Passione Gourmet Pizzeria I Masanielli, Francesco Martucci, Caserta - Passione Gourmet

I Masanielli

Pizzeria
viale Giulio Douhet 11, Caserta
Chef Francesco Martucci
Recensito da Alberto Cauzzi

Valutazione

Pregi

  • Una pizza di formidabile leggerezza.
  • Ingredienti d'eccezione.
  • Tanta tecnica e il palato di Francesco Martucci.

Difetti

  • La lunga coda, obbligatoria, da una certa ora in poi.
Visitato il 04-2018

El pibe de oro della pizza abita a Caserta

Sulla personalità e sul talento di Francesco Martucci, alias el pibe de oro, abbiamo veramente poco da aggiungere. La sua crescita è inarrestabile: dopo aver attrezzato più di 300 metri quadri di cucina con ogni diavoleria conosciuta sull’orbe terracqueo (abbattitori, roner, essicatori, liofilizzatori, estrattori, affumicatori) lui continua a sperimentare; il fine? Costruire un nuovo codice della pizza contemporanea. E lo fa a suo modo, con un suo percorso personale, e con doti davvero rare: perseveranza da un lato, talento istintivo dall’altro e un grande, grandissimo palato che gli fa scoprire equilibri e dosaggi a molti ancora sconosciuti.

La sua versione di marinara, il futuro di marinara, oltre che nella mirabile tripla cottura (al vapore a 100°, fritta a 180° e al forno 400-420°) che conferisce una croccantezza unita a una leggerezza davvero formidabili, è un punto di riferimento per quella salsa di pomodoro concentrata quanto leggera e per gli ingredienti sapientemente dosati: crema di pomodoro arrosto, per la precisione, che ricorda il ragù cotto ore e ore sulla stufa economica; pesto di aglio orsino, capperi di Salina, olive di Caiazzo, alici di Trapani e origano di montagna.

L’innovazione e il gusto nella pizza migliore del mondo

Un tripudio e un’esplosione di sapori e un grande, grandissimo assemblaggio di prodotti. Francesco Martucci cerca il meglio, non solo in Italia, e lo lavora fino a fare della pizza una materia nobile in barba alla sua estrazione popolare. Ma il capolavoro compiuto è proprio questo.

Anche nelle pizze più tradizionali, tipo la Parmiggiana, riesce a imprimere una forza e un sapore che solo i grandi palati riescono a codificare. Quale? In questo caso il ricordo della parmigiana della nonna, quella un filo ossidata ma meravigliosamente golosa. Passando attraverso la 4 pomodori in 4 consistenze, con un lavoro tra asciugature/essicature, concentrazioni e lavorazioni che rende davvero onore al re pomodoro. Finiamo con il capolavoro contemporaneo della Popeye,  spinaci al burro di Normandia, coppa di testa di Simone Fracassi, crema acida di bufala, zest di limone. Un unicum davvero micidiale.

Un talento unico, che non si arresta, e che continua la sua crescita e la sua evoluzione con costanza e tenacità.

La Galleria Fotografica:

1 Commento.

  • AvatarCarlo cornacchia15 Maggio 2020

    Di ritorno a caserta dopo quarant'anni di giro del mondo in diplomazia, ho provato una pizza eccezionale,queĺla ispirata da un piatto della nonna di francesco martucci. Potete quindi capire con quale passione sia stata preparata. E' stato un bellisimo ritorno ed ho fatto i miei complimenti a francesco

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *