Passione Gourmet La Caravella, Varigotti (SV) Il Guardiano del Faro - Passione Gourmet

La Caravella, Varigotti (SV) Il Guardiano del Faro

Trattoria
Recensito da Presidente

Valutazione

Pregi

Difetti

Visitato il 05-2022

Img_2736

Recensione ristorante.

Mi raccomando, non voltarti !
Alle tue spalle c’è una delle più belle donne del mondo.

Se ti capita di incappare in una top model e ti soffermi ad osservarla con discrezione capisci la differenza che passa tra una “vera top” e una velina.

L’altezza, la magrezza, la proporzione, la flessuosità, l’eleganza innata dei movimenti .

La naturalezza e la semplicità , lo stile raffinato ma non ostentato, tanto meno in momenti lontanissimi dalle passerelle , dai palcoscenici, dai set pubblicitari.

Anche senza Dom Perignon rosè , qui gli va bene anche una Menabrea.

Va meno bene il solito spiritoso che da lontano la vede arrivare e commenta:Ah! Sarà la solita spilungona russa.

In realtà si tratta dell’esatto opposto degli esemplari di fauna femminile che popolano Sanremo durante la settimana del Poker Stars, dove il Big Blind lascia regolarmente spazio al Bottom Pair.

Img_2743

Basterà essere al posto giusto per essere convincenti?

Questo locale di tradizione pluridecennale è sicuramente piazzato al posto giusto, direttamente su una delle spiagge più piacevoli e riservate della Riviera. E tanto basta alla folta schiera di Vip che troverete immortalati in immagini fotografiche più o meno recenti incollate sopra al banco bar all’ingresso.

Me ne avevano parlato spesso di questo locale. Non i liguri, che comprensibilmente preferiscono attraversare la strada per affrontare a denti stretti il mutismo espressivo del più noto “Muraglia” , bensì diversi benestanti piemontesi, e questo è piuttosto sorprendente.

Sorprendente per la fascia di prezzo in cui si colloca questa Caravella , non giustificato dalla cucina, ma evidentemente il lasciarsi alle spalle anche per poche ore le nebbie e il freddo può immediatamente far scomparire ogni dubbio anche dove sarebbe legittimo mantenerlo.

Esiste una carta, fitta fitta di un centinaio di proposte commestibili ma presumibilmente non tutte disponibili. Sarà quindi un altro venticello dell’est ad annunciare quale sia la scelta possibile , molto più semplificata e aderente alla tipologia di locale più simile alla trattoria marinara che al ristorante di lusso.

Un’onesta insalata di polpo e patate, qualche acciughina gratinata di pinoli asciugatasi troppo in forno, un improbabile trancio di salmone allevato a terra, bollito e mescolato con orzo e piccole verdure, gamberetti troppo cotti e conditi delicatamente con pomodoro fresco al basilico e infine un piacevole sgombro accompagnato originalmente da coloratissimi piselli saltati in padella.

Decisamente migliori gli gnocchetti impastati con rosmarino e conditi con ragout di gamberi

Troppo unto il tentativo di mugnaia di mormora ( pesce però impeccabile ) , mentre più che discreto il rovinoso (per il fegato) fritto di carciofi.

Lista dei vini approssimativa, con disponibilità alternative da quelle indicate e con bottiglia diversa da quella scelta ma che arriva al tavolo già stappata… e vabbè, me la tengo…

Opportuno il sorbetto di fresca mela verde emulsionato con Calvados, che spegne il fervore del fritto, e inevitabile pennichella in spiaggia, non prima di aver gustato il pregevole liquore maison ricavato dalla macerazione del melograno, gentilmente offerto dall’affabile patron che in tutti questi anni avrà visto il mondo passare davanti a se senza doversi muovere di un metro.

Beato lui che vive e lavora in un posto circondato da sola bellezza e dove il valore del denaro ha già iniziato a non essere più importante.

Qualche immagine:

Il Pigato “sbagliato” e pure arrivato già stappato…

Img_2743

Polpo e patate. 18 euro

Img_2743

Alcuni degli antipasti previsti nell’assortimento: 20 euro

Insalata di salmone, orzo, capperi, peperoni ecc…

Img_2743

Acciughine gratinate al forno con pinoli.

Img_2743

Gamberetti, pomodoro e basilico.

Img_2743

Sgombro e piselli.

Img_2743

Gnocchi al rosmarino in ragout di gamberi. 15 euro

Img_2743

Mugnaia di mormora. 20 euro

Img_2743

E il loro contorno, carciofi fritti. Altri 10 euro…

Img_2743

Sorbetto mela verde e Calvados.

Img_2743

il pregio : La posizione.

il difetto : Rapporto qualità prezzo sfavorevole.

La Caravella

Via Aurelia 56

Finale Ligure – Varigotti (SV)

tel . ( +39 ) 019 698028

Chiuso :Lunedi

Prezzi: alla carta 50 – 80 euro

Visitato nell’ Aprile 2010

Visualizzazione ingrandita della mappa

gdf

Img_2743

C’è un temporale in arrivo…

13 Commenti.

  • AvatarFabrizio15 Maggio 2010

    ...Anche senza Dom Perignon rosè... Tempo fa era il mio avatar sui forum.

  • AvatarJONNY15 Maggio 2010

    è ceca, non russa.

  • Avatarbreg15 Maggio 2010

    Quando la spilungona venne al ristorante da me la prima volta fece un capitombolo per niente flessuoso ma pieno di umanità.... :)

  • AvatarUva e Un Quarto15 Maggio 2010

    Da me ancora niente top....... ma sta aumentando decisamente la componente femminile! Un caro abbraccio agli amici

  • AvatarIl Guardiano del Faro15 Maggio 2010

    Noto che siete tutti molto interessati alla cucina oggi ... :D

  • AvatarFabrizio16 Maggio 2010

    sei tu che hai scritto, prenditi le tue responsabilità a me sarebbero bastati i tuoi sms che mi feci in diretta. :) certo che breg tra la bionda ceca che casca e la ex top americana con la faccia finta bisogna dire che è piuttosto esigente in fatto di donne. :)

  • AvatarKriss16 Maggio 2010

    ma che bel gruppetto di maschilisti, azazel non l'avete invitato ?

  • Avatargiancarlo maffi16 Maggio 2010

    la ceka, secondo me con parecchia classe, io l'ho trovata appunto dall'altra parte della strada, alla muraglia, secondo me uno dei piu' grandi ristoranti d'italia, quando si parla di griglia e materia. poi e' vero che il titolare, enzo frumento- un nome una garanzia per il magnifico cestino dei pani- dispensa sorrisi solo una volta l'anno ,forse. so che il vostro gagliardi non lo ama, per un rapporto qualita' non equlibrato, secondo lui. ma se devo andare qui e spendere 80, preferisco attraversare la strada e spendere 100.

  • Avatarbreg16 Maggio 2010

    ....sai come si dice...la volpe e l'uva...:)

  • Avatarazazel16 Maggio 2010

    scusa ho poco tempo per rispondere, ho lasciato mia moglie legata con la bicicletta e la devo ritirare prima che mi faccian la multa...ma da quando sarei maschilista?????

  • AvatarIl Guardiano del Faro16 Maggio 2010

    Si, i muti del Muraglia quanto a griglia non sono secondi a nessuno, e ti dirò anche che tantissime persone esigenti altrove su ogni finezza , al Muraglia si incantano davanti al panorama, all'arredamento essenziale, ai colori primari, alla cucina altrettanto primaria ma dove tutti ricorderanno come raramente altrove un piatto di pesce e carciofi insuperabile. Prendendosi tutto il tempo , la pazienza e la sopportazione necessaria . I prezzi ? quando hai locale sempre full come al Muraglia perchè diminuirli? p.s. La carta dei vini però è una cosa tra le meno che de meno non saprei.

  • Avatargiancarlo maffi16 Maggio 2010

    carta dei vini? quale carta dei vini ? hai visto una carta dei vini ? :-))

  • AvatarIl Guardiano del Faro16 Maggio 2010

    ... si, in effetti il termine "carta vini " è una parola molto grossa per definire quel foglio di carta dove sono indicate una ventina di referenze a biro blu, o in fotocopia, e poi infilato sottoplastica ...

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *