Passione Gourmet Madonnina del Pescatore Chef Moreno Cedroni - Passione Gourmet

Madonnina del Pescatore

Ristorante
Lungomare Italia 11, Senigallia (AN)
Chef Moreno Cedroni
Recensito da Alberto Cauzzi

Valutazione

17/20

Pregi

  • Cucina ludica, vivace e ricca di contaminazioni centrate.
  • Ambiente curato e elegante, ancora molto attuale.
  • Servizio preciso e puntuale.

Difetti

  • Il locale un po' troppo rumoroso quando è pieno.
Visitato il 06-2018

Moreno Cedroni seduce ancora con la sua cucina giocosa e originale

Difficile rimanere sulla cresta dell’onda più di 30 anni. È possibile passare periodi di difficoltà e di crisi creativa. Eppure a Moreno Cedroni e alla sua Madonnina del Pescatore non sono mai mancate idee, spunti, originalità gustativa. Forse, ciò che è successo talvolta è semplicemente il fatto che queste idee non trovassero una corrispondenza gustativa precisa. Nel percorso di Moreno ci sono sempre azzardi e il coefficiente di difficoltà a cui sottopone la sua cucina, per numero e tipologia di ingredienti adottati, è sempre molto elevato.

Questa volta crediamo che, con la maturità, questo eterno e scintillante Peter Pan abbia trovato una posizione più centrata e concreta nella sua cucina immaginifica. Ha ridotto gli impegni, ha concentrato le sue energie. Energie, che a dire il vero, ha sempre costantemente orientato verso l’innovazione. Il primo a proporre il susci all’italiana, il primo a guardare con occhio curioso allo street food, rendendolo gourmet, il primo a lavorare i salumi di mare, il primo a inscatolare le sue creazioni ittiche. Insomma, sempre il primo, forse, quasi sempre troppo in anticipo sui tempi. Un visionario Moreno che ha sopperito a una tecnica da autodidatta con tante idee e tanta immaginazione. Oggi il suo percorso a noi pare molto più compiuto e completo.

Il padre del susci italiano ha ancora molto da dire

Tutti i piatti degustati nel nostro percorso sono stati, oltre che riconoscibilissimi, anche piacevoli e molto interessanti e spiazzanti come questo piatto, tra i più riusciti, il ramen tiepido di pesce:

Un piatto decisamente intrigante e, come fu per il susci, assolutamente personalizzato dal Moreno Style. Spuma di friggitelli, spaghetti felicetti su fondo, uovo cotto nella soia, ricciola affumicata et voilà, il ramen secondo Moreno Cedroni, riuscitissimo, sottraendo leggera importanza all’ananas, forse troppo in evidenza in questa preparazione. Stupendo il Piccione con salsa masala, ottimo il Moro oceanico così come le Mazzancolle turgide.

Completa il quadro un ottimo servizio, gestito amabilmente da Mariella, compagna nella vita e di avventura e degno contraltare del marito. Di Mariella si parla sempre troppo poco, una classe, eleganza e discrezione veramente uniche che hanno fatto la fortuna della Madonnina alla pari di Moreno. E che noi consideriamo un pochino la nostra casa, da sempre.

La galleria fotografica:

1 Commento.

  • Alessandro Pirri19 Giugno 2018

    Mi scusi ma non capisco proprio il punteggio 17/20 che a me sembra veramente riduttivo, frequento spesso stellati in Italia (sono stato anche all'Osteria Francescana e alle Calandre come da Parini o Uliassi ecc.) e credo che sia a livello di servizio che di cucina non abbia niente da invidiare ai ristoranti menzionati sopra. I secondi come il piccione o il maialino assaggiato l'ultima volta sono stati tra i secondi migliori mai mangiati. Poi c'è anche il discorso che Moreno Cedroni è uno chef che rischia anche molto negli accostamenti delle materie prime pur potendo vivere con piatti da lui creati da anni. Per me 19/20.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *