Passione Gourmet Ristorante Macelleria Motta, Sergio Motta, Bellinzago Lombardo (MI) di Alberto Cauzzi - Passione Gourmet

Ristorante Macelleria Motta, Sergio Motta, Bellinzago Lombardo (MI) di Alberto Cauzzi

Trattoria
Recensito da Presidente

Valutazione

Pregi

Difetti

Visitato il 12-2018

Questa recensione aggiorna la precedente  valutazione che trovate qui

Recensione Ristorante
Sergio Motta ormai è una star. E’ uno dei macellai di riferimento, soprattutto per i lombardi ma ormai non solo. Leggendarie le sue frollature, al limite, pensate e congeniate per rendere morbidi e gustosi tagli ormai dimenticati. Sergio aveva sin da subito, da quanto ha deciso di aprire il ristorante macelleria Motta , le idee chiare di dove arrivare. Poter proporre nuovamente tagli e preparazioni quasi dimenticate, elevandole al rango di alta cucina di tradizione. Un percorso fatto di piccoli passi, incominciato con le prime timide apparizioni di qualche proposta cucinata in mezzo a tanta carne alla griglia, e a tanti buoni salumi. Un percorso lungo e tortuoso ma continuo. Il successo di pubblico, clientela ma anche tra gli addetti ai lavori però da ragione a Sergio. Ed oggi questi piccoli passi si sono trasformati in un passo importante, anche e soprattutto grazie all’innesto di un Maitre di rango, quell’Oscar Mazzoleni che da qualche giorno sta dando la sua impronta al servizio, ma non solo. L’ennesimo salto di qualità, seguito da una cucina più cucinata, completa, sempre orientata alla ciccia e dintorni, ma molto ben pensata, articolata e proposta. Un luogo in cui la proteina animale la fa da padrone, contornata e presentata con garbo, attenzione ed un pizzico di classe. Non dimenticando la visione popolare dell’iniziativa, anche e soprattutto nei prezzi. Questa formula, ne sono convinto vincente, è frutto di tanto lavoro e tanto impegno. Ma più di qualche spunto intrigante nei piatti fa ben sperare in un ulteriore salto di qualità. Senza dimenticare che Oscar sta già lavorando sulla cantina, per introdurre interessanti novità. Ed ecco allora che il connubio tra tradizione (nel pensiero delle preparazioni di base) e innovazione (in alcune tecniche di cottura e conservazione, negli abbinamenti) qui è spinto all’ennesima potenza, in un turbinio di golose e persistenti piacevoli emozioni. Ristorante-Macelleria Motta, ne sentiremo ancora parlare, in futuro, molto.

appetizer … tanto per capire dove siamo, con milza e carne cruda


Assaggio dei nostri salumi (prosciutto di manzo, lardo di cinta senese, crudo 2 anni)

Assaggio di Cubi di polpa di Bue con crema di tuorlo d’uovo, polvere di acciughe e cicorino

Assaggio di Guancia e testina dorata in padella con gelato alla senape e germogli di spinaci

Assaggio di Rognoncino di vitello spadellato e spuma di pepe Sechuan

Assaggio di Animelle e cervella fritte con asparagi e crema di albume

Ossobuco in gremolada leggera

Costato di bue cotto alla brace

Sorbetti Maracuja, Pistacchio, Cioccolato

Il pregio : Il regno incontrastato della “ciccia”.
il difetto : il parcheggio, scarso.

RISTORANTE MACELLERIA MOTTA srl
Strada Padana Superiore, 90 – 20060 Bellinzago Lombardo (MI)
Tel. +39 02 95784123
Aperto tutti i gironi tranne la domenica
A pranzo 15 euro, acqua e calice di vino compresi
Alla carta 30-45 Euro

www.ristorantemacelleriamotta.it

Visitato nel mese di Giugno 2012

Visualizzazione ingrandita della mappa

Alberto Cauzzi

5 Commenti.

  • Diego6 dicembre 2012

    Ci sono stato in pausa pranzo visto che per lavoro era in zona. Da non perdere. Grazie della segnalazione.

  • davide16 luglio 2012

    Grazie. prossima settimana alla Palta?

  • alberto cauzzi16 luglio 2012

    Ciao Davide, dobbiamo passarci assieme appena puoi :wink: Il tuo dubbio è che ti sembrano troppo cotte ? Il rognone era cotto il giusto, non quel fastidioso (e forse pericoloso aggiungo io) rosato che si vede spesso in giro. Per intenderci la cottura non aveva reso gli stessi delle palle da ping pong :-) ma ha mantenuto umori e morbidezza. Il costato era ben cotto, ma non stopposo, ancora umido e morbido.

  • davide16 luglio 2012

    Belle recensione che mette l'acquolina in bocca, ma dalle fotografie solo un dubbio per quanto riguarda le cotture del rognone e del costato di bue alla brace. Erano realmente cotte così o è l'effetto della macchina fotografica?

  • Alan13 luglio 2012

    Sono d'accordissimo con questa bellissima recensione! Un ristorante in continua evoluzione e in continuo miglioramente. La materia prima é di per sé eccezionale, ma é anche cucinata alla perfezione (sia in cucina che alla griglia). Il Menu si é evoluto nel corso di questi ultimi mesi con l'inserimento di piatti sempre più ricercati ed elaborati che si affiancano ai classici al camino o ai crudi (cubi e tartare). La carta dei vini con l'arrivo del bravissimo Oscar si sta ampliando e il servizio (che già era buono e cortese con Anna e Mirko) sta diventando sempre più professionale. Oscar l'avevo conosciuto non molti mesi fa da Enrico Bartolini al Devero e mi aveva fatto subito un'ottima impressione e sono davvero contento che sia arrivato a dare una mano al mitico Sergio e a sua moglie Tamara. Un gran ristorante per chi ama la carne, con un servizio cortese e professionale. Da quando l'ho scoperto ad inizio 2012 insieme alla mia ragazza ci andiamo regolarmente più o meno una volta al mese... In 2 occasioni abbiamo portato con noi anche 2 nostri amici italiani che però abitano e lavorano nel Regno Unito e sono rimasti entrambi entusiasti del posto e della qualità della carne... Il primo ha lavorato per più di 2 anni al Restaurant Gordon Ramsay a Chelsea (ha finito a marzo) e l'altro ha lavorato per molti anni come Maître d' al Marcus Wareing at the Berkley e adesso lavora sempre come maître d' al ristroante Alyn Williams at the Westbury. Se avete l'occasione andate ad Inzago a visitare il suo macello e le celle frigorifere... é una'esperienza molto interessante. Non vedo l'ora di tornare la prossima volta da Sergio e da tutto il suo Team.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *