Passione Gourmet Isa – Chef Ignacio Mattos, New York, Roberto Bellomo - Passione Gourmet

Isa – Chef Ignacio Mattos, New York, Roberto Bellomo

Ristorante
Recensito da Presidente

Valutazione

15/20 Cucina prevalentemente di avanguardia

Pregi

Difetti

Visitato il 12-2019

Recensione Ristorante

Isa è, probabilmente, il posto più “hip” dove mangiare a New York in questo periodo, uno dei titoli più effimeri che si possa immaginare, visto il dinamismo della metropoli.
Prima di venire me l’ero immaginato come una sorta di Chateuabriand in salsa statunitense ed è…una sorta di Chateaubriand in salsa statunitense.
Del modello transalpino ripropone quell’anima iconoclasta che porta a presentare una cucina ovviamente d’autore in un contesto “casual”; la salsa newyorkese è nel farlo in un’ambientazione davvero suggestiva, mezzo loft mezzo chalet alpino in un angolo di Brooklyn, anzi di Williamsburg, in pieno fermento e con un servizio capace di coniugare informalità e professionalità davvero notevole (vedasi, ad esempio, la competenza sui vini).
Ci si siede (posti prenotati con largo anticipo) alla lunga table d’hôte, in legno massiccio e si riceve un foglio di carta con vivaci disegni o collage di gusto pop da cui scegliere il menu del giorno da $50 per tre portate (in una scelta di sei) o pescare quel che si vuole da una carta poco più ampia.
Lo chef uruguaiano, Ignacio Mattos, si esprime in totale libertà e imbrocca più di un colpo nella sequenza preparata nella lunga cucina a vista. Impiatto visivamente suggestivo e bella freschezza per la tartare con topinambour, semi di lino e crème fraîche, mentre sono meno riusciti, pur golosi, i cavoletti con uovo, patate e malto.
Un po’ deludente il maccarello, addobbato a festa da coriandolo, carote, radicchio e emulsione all’uovo, mentre l’hanger steak con rapa svedese e midollo è bel un colpo gobbo (detta anche butcher steak, perché è un pezzo del bovino che i macellai tendono a tenere per sé e che bisogna saper cucinare per evitarne la possibile tenacia).
La categoria è decisamente superiore sui dessert (meritano almeno un punto più del voto globale), specialmente lo spiazzante gelato al sedano con espresso, malto e arancia candita che è una riuscita eccellente nel terreno rischioso quanto modaiolo del dolce-non-dolce.
La carta dei vini spazia in regioni e vigne scelti non a caso e noi, per stare nell’anticonvenzionale, peschiamo il vitigno più bizzarro del lotto, il Poulsard, nell’interpretazione del Domaine de l’Octavin, il “Dora Bella”, succoso di frutti rossi e dalla beva compulsiva (ma prezzato a 62 dollari ci piace un po’ meno).
Un ristorante divertente, meno spiazzante nel piatto di quanto fosse possibile attendersi, ma capace di dare qualche brivido (soprattutto sulla parte dessert) e utile per avere un’idea di tutto quanto oggi è ESATTAMENTE à la mode nella ristorazione internazionale (acidità spinte nei piatti, materie prime povere trattate come se fossero alte, dolci non classici, vini obbligatoriamente biodinamici o biologici). Non è LA tappa imperdibile a New York, come qualcuno già dice, ma è una sosta da consigliare per piacevolezza generale e talentaccio di Mattos, che va seguito con fiducia.

La cucina

I cavoletti

La tartare

Il pane (buonissimo, come spesso a NYC)

Il maccarello

L’hanger steak

Il gelato al sedano con espresso

Il poulsard

Il pregio: dolci davvero fuori dal comune
Il difetto: un po’ meno originale delle attese

Isa
348 Wythe Ave
(tra 4th St e 3rd St)
Brooklyn, NY 11211

Menu degustazione: 3 portate $50
Alla carta: $55

http://isa.gg

Visitato nel mese di aprile 2012


Visualizzazione ingrandita della mappa

Roberto Bellomo

1 Commento.

  • Audrea9 Agosto 2012

    Fantastic website you have here but I was curious about if you knew of any discussion boards that cover the same topics discussed here? I'd really like to be a part of online community where I can get suggestions from other experienced people that share the same interest. If you have any recommendations, please let me know. Bless you!

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *