Passione Gourmet Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi, Giuseppe Malvetani

Lorenzo

Ristorante
via Carducci 61, Forte dei Marmi (LU)
Chef Gioacchino Pontrelli
Recensito da Giuseppe Malvetani

Valutazione

16/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

  • La grande qualità della materia prima.
  • Pontrelli in cucina.
  • Lorenzo in sala.

Difetti

  • Forse manca la vista del mare, sarebbe stata la ciliegina sulla torta.
  • Ricarichi dei vini esorbitanti.
Visitato il 02-2014

In un mondo in cui tutto cambia velocemente, è bello che alcune cose restino uguali. Dà sicurezza.
E’ questa la sensazione che si ha entrando nel ristorante Lorenzo a Forte dei Marmi, un senso di sicurezza. Un senso di familiarità, rimasto inalterato nel corso degli anni, dato da un’accoglienza sì formale, ma mai distaccata, algida, come spesso accade in alcuni ristoranti di alto livello in cui l’ostentata cortesia, più di maniera che spontanea, mette quasi a disagio gli avventori. Qui no, qui l’ospitalità è di casa.

In questo storico ristorante della Versilia, il patron Lorenzo Viani è il direttore di un’orchestra ben affiatata sia in sala, dove è coadiuvato dalla figlia Chiara, che in cucina, regno dello chef Gioacchino Pontrelli.
Un po’ come ai grandi sarti napoletani basta un’occhiata per capire il tipo di stoffa ed il taglio d’abito più adatto al cliente, così a Lorenzo, con un savoir faire d’altri tempi, è sufficiente uno sguardo per capire le esigenze dei suoi ospiti e per cucirgli addosso un’esperienza gastronomica su misura (a patto che si lascino consigliare ovviamente).
Un’esperienza, va detto subito, senza inutili effetti speciali, incentrata sulla grande qualità delle materie prime e sulla felice mano dello chef Pontrelli che sa farle arrivare in tavola senza troppi stravolgimenti, dimostrando al contempo un’ottima tecnica.
Molto buono l’equilibrio generale dei piatti, particolarmente centrati alcuni accostamenti come quello del gambero alla fonduta di verdure aromatizzata al vermouth dry, un classico del ristorante, o dell’aragosta rosa con riduzione allo Champagne.

Qualche piccola sbavatura, un eccesso di sale sulle cozze ed una nota piccante al limite del coprente nelle linguine al basilico con crostacei, non compromette il risultato di un percorso sicuramente appagante, sapientemente giocato tra delicatezze, pungenze, consistenze e temperature.
A far da contraltare alle proposte dello chef, una carta dei vini decisamente importante per quantità, qualità e varietà con un unico limite già riscontrato nelle precedenti visite, ricarichi in alcuni casi davvero eccessivi.
Va detto, per dovere di cronaca, che nel menù trovano spazio anche un buon numero di proposte “di terra” – alcune molto interessanti – ma, a poco più di cento metri da una delle coste più apprezzate d’Italia, è davvero difficile resistere alle tentazioni del mare.
A meno ovviamente di non amare il pesce o di avere qualche forma di allergia, ma in questo caso si è probabilmente sbagliato locale.
Per tutti gli altri, per chi sa mangiare il Pesce (con la P maiuscola), il ristorante Lorenzo è uno di quei posti da segnare sulla mappa quando si passa in Versilia.

Per la qualità della proposta, certamente. Ma anche per la signorilità e lo charme di chi c’è dietro. Chapeau.

Crocchetta di gamberi con gamberetti di fondale
crocchetta di gamberi, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Il cestino dei pani…
cestino dei pani, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Gambero rosso scottato in fonduta di verdura aromatizzato al vermouth dry: uno dei classici del ristorante
gambero rosso scottato, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Involtino di porettine con mela annurca al curry
involtini di porettine con mela, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Seppioline di fondale gratinate in forno al profumo di aglio gentile di Voghiera: un grande piatto nella sua semplicità.
seppioline di fondale gratinate al forno, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Le cozze nane: peccato per l’eccesso di sapidità…
cozze nane, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Linguine al basilico con crostacei e pomodorini al profumo di ginger: ottima la pasta ed i crostacei, eccessiva la nota piccante.
Linguine al basilico con crostacei, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Aragosta rosa in crosta di pane, riduzione allo champagne: altro ottimo passaggio.
Aragosta rosa, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
La leggendaria maionese espressa di Lorenzo, preparata al tavolo.
maionese, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Millefoglie di pescato, verdure di stagione su fonduta di topinambur profumato al crescione.
millefoglie, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
Dulcis in fundo: Pastiera 2014…
Dolce, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
…cremino nocciola con gelato ai pistacchi di Bronte…
cremino, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi
…e piccola pasticceria.
piccola pasticceria, Lorenzo, Gioacchino Pontrelli, Forte dei Marmi

4 Commenti.

  • Giuseppe15 Aprile 2014

    Sinceramente io sono andato a memoria per le 2 precedenti occasioni in cui ero stato negli anni passati ed il fatto di non averlo visto in questa occasione mi ha fatto pensare più ad una casualità (era fuori stagione a pranzo pochi giorni dopo la riapertura dal fermo invernale) piuttosto che ad un vero e proprio scioglimento del sodalizio... chiedo venia.

  • leo15 Aprile 2014

    Si capiva che l'errore proveniva da visite passate. Del resto, pur essendo, come diceva GM su FB, piuttosto inconfondibile (specie Libero) il personale tutto di Lorenzo ha una leggerezza che non ti accorgi dei cambiamenti.

  • PresidentePresidente15 Aprile 2014

    Grazie Leo, abbiamo corretto.

  • leo15 Aprile 2014

    Ottimo come sempre Lorenzo ma ricordo che Libero non è più sommelier del locale dall'anno scorso. E io da toscano apprezzo la sapidità di alcune loro preparazioni ;-)

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *