Passione Gourmet Ristorante Vite, Chef Fabio Rossi, località San Patrignano,Coriano (RN) di Raffo - Passione Gourmet

Ristorante Vite, Chef Fabio Rossi, località San Patrignano,Coriano (RN) di Raffo

Ristorante
Recensito da Presidente

Valutazione

15/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

Difetti

Visitato il 05-2024

390

Nuovo ospite sul sito di Passione Gourmet: Raffo, un romagnolo con la R maiuscola, ma ormai cittadino del mondo, girovago mosso dalla sua passione: indovinate qual è  :-)

Il Presidente

Recensione Ristorante

Romagna, terra di pace e serenità.

390

E qui, tra le verdi colline che dominano l’antica Ariminvm e la fin troppo moderna – specie in accezione enogourmande – riviera adriatica, trova degna dimora Vite, un luogo che dall’intento di riportare serenità a chi con la vita ha un po’ bisticciato trae le sue origini, dove la Romagna la si può respirare a pieni polmoni.

390

La bellezza del luogo continua all’interno, dove l’enorme e splendida Molteni svettante sulla sala non è altro che il palco dove tutt’intorno, nei tavoli, si consumerà questo teatro della Cucina… senza l’invadenza di un solo rumore od odore. AFFASCINANTE. Dopo la presentazione del cesto dei pani, tutti impastati con lievito madre e a lievitazione naturale (nota di merito per quello al grano arso) abbinati al locale Olio Evo, e un’entrée a base di ricciola dalla corretta marinatura

390

si incominciano le danze.

Terrina di lepriglio, misticanza aromatica, crema d’uva, cipollotto all’aceto di barolo, porcini.

390

Un gusto che dal delicato rischia di scadere nel banale. Buona l’idea, interessante l’esecuzione, forse troppo scialba e poco concentrata nei sapori.

Cinghiale in olio cottura, polenta di Starno, gremolata, puntarelle di cicoria.

390

Il cinghiale a giusta cottura mantiene le caratteristiche della carne, esaltate dal limone e dal prezzemolo della gremolata. Ottima e cremosa la polenta in accompagnamento. Interpretazione di questa carne davvero magistrale.

Risotto all’anatra, arancio, anice stellato, crudo d’anatra affumicata, scorza nera

390

Riso Acquerello ben mantecato, dal piglio rustico aggraziato dalla verve delicata dell’ottima tartare di petto d’anatra. Il piatto del giorno, insieme al cinghiale.

Tortelli di Botticella: sfoglia di castagne, stracotto di pecora, pecorino Riccio, melograno, caldarroste.

390

Sfoglia di pregevole fattura la cui tendenza dolce è leggermente accentuata dalla salsa, con il ripieno di stracotto di pecora troppo scarico di sapore, con leggera tendenza allo stopposo. Troppo formaggio, ruffiano. Un buon piatto a metà.

Polpette di agnello, zucchina ripiena, pomodoro, verza, patate fondenti.

390

L’intento rustico in accezione raffinata finisce col non essere nè l’uno, nè l’altra. Troppo pasticciato e confuso.

Il mare d’autunno: San Pietro, cardi, lenticchie, tartufo nero, salsa all’Albana passito.

390

Pesce ben cotto, con una salsa di fondo molto piacevole, pelle abbrustolita e finale intrigante con la nota croccante delle lenticchie, purtroppo troppo unte, che ne penalizzavano il risultato finale.

La castagna e il suo equilibrio

Gelato ai marroni,cremoso aromatizzato alle castagne,morbido alle castagne affumicato,

caramella al rosmarino, castagna apparente

390

Primo e migliore dei tre dessert, contraddistinti da una mano leggera e felice e un encomiabile impegno di ricerca delle ottime materie prime.

Molto carino l’effetto scenico dei mini cestelli orientali in bambù per affumicare il pan di spagna alle castagne, succulenza della crema ed eleganza nel gelato. Da 16/20.

Doi Tung

Spuma calda al cioccolato e caffè, gelato alle noci di Macadamia, bolle di riso al cacao

390

Contadino contemporaneo

Pera cotta con Sangiovese speziato, crema h2o e noci, gelato di caprino stagionato, biscotto morbido al Sangiovese

390

Ancora gelato, vabbè :-). Insieme piacevole ma non adeguatamente definito

Dalla monumentale e splendida carta dei vini (la cui intelligente sezione “ultime bottiglie” costituisce da sè già una carta non comune) scegliamo un emozionante Vosne Romanèe 1er cru “Le beaux Monts” 1990 di Grivot.

Il pregio:La profondità della cantina e la stupenda vista dalla sala.

Il difetto:Una cucina che può osare di più e non dovrebbe appiattirsi su preparazioni semplici.

390

Ristorante Vite

via Montepirolo 7 – 47853 Coriano – Rimini

tel. +39.0541.759138 – fax +39.0541.756600

cell. 335.7958798

e-mail: info@ristorantevite.it

chiuso il Lunedì e Martedì

Alla carta 60 euro per un pasto completo

Menu da 38, 48, 60 euro

www.ristorantevite.it

Visitato nel mese di Dicembre 2010
Visualizzazione ingrandita della mappa

Raffo

16 Commenti.

  • Il Guardiano del Faro12 Dicembre 2010

    come sempre, nulla per caso

  • Carlo13 Dicembre 2010

    Certo che qui il famoso squacquerone disidratato sarebbe fuori luogo...a domani!

  • gianni revello13 Dicembre 2010

    Quest’estate, scendendo da Torriana in trasferimento verso Senigallia, per un problema ci siamo dovuti fermati in un’autofficina un po' fuori Rimini, abbiamo poi deciso di continuare per strade interne (sempre in autostrada non si vede mai niente) fino a trovare un casello successivo sull’adriatica. Sul tragitto ci siamo trovati nella zona di San Patrignano. Siamo arrivati fino quasi alla soglia ma purtroppo era giorno di chiusura, ci saremmo fermati volentieri a pranzo. Da tutto l’insieme mi pare d’aver capito che lì c’è il lavoro di gente che crede in quello che fa. . Carlo, lo squacquerone disdratato dicevi mica questo? http://www.sanpatrignano.org/?q=it/node/3320 “ 22 Marzo 2007 San Patrignano alle Olimpiadi della pizza …Negli ultimi tre anni, abbiamo presentato a “Squisito!”, la grande rassegna delle eccellenze gastronomiche che organizziamo a San Patrignano, le nostre pizze – continua Vincenzo – è stato un grande successo. Le persone erano soddisfatte e persino una firma del giornalismo gastronomico come Paolo Marchi le ha assaggiate e ne ha scritto benissimo. La squadra di Sanpa parteciperà a tre categorie: ricette creative (categoria stile libero), pizza in teglia e Napoletana STG. Nella prima presenterà “a’ romagnola”, creata in omaggio al territorio dove sorge la Comunità. Ingrediente forte del piatto è il formaggio “squacquerone”, disidratato, setacciato e mixato a crema. Viene poi posto su un impasto di farina di grano tenero maturato fuori frigo per 36 ore, con lievito madre. Infine la pizza è completata da pomodori “pachini”, anch’essi disidratati, e decorata con filetti di sgombro affumicato, origano e olio. ”

  • Il Guardiano del Faro13 Dicembre 2010

    qui si, ma altrove potrebbe ritrovare una sua degna collocazione :D

  • Carlo13 Dicembre 2010

    a volte la realtà arriva ben più in là di dove la mia misera immaginazione riesce a trascinarmi..mi riferivo a robe ispirate a queste creazioni, sempre romagnole. http://www.altissimoceto.net/Image/Liuzzi/siringhe.JPG

  • Puccio13 Dicembre 2010

    GrandeR Raffo! anche se il 15 mi sembra un pò regalato al Vite, nonstante tutto l'impegno dei ragazzi... poi, dì la verità, le foto sono dell'Albe vero??? ;-)

  • alberto cauzzi13 Dicembre 2010

    Guarda Puccio, come avrai intuito c'ero anch'io a quel pranzo :-) Il voto rispecchia pienamente la valutazione condivisa da entrambi, un abbraccio

  • raffo13 Dicembre 2010

    :D

  • Antonio Scuteri13 Dicembre 2010

    Per quel che vale, anche la mia (unica) esperienza si è assestata sul 15

  • raffo13 Dicembre 2010

    Grazie al Presidente per la splendida accoglienza,per me è solo un onore e l'obbiettivo sarà un graduale sfumare l'inadeguatezza della mia presenza su queste pagine. Grazie Puccio :) Si,in effetti le foto sono del Maestro...più che altro non sono mie col cellulare (e le prime mie recensioni-questa a parte- avranno questo handicap di cui preventivamente mi scuso),ma presto avrò anch'io una spada laser degna di un apprendista skywalker. Sulla tua osservazione in merito al voto ho sorriso:pensa che stamattina un amico mi ha rimarcato l'esatto contrario... ad oggi sono in media perfetta :D

  • fabrizio13 Dicembre 2010

    Benvenuto a Raffo.

  • Carlo13 Dicembre 2010

    Non ti preoccupare Raffo, Lo fa, lo fa... Benvenuto anche da me.

  • Carlo13 Dicembre 2010

    Antonio, tu ed io a tavola insieme ci faremmo due palle...le nostre valutazioni coincidono praticamente sempre! Ci toccherebbe parlare di gnocca.

  • Antonio Scuteri13 Dicembre 2010

    Non ci vedrei niente di male, ci sono argomenti peggiori di cui parlare :-D

  • Il Guardiano del Faro13 Dicembre 2010

    Tranquillo Raffo, il 15 è come il 6 politico, non si nega a nessuno e non irrita nessuno ;-) La media è sicuramente perfetta. Molti auguri anche da parte mia.

  • Mary (che ti aspetta a Ferrara)15 Dicembre 2010

    Caro Raffo ci tenevo a darti il benvenuto a Passione Gourmet!!!!non vedo l'ora di leggere le tue rece e di vedere TUE foto :-)!!a presto!

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *