Passione Gourmet Ristorante - American Bar Al Solito Posto, Chef Serenella Medone, Bogliasco (GE), di Alberto Cauzzi - Passione Gourmet

Ristorante – American Bar Al Solito Posto, Chef Serenella Medone, Bogliasco (GE), di Alberto Cauzzi

Ristorante
Recensito da Presidente

Valutazione

14/20 Cucina prevalentemente di avanguardia

Pregi

Difetti

Visitato il 12-2019

Recensione Ristorante

A Genova oggi l’appassionato gourmet, ma anche il cliente esigente, ha una discreta scelta di ristoranti interessanti verso cui orientarsi.
Insomma, a Genova si mangia bene.
C’è Baldin, su cui brilla la stella da tempo e ci regala costantemente una buona e interessante cucina. C’è il neo-stellato The Cook, di cui abbiamo parlato poco tempo fa proprio su questi schermi e Panero ad Eataly, forse il cuoco più talentuoso e tecnico del gruppo.
E poi ci sono due giovani, bravi, volonterosi cuochi che già oggi regalano al pubblico genovese una cucina moderna, scintillante, in costante crescita e movimento.
Davide Cannavino, della Voglia matta, e la fantastica Serenella Mendone – nomen omen non dimenticatelo :-).
Cuoca autodidatta, per passione, e si vede. Ma che guarda al mondo della ristorazione con curiosa, umile e vivace intelligenza.
E per questo sta facendo e farà, glielo e ce lo auguriamo, passi da gigante.
In questo fu Pub dove i ben informati autoctoni (il nostro Luca Canessa in testa) raccontano come già un tempo si bevevano buone birre e si degustavano fragranti ed intriganti panini, oltre ai dolci, già allora di grande livello.
Eh si, Serenella. Passione per i dolci, ma non solo. Passione per l’ascolto. Dei clienti, dei colleghi più blasonati. Serenella ascolta tutti. E fa tesoro di critiche, consigli, e ci lavora, si impegna.
E come per incanto – ovviamente è un eufemismo – la sua cucina cresce alla velocità della luce. La nostra valutazione, prudente, può far presagire a traguardi anche più importanti.
Perché se ci fossero più piatti come quelle tagliatelle di estratto di erbette e gamberi beh, saremmo di fronte ad una nuova ed interessante scoperta. Senso delle proporzioni, del gusto, dosaggio calibrato (ed infinitesimale aggiungo io) del sale, anche e soprattutto rispetto del contesto in cui opera.
Mai dimenticato, e senza voli troppo pindarici, che spaventerebbero la ancor troppo risicata clientela affezionata.
Aiutiamo Serenella, andiamo a trovarla e regaliamoci interminabili menù degustazione. Perché con la materia prima qui non si scherza, così come la buona tecnica, che già non manca.
E non scordatevi di chiedergli, per gli amanti del genere, un flusso infinito di dolcezze che, complice l’amicizia con la pluri-rinomata pasticcera Loretta Fanella, vi farà sobbalzare sula sedia a fine pasto.
Ma ricordatevi che è tutto merito suo, della sua caparbietà, della sua intelligenza, della sua perseveranza.

Brandade di baccalà e panzanella alleggerita

I pani, fantastici!

Ostrica, cipolla e patate : omaggio a Uliassi (ma rivisto da una ricetta personale). Così è recitato in carta, Brava!

Nasello, fragrante fiore di zucchina fritto, crema di zucchine trombetta

Tagliatelle di erbetta, gamberi e polvere di gamberi (sensazionale! foto di apertura)
Ciupin (la zuppa di pesce della tradizione) in pasta mista fatta a mano (callosa al punto giusto) e spatola

Tortelli di pomodoro confit (ottimi) con burrata e crumble di acciuga

Catalana di gamberi di S. Margerita (trionfo di una materia prima eccezionale) con caipirinha

Cremoso all’arancia e gelatina di chinotto (divino!)

Sorbetto ai lamponi e campari, frutta disidratata

Meringa al frutto della passione, spugna e gelato di yogurt, frutti rossi e pesche sciroppate

Il pregio : una cucina scintillante, volonterosa e molto interessante
il difetto : forse qualche sofferenza nel servizio a locale pieno

Al solito Posto
Via Mazzini 228
Bogliasco (GE)
Te. +39.010.3461040
chiuso il lunedì
Menù degustazione da 35 e 50 euro, alla carta sui 50 euro

www.alsolitoposto.net

Visitato nel mese di Agosto 2012


Visualizzazione ingrandita della mappa

Alberto Cauzzi

13 Commenti.

  • q.b.24 Ottobre 2012

    Brava :-) Alberto visto i numerosi apprezzamenti sopra le foto...non ci stava un numerino in più ?? :-)

  • alberto cauzzi24 Ottobre 2012

    Ma dai, il 14 è di buon auspicio Molti manici hanno esordito da noi a 14 :wink:

  • Luca CanessaLuca c24 Ottobre 2012

    Serenella, Davide ed Enrico accomunati da un bel 14 sono già una bella realtà per una città come Genova ora vediamo chi vorrà/saprà fare ancora qualche passettino in avanti, smussare un po' gli angoli, evitare qualche ingenuità e regalarci finalmente una tavola da15/16...speriamo. La realtà è che bisogna sostenere i nostri giovani talenti perché Genova è una piazza molto difficile per fare qualità e difficilmente il cliente medio apprezza la cucina anche moderatamente creativa

  • Davide Bertellini25 Ottobre 2012

    Serenella è veramente una grande!!! Io la stimo da tempo e amo molto la sua cucina. Sono certo che il 14 sarà sicuramente di buon auspicio ad un voto più generoso in futuro. Vai Serenella!!!!

  • themetalcook25 Ottobre 2012

    Concordo pienamente,Genova avrebbe bisogno di rinnovarsi culinarirmente parlando,lo dico da addetto ai lavori,gourmet e genovese.

  • gianni revello25 Ottobre 2012

    La recensione di Alberto ha colto in pieno l’essenza del luogo e lo spirito della cuoca che ne è l’anima. Qui sono stato per la prima volta nell’aprile dello scorso anno, da allora con grande piacere sono tornato in più occasioni, ho visto evolvere la cucina di Serenella Medone in modo costante, un’evoluzione che è ancora in atto e che porta questa ragazza, sì, ragazza dalla passione prorompente a confrontarsi con grande slancio con chiunque condivida la sua passione. E ha già fatto in passato esperienze con Niko Romito, con Loretta Fanella, in un prossimo futuro altre importanti occasioni per crescere, frutto della sua determinazione, le si presenteranno ancora. La piacevolezza del carattere della persona si riflette nella piacevolezza della cucina. Cucina che inoltre ha una tensione che la porta di volta in volta a cogliere e a mettere sempre meglio a punto nuove sfumature. Già in carta sono molti i piatti che meritano una giusta attenzione da parte degli appassionati, altri vi entreranno ancora. Vero, a Genova ci sono adesso almeno cinque locali, che Passione Gourmet ha recensito, che hanno rovesciato il trend della decadenza nella ristorazione genovese di qualità. Ci sono riusciti perché questi cuochi non sono rimasti chiusi nell’abitudine e nella ripetizione del passato, ma hanno preso a muoversi, ad avere confronti, a trarre nuove idee fuori dal ristretto ambito cittadino e questo li ha fatti e li sta facendo crescere. Viva Serenella!!

  • q.b.25 Ottobre 2012

    :-) diciamo che alcuni 14 rossi si stanno evolvendo bene...ma uno a me particolarmente caro si è stufato dei numeri pari e nel 2013 si vuole lanciare alla caccia dell'agognato numero dispari...:-) Auguro a Serenella e a tutto il gruppo genovese di fare ancora meglio... BRAVI

  • serenella medone25 Ottobre 2012

    il mio cuore di ragazza e la mia Liguria ringraziano! :-)

  • alberto cauzzi25 Ottobre 2012

    Dal 14 al 16 è un salto a numeri pari ... beh, se ti fa cosi schifo il 18 punta pure più in basso :-D

  • Davide Cannavino25 Ottobre 2012

    La Ragazza è una Tosta!!!!! :) Brava Serenella !!!!!!!!

  • q.b.25 Ottobre 2012

    Adesso... non è che ogni anno saltiamo di due punti...diciamo che il dispari è il mio obbiettivo annuale...il 18 è molto lontano dai miei manici ora...ma un 'anno è lungo e si imparano un sacco di cose... ai posteri ecc... un abbraccio Albuz :-)

  • enosnowb26 Ottobre 2012

    ....apprezzo tantissimo l'intervento di Serenella....se i campionari a Nervi c'è lo permettono....veniamo sicuramente a trovarti!!!

  • giancarlo29 Ottobre 2012

    ho letto la recensione di Alberto e mi sono fiondato sabato sera, anche perche' Genova e' la mia seconda citta' e fanno piacere le nuove scoperte. ho trovato una cucina gustosa, ben calibrata e capace di offrire soddisfazione al palato tradizionalista ligure e spunti interessanti a quello curioso (non raffinato e affettato) come il mio. materia prima ottima (ho la foto del crudo che se volete vi omaggio visto che qui manca!! :-) ), servizio cortese e simpatico (si' si' simpatico...alle volte accade anche in Liguria). I dolci poi sono formidabili!! Il giudizio di Alberto mi trova in linea, ma e' evidente che se continuamo cosi' dovra' essere rivisto al rialzo dagli esperti del settore.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *