Passione Gourmet Wine Bar Rosa Alpina, Hotel Rosa Alpina. San Cassiano - di Rob78 - Passione Gourmet

Wine Bar Rosa Alpina, Hotel Rosa Alpina. San Cassiano – di Rob78

Trattoria
Recensito da

Valutazione

Pregi

Difetti

Visitato il 12-2022

Img_2736

Recensione ristorante.

Carne di manzo italiano Limousine Selezione Macelleria Damini di Arzignano

PIU’

Pizze con farine naturali macinate a pietra di grano proveniente da colture biologiche in collaborazione con la Pizzeria i Tigli di S. Bonifacio

PIU’

Proposte gustose, semplici, dirette, con buone materie prime

UGUALE

Locale pieno.

E’ matematico.
Guardate la carta di questo wine-bar. Non ho molto altro da aggiungere.
Ditemi che non ci fareste un salto più che volentieri.
E’ questo che riempie i tavoli. Qualità, informalità, prezzo sostenuto ma abbordabile. In fin dei conti qui si cena con una cinquantina di euro, non è poco ma io non mangiavo una tagliata di manzo così ben fatta da tempo. E’ c’è una buona fetta di pubblico che sa cercare ed è disposta a pagare un prodotto di nicchia. Le risposte ci sono e la cassa sorride.
Sala vivace, cucina a vista, forno a legna. E vanno tutti giù di testa.
Le proposte sono ovviamente molto diverse, ma se il livello qualitativo non è molto dissimile da quello del ristorante gastronomico principale, la spesa è di un terzo.
Non è l’esperienza della vita, questo è sicuro. Ma è il wine bar dove venire a mangiare anche una volta a settimana.
Magari, mentre fuori si battono i denti anche a fine luglio, ci si può scaldare con una buona Zuppa della tradizione ladina

Img_2736

con verdure, punta di manzo bollita e pastina: corroborante.
Poi virare sulla cara Limousine, che in questo caso non è un’auto ma un bestia capace di regalare emozioni. Succosa, con la sua bella crosticina fuori e morbida dentro. Filetto con verdure alla griglia

Img_2736

o, meglio, Tagliata con rucola e parmigiano

Img_2736

(taglio leggermente più grasso e morbido), in entrambi i casi si gode e si appagano gli istinti primitivi.
Bella anche la proposta della pasticceria, io ho optato per un Eisschokolade (abbastanza ignorante, se mi concedete il termine).

Img_2736

Strabordante ed eccessivo, ma gustoso con il suo mix di caffè (che sarebbe stato meglio avere più caldo), gelato alla vaniglia e panna. La dieta la comincio un altro giorno.
Un difetto grosso c’è: manca una adeguata proposta di birre artigianali, quanto mai indicate in presenza di grill. Ma i vini a disposizione sono gli stessi del St. Hubertus.
Occhio a non lasciarvi prendere la mano però, i prezzi potrebbero schizzare in alto.

il pregio: i fornitori delle materie prime sono da primato
il difetto: alcuni tavoli sono molto vicini

Wine bar & Grill – Rosa Alpina
Strada Micura de Ru, 20
San Cassiano in Badia (BZ)
Tel. +39.0471.849500
Chiuso: sempre aperto da dicembre ad aprile e da fine giugno a ottobre
Prezzo medio alla carta: 55 euro

http://www.rosalpina.it/

Visitato nel luglio 2010

Visualizzazione ingrandita della mappa

Rob78

41 Commenti.

  • IlSommelierAlDente13 Agosto 2010

    va bene la grande materia prima ma la tagliata con rucola e parmigiano mi pare, usando un eufemismo, un po' banalotta..., trattandosi poi di un wine bar speravo che il recensore entrasse nel merito della proposta enoica (GdF l'avrebbe fatto..) :-(

  • rob7813 Agosto 2010

    Anche una lasagna potrebbe sembrare una proposta "banalotta" ma i posti in cui mangiarla come Dio comanda si contano sulle dita di una mano. Non si vive di sola creatività :) Sulla proposta enoica, la cantina è la stessa del St.Hubertus, può far male al portafoglio. Sul paragone col GDf, almeno in quanto a competenza vinicola, nemmeno mi ci metto in partita ;)

  • ferruccio girelli consolaro13 Agosto 2010

    piu' che i piatti mi stride il prezzo medio 55€ euro per cosa? grazie

  • Vignadelmar13 Agosto 2010

    Non metto in dubbio la qualità dei prodotti offerti, come però non metterei in dubbio che trattasi di locale costoso, molto costoso. Se poi pensiamo trattarsi di un wine bar la cosa è eclatante. Certo loro forse possono permetterselo perchè operano in una regione ricchissima e ricca di turismo di qualità. A quei prezzi in Puglia mangi nei migliori ristoranti della regione, anche stellati, in alcuni casi spendendo anche meno. . Ciao

  • Vignadelmar13 Agosto 2010

    Dai, non scherziamo, adesso ho guardato con maggiore attenzione il menù on line ed ho guardato meglio alcuni prezzi. Ebbene le paste fatte in casa vanno da un minimo di 13,50 a 18 euro e le pizze, dico le pizze, vanno da un minimo di 17 ad un massimo di 19,50 !!!!!!!! . Le migliori pizze d'Italia, a Napoli, dai soliti noti, costano circa un terzo o almeno la metà. . Veramente, trovo alcuni di questi prezzi incredibilmente elevati. . Ciao

  • azazel14 Agosto 2010

    poi bisogna vedere se nei migliori ristoranti della regione si mangia meglio di così però...

  • Fabrizio14 Agosto 2010

    Le pizzerie di Napoli che le fanno pagare un terzo immagino che siano tutte e dico tutte all'interno di relais & chateaux *****L per poter fare il paragone vero vigna? altrimenti evitare di scrivere per evitare le tue solite figuracce. La risposta che mi aspetto è l'elenco di queste pizzerie napoletane. grazie.

  • Vignadelmar14 Agosto 2010

    @ Azazel: non resta che provare......ma la Puglia da questo punto di vista ha evidentemente poco appeal. . Ciao

  • Vignadelmar14 Agosto 2010

    Al calmo e ben educato Fabrizio invece non ho voglia di rispondere, tanta gentilezza e predisposizione al dialogo mi mette a disagio. . Ciao

  • Vignadelmar14 Agosto 2010

    Sui costi di una pizza, considerando il costo di un ottimo pizzaiolo, di un ottimo impasto e di ottimi condimenti tipo quelli citati nel menù, questi si aggirano intorno ai due euro. Poi ci sono gli altri costi, quelli di contorno. Ma per arrivare a giustificare quelle richieste assolutamente esorbitanti il passo è lungo. . In ogni caso, se quelle pizze, con quei prezzi, vengono vendute han ragione loro, c'è poco da fare. . Ciao

  • Marco Lungo14 Agosto 2010

    Discutere dei costi di una pizza ha giusto un senso: ricordare quali sono i numeri di partenza del prodotto / servizio portato in tavola. Per la pizza, c'è poco da fare. I costi sono bassi, non c'è quasi lo spazio fisico per mettere quantità notevoli e costose di materiali pregiati. Inoltre, per quanto sia, non è richiesta l'esperienza che, invece, necessita in cucina. Sono ancora più colpito dai costi delle focacce, ad esempio: passano allegramente i 20 euro e sono nient'altro che un disco di pasta di pane condito, sia pure con prodotti di pregio. Che poi ci sia tutto un contorno del posto e del servizio tali da assurgere a vero e proprio Valore Aggiunto, non lo metto in dubbio, preferisco però evidenziare le cose certe e tangibili, cose che chiunque può verificare e che trova sempre uguali da nord a sud, cioè i costi. Con quelli che conosco io far pagare una focaccia addirittura 26 euro, cioè 50 mila lire del vecchio conio, è un gran bel guadagnare, fortunati loro che riescono a trovare clienti che pagano volentieri certe cifre e che ci fanno anche il viaggio. Alla fine, sono sempre loro che fanno il mercato.

  • Cris14 Agosto 2010

    Che abbiano ragione loro è un dato di fatto. Che i prezzi non siano popolari è però indubbio.

  • azazel14 Agosto 2010

    guarda scendo dopodomani e ci passerò diverse settimane, come ogni anno, essendomi sposato una salentina..prossimamente su questi schermi..

  • azazel14 Agosto 2010

    chiaro, ma in un cinque stelle anche i prezzi del bar sono proporzionali. L'aperitivo costerà minimo minimo un dodici euro, è il posto che fa crescere tutto. Detto ciò, se prendono le farine da Padoan si sentono in dovere di applicare gli stessi prezzi...e i Tigli non sono esattamente un 5 stelle

  • Fabrizio14 Agosto 2010

    appunto, evita di fare paragoni tra una prinz ed una aston martin

  • Fabrizio14 Agosto 2010

    Restiamo in attesa a quale modello di prinz si riferisce lo zar vignadelmar.

  • Cris14 Agosto 2010

    Azazel, non ho detto che non siano giustificati (se mai si dovesseo "giustificare" i prezzi..ciascuno applica quelli che meglio crede se poi il locale è pieno...), ma solo che non sono popolare per un Wine Bar. Su questo credo non ci siano dubbi.

  • Cris14 Agosto 2010

    Beh, "I tigli" non sono un resort di lusso, eppure anche lì le "pizze" non hanno prezzi popolari. Vuoi vedere che ogni tanto si paga anche la qualità oltre all'ambiente? ;-)

  • giancarlo maffi14 Agosto 2010

    buona sera a tutti e buon ferragosto per domani , innanzitutto :-) mi ripeto per la seconda volta in due giorni : questo e' un ottimo blog. non mi pare che vignadelmar abbia detto cose cosi' scandalose da dover essere trattato a pesci in faccia. qualcuno disse in altri tempi che la politica andrebbe lasciata fuori dai blog enogastronomici . insomma i giochi di parole sarebbero facili, con certi cognomi, e quindi lasciamo stare. visto che in altri post vigna aveva espresso il disappunto perche' gli autori di questo blog si occupano poco della sua amata puglia ed anche di altre regioni del sud italia ed isole, sono sicuro che avrebbe piacere di ricevere una visita anche amicale senza pretesa di recensione da una persona intelligente come azazel, visto che ci deve andare in vacanza fra breve :-) detto di passata io ho avuto sia la PRINZ che L'ASTON MARTIN. non mi sentivo politicamente fiero allora per la prinz e certo NON mi sento schierato ora sulla linea politica di quelli che normalmente possiedono la vettura inglese. ma ero felice con una e lo sono con l'altra. lasciamo stare le diatribe politiche ed occupiamoci di cose piu' Nobili, se proprio dobbiamo discutere, come cibo e vino . ottantamila faccine a tutti, sia chiaro :-) :-)

  • azazel14 Agosto 2010

    beh da monopoli uno ci deve passare...poi sai un pianoforte in sala mi ispira sempre simpatia, potrei sempre, con molto piacere ed empatia, improvvisare per sola mano sinistra.

  • sararlo14 Agosto 2010

    @azazel con la destra magari impegnata a magnà ... ;0)

  • rob7814 Agosto 2010

    mamma mia,non mi posso assentare 2 gg che si scatena il putiferio! 1.sì,il posto è indubbiamente caro.ma i prezzi delle pizze non sono molto diversi da quelli di san bonifacio.diciamo che è il posto da 2 piatti all'interno di un relais(e non si esce con la fame) 2.era tempo che non mangiavo della carne tanto buona 3.il locale era pieno,quindi sì,hanno ragione loro:) 4 .scrivere dal telefono è veramente difficile:) saluti da uno sfigato che prenota in costiera e trova pioggia

  • Vignadelmar14 Agosto 2010

    @ Azazel: quel pianoforte è l'allora pianoforte da studio della mia Compagna. Ora lei è pianista, psicologa e docente di Conservatorio a Bari. Quel pianoforte non è più in Osteria ma è tornato nella casa di partenza perchè a iniziato a strimpellarci sopra la nipotina....ed il cerchio si è chiuso. Veramente mi farebbe piacere incontrarti, parlarti. Se vuoi anche dopo che hai mangiato in incognito e poi ti presenti. Per me non fa differenza alcuna. . Ai gestori di questo bel blog dico che fino ad ora non ho importunato nessuno. Ho solo esposto delle civili argomentazioni in uno spazio aperto al pubblico. Non so se tale Fabrizio faccia o meno parte della struttura, in caso ne faccia parte dovete sapere che non è piacevole essere trattati in tale maniera. Se gradite la mia presenza ditegli di imparare a mostrarsi educato, magari senza esserlo, ma mostrarsi almeno si. . Ciao

  • Fabrizio14 Agosto 2010

    hai visto che mi hai risposto? Verrai sempre trattato così se non farai banali distinzioni prima di scrivere. sarebbe ben più grave pagare la stessa cifra per una pizza servita in un garage che noi in un hotel di lusso non credi?

  • Vignadelmar14 Agosto 2010

    Bene, a mai più rileggerci. .

  • Fabrizio14 Agosto 2010

    la prinz e la aston martin le hai pagate la stessa cifra e il costo di manutenzione è lo stesso? Naturalmente tenuto conto dell'inflazione se le hai avute in periodi diversi.

  • Fabrizio14 Agosto 2010

    in che senso?

  • giancarlo maffi14 Agosto 2010

    la prinz l'ho pagata. l'aston me l'hanno regalata . mi costa di piu' la prinz come manutenzione perchè' l'inglese la uso pochissimo. mi serve solo per abbordare.

  • franco francese14 Agosto 2010

    Presidente ....!!! Presidente ...!!! Una mediazione, per cortesia! E' sabato, lo capisco. Domani è ferragosto, ma anche Napolitano lavora :D

  • ferruccio girelli consolaro14 Agosto 2010

    Allora alla fine sono nel giusto a Saint Tropez a vendere una bottiglia di ciampa normalissimo a 10.000€.....nei vari locali sik... Mi spiace ma a questo locale si puo' solo che aggiungere l aggettivo Caro che e' ben diverso da Costoso, se poi si ragiona che se hanno il locale pieno hanno ragione allora e' meglio che cambiamo lavoro e passioni...

  • rob7814 Agosto 2010

    qui è gradita la presenza di tutti,a maggior ragione la tua

  • rob7814 Agosto 2010

    non sono d'accordo.il locale è pieno perché ha proposte semplici e di grande qualità.il caro o costoso è sempre relativo ed apre un capitolo infinito.io vi posso solo dire che in questo posto si mangia bene e ci si diverte,vi dico quanto costa e poi ognuno fa le sue valutazioni.ma badate che non stiamo parlando di un bar di porto cervo,ma della proposta "base"di un 2stelle.per questo è pieno.

  • q.b.15 Agosto 2010

    ...anch'io ho una PRINZ rigorosamente verde ma non ne sono particolarmente soddisfatto....

  • azazel15 Agosto 2010

    come al solito sei il numero uno dell'autoironia!! Grandissimo!! Buon Ferragosto Maestro!

  • azazel15 Agosto 2010

    bboni! lasciate perdere le minchiate politiche e fate i bbravi! C'è spazio per tutti, niente falli da espulsione (altrui in questo caso) please.. e niente sindromi di persecuzione, non si può andare d'accordo con tutti. Mannaggia per il pianoforte..

  • azazel15 Agosto 2010

    ...do per scontato che fosse satira politica...

  • Fabrizio15 Agosto 2010

    Ottima spiegazione che conferma la regola.

  • Matteo15 Agosto 2010

    http://www.dissapore.com/primo-piano/si-ricomincia-una-coca-cola-e-due-palline-di-gelato-al-bar-il-portico-di-porto-cervo-costano-60-euro/ Vignadelmar commenta: 11 luglio 2010 alle 11:49 (link) Penso che se i prezzi erano indicati in un menù, che magari la turista in questione non ha consultato, nessun rilievo possa esser fatto a chi conduce il bar in questione. . Se è vero che bisogna sbugiardare a tutta manetta chi raggira i clienti, è altrettanto giusto lasciar lavorare in pace chi mette il proprio cliente in condizione di poter consapevolmente scegliere se consumare o meno. . Trenta euro per un caffè e pasticcini serviti con cortesia in un bel posto fronte mare ? Mi sta bene. . Mi arrabbio molto di più quando nella pizzeria X mi chiedono due euro di coperto, 4 euro per un’orrenda birra alla spina e otto euro per una pizza che se la tiri contro il muro si rompe il muro. Pizza e birra servite in un locale rumorosissimo magari con seggiole e tavoli in plastica, da camerieri improvvisati……capita più spesso di quanto si pensi. E’ giustificabile? . Ciao

  • ferruccio girelli consolaro15 Agosto 2010

    sara'..... ma non sono convinto!! per me resta caro e non costoso, certo il mio giudizio e' dato semplicemente dalle foto , quindi potrei sbagliarmi...ma poi mi sogre il dubbio che si paghino anche alcuni costi fissi del 2 stelle... restano sempre opinioni nel pieno rispetto del lavoro altrui........

  • Cris15 Agosto 2010

    P.S la settimana prossima sei aperto :-) (e mi scuso per l'uso improprio del blog!!!)

  • ferruccio girelli consolaro15 Agosto 2010

    se parli con me si....

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *