Passione Gourmet Minnetti in Trastevere, Roma. Norbert - Passione Gourmet

Minnetti in Trastevere, Roma. Norbert

Ristorante
Recensito da Presidente

Valutazione

15/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

Difetti

Visitato il 12-2021

Img_2736

Recensione ristorante.

Pianeta Terra.
Questo ristorante,chiuso ormai dal lontano 1992, circa vent’anni fa secondo alcuni era IL punto di riferimento gastronomico di Roma insieme a pochissimi altri come Alberto Ciarla ed il Lord Byron.
Anima del locale lo chef Roberto Minnetti, toscanaccio di Sansepolcro, uomo dalle idee chiare,antesignano di un concetto ideale di cucina legato alla conoscenza ed al corretto utilizzo di materie prime di primissima qualità alleggerite nelle presentazioni e negli accompagnamenti.
Dopo la chiusura a Roma ed il trasferimento per tanti anni in quel di Montalcino al Poggio antico da meno di un anno lo chef è tornato nella capitale alla guida di un piacevolissimo bistrot nella zona più tranquilla di trastevere a giusta distanza dalla febbrile movida del quartiere.

I toni del rosso dominano in varie sfumature dal parquet,alle sedie,ai muri,alle tovaglie americane.
In sala la competente e preparata Elisa,già facente parte della premiata scuderia Antonello Colonna, da vera padrona di casa saprà subito mettere a proprio agio l’avventore.
Il saluto della cucina è rappresentato da una piacevole insalata di cappone con una tapenade di olive,

Img_2743

in accompagnamento dei pani al tartufo,rosmarino,ricotta e basilico e pomodoro,ma soprattutto dei curiosi grissini decisamente più cotti e sottili al centro e molto meno cotti e più spessi alle estremità.
Quiche di radicchio con taleggio

Img_2743

rustica ma delicata,accompagnata da una salsa dalla sapidità molto equilibrata.
Lingua di chianina in salsa verde.

Img_2743

Semplice, ma davvero squisita, in questa pietanza si vede già una notevole maestria nella manipolazione delle carni.
Maestria che nei ravioli di chianina con salsa al vin santo e fegatini

Img_2743

dà prova di sè in modo indiscutibile. La pasta ,tirata perfettamente, cela dentro un ripieno di bontà commovente assolutamente coerente con la salsa che l’accompagna.Elisa lo ha definito un “caldo abbraccio invernale”ed io non posso che convenire sul fatto che un piatto così scalda, anche se fugacemente,il cuore.Dalle presentazioni dei piatti si vede che lo chef bada alla sostanza e molto meno alla forma.
Gnocchetti rosa in salsa di brasato.

Img_2743

Altra prova che lo chef sa il fatto suo. I delicati gnocchetti impastati con la rapa sono accompagnati da una salsa di brasato adeguatamente addomesticata. Il risultato? Sapori bilanciati e gusto preservato.

Stinco d’agnello nel suo ristretto e cicorietta.

Img_2743

Qualità della carne indiscutibile,la temperatura di servizio però non mi è sembrata ottimale.Salsa tirata alla perfezione.

Peposa. Piatto tipico toscano con lo stinco stracotto di vitellone marinato nel vino rosso tante ore viene servito con un purè di patate di buona fattura. Spezie, pepe in primis ovviamente, dosate col misurino.

Img_2743

Torta di ricotta con noce moscata e cannella,gelato di menta,cocco e zabaione.

Img_2743

A mio avviso un pò troppo secca,forse perchè in là con la cottura.Gelati di menta e cocco non appropriati,un pò di più quello allo zabaione.
Dopodichè Elisa ha servito due squisite ostriche normanne a chiudere singolarmente una cena decisamente piacevole.
Il tutto accompagnato da un buon Brunello di Montalcino 2004 di Aglieta.
E’ un locale dove si sta bene nelle mani di uno chef sapientemente ancorato alla tradizione.
Una nota di merito ad Hiro chef giapponese che da tanti anni è con Minnetti e ne rappresenta quasi un alter ego.

il pregio : Cucina tradizionale ed armonica.

il difetto : La presentazione poco curata dei piatti ed i due monitor all’ingresso del locale.

Minnetti in Trastevere
Via Garibaldi 56
Roma
Tel. (+39 ) 06 58333248
Prezzi alla carta:
Antipasti:da 12 a 14 euro
Primi: da 8 a 14 euro
Secondi: da 15 a 25 euro
Dessert: da 10 a 12 euro

Chiusura settimanale: domenica e lunedì a pranzo.

http://www.minnetti.com/

Visitato nel mese di Gennaio 2010

Visualizzazione ingrandita della mappa

Norbert

Img_2743

25 Commenti.

  • Avataremanuelle15 Febbraio 2010

    Er mejo de Roma. Ma a parte i gusti, Montalcino è chiuso?

  • AvatarMinnetti in Trastevere, Roma. Norbert « Passione Gourmet16 Febbraio 2010

    [...] Approfondimento fonte: : Minnetti in Trastevere, Roma. Norbert « Passione Gourmet [...]

  • AvatarIl Guardiano del Faro16 Febbraio 2010

    Ottimo interprete della cucina classica ma non dimenticherei colpi di fioretto datati primi anni novanta come la sua "Quaglia farcita in salsa di ostriche" o l'amatriciana di frutti di mare, a fianco a pezzi di classicismo assoluto com il patè di fegatini in salsa di Moscadello di Montalcino. Esperto di vini di rilievo, ironico e provocatore come potrete leggere sul sito quando afferma che uno chef non può non essere anche un conoscitore del vino... cosa che non darei proprio per scontato :D ... e lui lo sa è lo stigmatizza con ironia.

  • AvatarAntonio Scuteri16 Febbraio 2010

    Pianeta Terra e Poggio Antico, quanti ricordi.... Non ho ancora provato Minnetti in Trastevere, mea culpa, mea culpa mea maxima culpa. Provvederò al più presto. Grazie Norbert

  • Claudio Persichellanorbert16 Febbraio 2010

    Che io sappia sì. Montalcino a gennaio era chiuso per ferie ma credo non riapra. Ho avuto l'impressione che Minnetti voglia concentrarsi su Roma. Comunque al riguardo non sono sicurissimo. Su Roma poi ce ne sono ancora tanti da provare.....

  • Claudio Persichellanorbert16 Febbraio 2010

    Figurati. Una serata lì é proprio ben spesa....

  • Avatarsararlo16 Febbraio 2010

    Pianeta Terra, provato, a suo tempo. Era il locale preferito della Bellucci, quando era di stanza a Roma.

  • AvatarLapo16 Febbraio 2010

    Di stanza e di restyling precedente alla Punto, e quel posto era pieno di politici del cz mandati al macero.

  • Avatarvelavale16 Febbraio 2010

    le foto eh ehe eh

  • Fabio Fiorillofabio fiorillo16 Febbraio 2010

    Le foto d'ora in avanti non saranno più il tallone d'Achille di Norbert..

  • AvatarVittorio17 Febbraio 2010

    Ho visto per la prima volta questo blog stassera mentre cercavo un posto dove andare a cena a Roma, devo dire che sono stato impressionato dalla quantità/qualità del materiale pubblicato e dalla affinità di giudizio Ceno sempre fuori e una volta alla settimana "cerco" di andare in un nuovo locale Negli ultimi due anni ho vissuto tra Milano, Roma, Parigi e Madrid e devo dire che Roma ha la più alta concentrazione di trattorie/ristoranti, ma anche una percentuale bassissima di posti "passabili", peggio di Milano Detto questo, stassera ho toccato il fondo: Sono stato da Minetti, ho prenotato alle 20 per le 21, nessun problema c'era posto Arrivo, trovo il locale ingombro da una ventina di persone con bambini, presumo una cena di familia Mi siedo, guardo il menù (mediamente attraente) e opto per primo e secondo, guardo la carta dei vini (veramente scarsa con ricarichi altissimi) non trovo niente ed opto per un bichiere alla mescita Mangio il primo (tagliolini con ostriche) niente di eccezzionale, arriva il secondo (tagliata di chianina) e mi viene portata una scelta di sali disposti su delle saliere a piattino dove si vedeva l'impronta delle dita dei clienti precedenti. Nel frattempo le persone in attesa si sono sedute, si sono calmate ed hanno cominciato a mangiare. Cosa succede: era una riunione di un politico per le imminenti elezioni regionali ed ad un certo punto ad un metro da me è iniziato il comizio elettorale. Il ristoratore (o la ristoratrice) al momento della mia prenotazione non mi hanno avvertito che contemporanemente alla mia cena ci sarebbe stata una riunione politica, questo penso che possa dirla tutta sulla impostazione del locale. PS: il conto è stato di 66 euro, primo, secondo, sorbetto, un bicchiere di vino, delizioso comizio elettorale incluso

  • Avatarsararlo17 Febbraio 2010

    x "Lapo". Era un po' prima che venissero mandati al macero. Ci andava un notabile del PRI (il nome è stato sepolto) che, appunto, gli pagava le linguine alla bella di Città di Castello. Poi lui è sparito e lei è andata a Parigi.

  • Claudio Persichellanorbert17 Febbraio 2010

    Che dire, l'esperienza mia è stata diversa,fortunatamente. Tranquilla e serena come l'ho descritta. Se fossi capitato nella serata tua avrei avuto poco per riscaldarmi il cuore e molto per riscaldarmi "altre cose"e la scheda sarebbe stata senz'altro differente. Spero che il comizio sia stata un'eccezione,anche se mi rendo conto che il ristoratore,specie di questi tempi,non può sputare nel piatto dove mangia.

  • Avatarelisa24 Febbraio 2010

    Grazie per la gentilezza. Montalcino riaprirà il 03/04/2010 .

  • Avatarelisa24 Febbraio 2010

    Abbiamo visitato il sito La ringraziamo per le cortesi parole sia nei pregi che nei difetti di cui ne faremo tesoro.

  • AvatarAntonio Scuteri13 Aprile 2010

    Mi dicono che ha chiuso i battenti

  • Claudio Persichellanorbert13 Aprile 2010

    Credo ci sia stato recentemente Orson....

  • AvatarLuigi27 Aprile 2010

    Io ho avuto l'onore e il piacere di poter lavorare con il Grande Roberto al Pianeta Terra. Quanti ricordi e quante risate fatte insieme.. Mi manca quel posto e anche se in privato,seguo i suoi spostamenti.. spero di poterlo rivedere al più presto per stringere la mano ad un grandissimo della cucina italiana..

  • AvatarIl Guardiano del Faro27 Aprile 2010

    Anch'io rivendico l'onore e il piacere di avere lavorato e condiviso il pass con il Grande Roberto Minnetti. Risate e bottiglie comprese! :D Luigi, dove sta ora?

  • Claudio Persichellanorbert27 Aprile 2010

    Dispiace davvero che l'avventura romana sia terminata. A gennaio mi era sembrato abbastanza determinato. Prosit....

  • AvatarLuigi28 Aprile 2010

    Da quello che ho letto dovrebbe stare a Roma,a Trastevere..

  • AvatarAntonio Scuteri8 Maggio 2010

    Al suo posto l'ennesimo ristorante da amatriciane&tagliate

  • Avatarorson8 Maggio 2010

    Davvero un peccato. A conferma di una "scena" romana sempre più omologata verso il basso...

  • AvatarElio12 Ottobre 2010

    E' adesso all'Antica Contrada di Paraggi - Portofino con Luigi Taglienti. Peccato abbia lasciato Roma ...

  • AvatarOrazio22 Ottobre 2010

    Speriamo torni a Montalcino.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *