Passione Gourmet Untermoserhof – Passione Gourmet

Untermoserhof

Vino
Recensito da Sofia Landoni

Piccola perla del Santa Maddalena

Arriva a bordo di una motocicletta Georg Ramoser, proprietario della cantina Untermoserhof. Arriva e si apre in un sorriso, sgretolando i finti stereotipi sulla freddezza altoatesina. È una giornata di sole, nella zona del Santa Maddalena. Le colline brillano sotto gli sguardi ardenti del sole, che le avvolge in un desiderio complice e vivo. Martin continua a sorridere e, senza perdere troppo tempo, ci conduce verso la cantina, la parte sotterranea del suo universo.

Sono appena cinque gli ettari vitati che scandiscono i bioritmi dell’azienda Untermoserhof. Cinque ettari votati alla sublimazione della Schiava e alla valorizzazione nel tempo del Lagrein, con una piccola grande eccezione di Chardonnay e un angolino di Merlot. Georg ne ricava sette vini, la cui punta di diamante è rappresentata proprio dal St. Magdalener “Hub”, seguito dal Lagrein Riserva, dal Merlot Riserva e dal premiato Chardonnay “Moraine”. Tra i fratelli più giovani, per tempo di affinamento ed età delle viti, troviamo invece il St. Magdalener, il Lagrein e il particolare Lagrein Rosé. Un bel pantone che regala uno spaccato dei terreni del Santa Maddalena e dei suoi vitigni caratteristici, ma anche dello stile di Georg Ramoser. Tanto elegante e preciso quanto generoso e schietto, è basato sulla concretezza della sua mano contadina e questo è, infatti,  Georg: un contadino e un uomo appassionato che ama prendersi cura della sua vigna e della sua terra, accogliendone le sfumature e gli imprevisti.

Alto Adige Chardonnay “Moraine” DOC 2017

Un buono Chardonnay deve aprirsi in barrique, poi deve andare in riduzione e aprirsi nuovamente in bottiglia”, dichiara, e questo vino spicca per la nota di propoli adagiata su uno sfondo morbido di frutta gialla, ginestra, miele ed erbe balsamiche. È sapido, è complesso, è grasso. Equilibrato e teso in una conduzione sapida vibrante, perfettamente inserita entro uno spessore che richiama le tinte borgognone.

Alto Adige Lagrein Rosè DOC 2019

Fruttato, al naso. Affiorano la fragola, la ciliegia e l’amarena, con una lieve connotazione vegetale. Sorso fresco, beverino, dal finale piacevolmente amaricante.

Alto Adige St. Magdalener DOC 2019

Nella Schiava senti il minimo sbaglio che fai e te lo trascini avanti fino alla fine; nel Santa Maddalena senti subito se c’è qualcosa che non va e, anche per questo, la diraspatura è una fase fondamentale“. Oltre a queste considerazioni, bisogna sapere che qui la combinazione di uve provenienti da suoli granitici e quelle provenienti da suoli porfirici regala un naso di frutta rossa, con una finezza speciale. Ha una punta fresca, quasi acidula, ritratta nel lampone e nel ribes. La componente speziata di paprika si mescola a quella minerale di gesso e di roccia. La bocca corrisponde al naso: elegante, fine, con un tannino sottile. Ottima pulizia di bocca.

Alto Adige St. Magdalener “Hube” DOC 2018

Un cru, che veste la sommità della collina dirimpetto alla cantina. La prima annata risale al 2006, tempo in cui Georg già sapeva che sono i dettagli a fare la differenza. La complessità del naso è stratificata, lentamente espansiva. Apre su note di arancia, marmellata di agrumi, lampone, corniola, foglia di tè e burro di karité. La bocca è elegantissima e, al contempo, vibrante, profilo di un vino vivo. La sapidità trionfa, nel sorso, condividendo il palcoscenico con il tannino. Sfuma su una nota di arancia.

Alto Adige Lagrein DOC 2019

Proviene da terreni porfirici e argillosi. La zona è molto ben ventilata – su 24 ore, 23 sono soggette a ventosità – consentendo una buona maturazione delle uve ma aumentando il rischio di Oidio. Il naso è intenso, dipinto nei toni della frutta rossa carnosa e ricca di succo. La bocca ne è fedelissimo specchio, tessuta nel frutto e nella trama acida.

Alto Adige Lagrein Riserva DOC 2017

Un vino che mette in luce la genetica del vitigno, imparentato con il Syrah. La complessità del naso si articola nella traccia balsamica, nella cenere, nel fumo, nel caffè. Al gusto si palesa un vino corposo, equilibrato e freschissimo, destinato alla longevità.

Alto Adige Merlot Riserva DOC 2017

Le uve attingono il loro carattere intenso dal terreno argilloso e pesante. Ampio, al naso, con i ricordi di frutta rossa matura, bacche di bosco, curry e cumino. La bocca è spessa ma comunque elegante e composta, lascia l’ultima parola alla freschezza.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *