stesso e che probabilmente sarà un fatto psicologico. Il conto è altino, ma se dalle 19.00 alle 22.00 c'è la gente fuori che aspetta di sedersi si fa fatica a rimproverare sui prezzi.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *