Passione Gourmet Ermitage ex voto E. Guigal 2001 - Passione Gourmet

Ermitage ex voto E. Guigal 2001

Vino
Recensito da Alberto Cauzzi

Maison Guigal, un impero nella Valle del Rodano

Fondata nel 1946 da Etienne Guigal ad Ampuis, la Maison Guigal rappresenta oggi un’azienda prestigiosa, culla di denominazioni di eccezione come Côte-Rôtie, Condrieu, Hermitage, Châteauneuf-du-Pape, Saint-Joseph e Crozes-Hermitage. Un sito di rara bellezza quello che ospita la storica sede, un castello del XII secolo eretto sulle rive del Rodano, nel piccolo e antico villaggio sito a pochi chilometri a sud di Lione ed epicentro della denominazione Côte-Rôtie. Qui la famiglia continua a coltivare le viti con passione, prestando particolare attenzione alla loro preservazione attraverso un approccio ragionato, lontano da ogni artificio. L’obiettivo è quello di perpetuare la promessa fatta al fondatore, ossia di condurre l’azienda lungo il sentiero da lui tracciato, lavorando con impegno per trasmettere la stessa passione alle generazioni future; filosofia ben consolidata in quello che è il motto di questa famiglia: “Nul bien sans peine”.

Ermitage Ex-Voto 2001

Tra le gemme che adornano queste terre vi è l’Ermitage, una denominazione antica il cui nome è un omaggio all’eremita dedito alla vigna che abitava queste zone nel XIII secolo. Da sempre apprezzato presso le grandi corti europee per la trama fitta e la persistenza aromatica, qui nello specifico si produce l’Ermitage Ex-Voto, 100% Syrah affinato per 40 mesi in botti nuove, un vino dal grande potenziale di invecchiamento, prodotto esclusivamente nelle annate migliori.

Un naso, quello di questo vino, che sembra quasi invitare a prendere parte a un banchetto: carne alla brace, brodo, note umami e di spezie mediterranee tra le quali vengono in evidenza rosmarino, salvia, noce moscata e pepe nero. Al sorso si riscontra tutto quanto precedentemente detto, il brodo di carne e l’aroma di brace sono protagonisti, il che denota un segno di evoluzione e terziarizzazione forse eccessiva, ma si fanno largo anche una punta di oliva nera in salamoia, funghi e prugne sotto spirito. Nel complesso una grande eleganza e una struttura sostenuta, con l’unico difetto di scivolare via in fretta. Evanescente in alcuni tratti e leggermente corto, proprio come un pranzo piacevole che dura, però, troppo poco. Un grande Syrah, bisognoso di attenzioni e di lungo tempo per esprimersi.

 

 

4 Commenti.

  • AvatarGigi Eporedia20 Gennaio 2021

    Buongiorno Alberto Noto con disappunto che nelle vostre recensioni sui vini non accennate mai al prezzo al pubblico. E' forse un segreto di Stato? E perché mai è scomparsa l'interessante rubrica Under 10, l'unica che forniva una corretta ed esaustiva informazione al lettore? Grazie anticipate se vorrai rispondermi e un caro saluto.

  • PresidentePresidente20 Gennaio 2021

    Ciao gigi, il prezzo di questi vini è molto variabile e spesso differisce per la sua reperibilità, alle volte molto difficile. Ecco perchè non ne scriviamo, ma con una rapida ricerca su google potrai soddisfare le tue necessità. Un caro abbraccio

  • AvatarGigi Eporedia20 Gennaio 2021

    Buongiorno Albero Noto con disappunto che in ogni vostra recensione sui vini non accennate mai al prezzo al pubblico. E' forse un segreto di Stato? E che fine ha fatto l'ottima rubrica Under 10, che forniva, questa sì, un'esaustiva informazione al lettore? Grazie anticipate se vorrai rispondermi e un caro saluto.

  • AvatarGigi Eporedia20 Gennaio 2021

    Grazie mille e scusa se ho inviato un secondo messaggio, ma, come ben sai, non sono un fulmine di guerra con il computer... Un abbraccio anche a te.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *