Passione Gourmet La Capinera, Chef Pietro D'Agostino, Taormina (ME) - Passione Gourmet

La Capinera

Ristorante
via Nazionale 177, Lido di Spisone, Taormina (ME)
Chef Pietro d’Agostino
Recensito da Presidente

Valutazione

15/20

Pregi

  • Un cuoco che sa “parlare” a tutte le tipologie di clientela

Difetti

  • Sarà scontato, ma il bagno esterno è un grosso limite strutturale
Visitato il 05-2013

Pietro D'Agostino, la capinera, taormina

Equilibrio, solidità, concretezza, moderata creatività, leggerezza, territorialità. Una serie di aggettivi che vi baleneranno in mente quando uscirete, soddisfatti ed appagati, da questo gradevole ristorante del lungomare di Taormina.
Pietro D’Agostino ha certamente il successo che la sua cucina merita. Mai troppo ardita, con preparazioni di semplice lettura, con alcune reiterazioni stilistiche (salse ripetute, così come gli ingredienti) che non fanno gridare evviva allo scafato gourmet ma che soddisfano ampiamente l’immenso bacino di clientela, per lo più turisti stranieri ed italiani, che affolla la sua sala. A dire il vero anche il Gourmet non potrà che rimanere soddisfatto da una cena in questo luogo incantevole, vista mare. Cosa si può obiettare ad un cuoco che ti prepara una ottima materia prima, in particolare ittica, che la esalta con alcune preparazioni centrate e divertenti, che riesce a portare semplicità, immediatezza ma tanto gusto nel piatto?
Quasi nulla, a parte il fatto che forse si potrebbe osare qualche preparazione più ardita, meno scontata e più evocativa. Invece qui ti viene servito il mare nel piatto, con moderato estro e fantasia. La carta dei vini, ottima ma dai ricarichi abbastanza importanti, soprattutto sul versante champagne, è ben presentata e gestita da una giovane e validissima sommelier in sala, nonché sorella dello chef. Altra figura di spicco del locale è Giorgia, abilissima, cordiale e gentile maitre, anch’essa sorella del buon Pietro. L’emblema di questo luogo? Certamente il tonno rosso con composta di cipolle e succo di carota. Semplice ma intenso, una materia prima straordinaria. Così come la vista sul golfo di Taormina, da mozzare letteralmente il fiato.

Crema di legumi e quenelle di ricotta.
crema, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina
Mezzi Paccheri pastificio Vicidomini con Scampi, vongole veraci locali e pomodorini al forno.
pacchetti, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina
Pesci, Crostacei e Molluschi con insalata di riso selvatico.
crostacei, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina
Zuppa di pesce di scoglio con granelli di pasta fresca di grano Tumminia.
zuppa di pesce, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina
Spaghettone Artigianale Benedetto Cavalieri con Bottarga, Limone e menta piperita.
spaghettoni, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina
Cuore di tonno con cipolla rossa in agrodolce.
tonno, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina
Braciole di cernia di fondale arrotolati con gamberi rossi, zenzero e broccoletti.
cernia, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina
Bavarese alle mandorle.
bavarese, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina
Torta di pistacchi e gelato di pecora.
torta, Pietro D'Agostino, la capinera, taormina

2 Commenti.

  • Marco 50&5029 Maggio 2013

    Lo spaghettone artigianale vince di un'incollatura sui mezzi paccheri che si sono distratti alla ricerca degli scampi, forse in scampagnata... 3 anni per rimediare al limite strutturale forse sono pochi... Marco 50&50

  • Luca Colombo29 Maggio 2013

    Ottimo ristorante, bravissimo chef, il migliore in assoluto di Taormina e dintorni. La location è il grave difetto essendo piazzata sulla statale e sotto i viadotti dell'autostrada e sopra la ferrovia; manca solo la pista per gli aerei.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *