Passione Gourmet Verticale di Château Ausone - Passione Gourmet

Verticale di Château Ausone

di Orazio Vagnozzi

La conferma di un vino ai vertici delle valutazioni dei Bordeaux degli ultimi vent’anni

Nella prestigiosa location di Villa d’Este, nel corso dell’annuale Wine Symposium, si è svolta una degustazione di dieci annate di un grande vino di Bordeaux: Château Ausone, uno dei quattro Premier Grand Crus Classé ‘A’ di Saint Emilion (gli altri sono Cheval Blanc, Pavie e Angelus).

A presentare la verticale il proprietario, nonché general manager dello Château, Alain Vouthier – decima generazione della famiglia Vouthier – a guida dell’azienda dal 1960.

Château Ausone prende il nome dal poeta dell’impero romano Ausonio – vissuto nel IV secolo d.C. – il quale possedeva numerosi ettari di vigna arroccati sulla collina, nella periferia sud del villaggio di Saint Emilion. Oggi Château Ausone conta 7,3 ettari di vigna coltivata prevalentemente a Cabernet Franc e Merlot in parti praticamente uguali, con una piccola percentuale di Cabernet Sauvignon. Il terreno è dislocato su un ripido pendio esposto a sud-est che protegge la vigna dai freddi venti e dal gelo. Le piante della parte alta della collina – “St. Emilion plateau” – poggiano su un terreno prevalentemente calcareo che garantisce finezza e purezza di frutto, mentre quelle nella parte più in pendenza – “Côtes” – posano su un terreno misto di calcare e argilla. Quest’ultima fornisce umidità quando il clima è secco, mentre i vicini fiumi Dordogna e Isle donano il tocco finale a questo terroir veramente unico. Le viti presentano un’età media che supera i 50 anni, con una densità d’impianto variabile da 6.500 a 12.000 piante per ettaro. Da anni, tuttavia, è in atto un lento percorso di impianto volto ad incrementare la densità media pur mantenendo le rese estremamente basse.

Dal 2000 al 2012 Alain Vouthier si è avvalso della consulenza di Michel Roland, mentre dal 2005 sua figlia Pauline si occupa della vigna, introducendo la filosofia biodinamica sia in campo che in cantina. I vini prodotti sono affinati interamente in barrique nuove per un periodo che varia in funzione dell’annata, aggirandosi indicativamente intorno ai 20 mesi.

A partire dal 1995, Chateau Ausone imbottiglia due vini: il primo, Chateau Ausone per l’appunto, è un blend in parti praticamente uguali (le esatte percentuali dipendono dalle annate) tra Cabernet Franc e Merlot, mentre il secondo vino, Chapelle d’Ausone, aggiunge anche una piccola quota di Cabernet Sauvignon oltre ai due vitigni già citati.

Chateau Ausone è un vino che soprattutto negli ultimi venti anni ha mostrato uno stile inconfondibile. Esprime un frutto puro, ricco, corposo, denso ma non pesante, tannico ma con tannini dolci a trama fine. Le note di frutta richiamano la prugna, il ribes nero e il mirtillo, mentre quelle floreali ricordano la violetta e la rosa. Spesso si avvertono sentori di liquirizia, roccia frantumata e pepe bianco.

E veniamo alla degustazione, che conferma il posizionamento di Chateau Ausone ai vertici delle valutazioni dei vini di Bordeaux degli ultimi vent’anni.

Château Ausone 2016

Colore rosso rubino intenso. Al naso creme de cassis, mirtillo, violetta, cioccolato, menta ed una una nota affumicata. È un vino intenso, di medio corpo, di grande equilibrio tra dolcezza, acidità e sapidità. I tannini sono ben presenti, dolci e leggermente astringenti. Il finale è persistente con un retrogusto di frutta matura e cioccolato fondente. Voto 97

Château Ausone 2015

Dal colore rosso rubino carico, ha un profumo di prugna matura, mirtillo, rosa, liquirizia, spezie dolci, cuoio, legno di cedro e pepe bianco. In bocca il vino è opulento e quasi cremoso sostenuto da un’acidità fresca e tannini ben presenti ma dolci e fini. È un vino multistrato, un trionfo di frutta matura. Il finale è lunghissimo con un retrogusto di prugna spezie dolci e liquirizia. Voto 99

Château Ausone 2010

Vino dal colore rosso rubino scuro, quasi impenetrabile. Al naso  sprigiona sentori di prugna matura, mirtillo, grafite, violetta, vaniglia e pepe bianco.  L’attacco è dolce, perfettamente bilanciato da fresca acidità e buona sapidità e sostenuto da un tannino a trama fine in evidenza. Il finale è lunghissimo con retrogusto di spezie dolci e liquirizia. È un vino ancora molto giovane, che andrebbe tenuto in cantina, ma è già così eccezionalmente godibile che per i fortunati che ne posseggono qualche bottiglia la cosa non sembra impresa facile. Voto 99

Château Ausone 2009

Dal colore rosso rubino intenso ha un naso fruttato di ribes nero e mirtillo, violetta, liquirizia, scatola di sigari e pepe bianco. In bocca l’attacco è morbido ben bilanciato da acidità fresca e sapidità. È un vino opulento, di grande struttura, dotato di un tannino ben presente, dolce e a trama finissima. Dal finale persistente con retrogusto di creme de cassis e tabacco. Voto 96

Château Ausone 2008

Dal colore scuro, rosso rubino intenso emana un profumo di ribes nero, mirtillo e violetta con note di canfora, pietra frantumata e fieno tagliato.  Vino fruttato all’attacco, in perfetto equilibrio con acidità e sapidità, di medio corpo è dotato di un dinamismo che lo rende versatile all’assaggio. Il finale è persistente e in divenire, dal retrogusto fruttato con note di vaniglia. Voto 97

Château Ausone 2005

Dal colore rosso rubino carico, denso, ha un naso intenso di prugna, mirtillo, rosa, oliva nera, cioccolato fondente e tabacco da pipa. L’attacco è dolce per un vino opulento e di pieno corpo, ben equilibrato da una buona acidità e sapidità. I tannini sono ancora in evidenza, per quanto dolci e perfettamente fusi. Il finale è lunghissimo con retrogusto di liquirizia e menta. Voto 98

Château Ausone 2003

Dal colore rosso rubino carico il vino esprime al naso mirtillo, ribes nero, oliva nera, sottobosco ed una nota di goudron. È un vino dall’attacco dolce, denso e coproso, equilibrato da una sufficiente dose di acidità.  un vino concentrato, di grande estrazione, multistrato e dal tannino fine, dolce, ma che asciuga un po’. Finale persistente. Voto 94

Château Ausone 2000

Il colore è rosso rubino carico. Il naso, un po’ chiuso, esprime note di frutti neri maturi e sottobosco. È un vino denso e corposo dall’attacco dolce ben bilanciato da acidità e sapidità. Il tannino è fine, ben fuso e levigato. Il finale è lunghissimo e lascia una piacevole sensazione di cacao e cioccolato fondente. Voto 95

Château Ausone 1998

Il colore è rosso rubino con riflessi che tendono al granato. Al naso ribes nero, goudron, oliva nera e tabacco. L’attacco è morbido e ben controbilanciato da una fresca acidità. Il vino esprime un tannino fine, ben fuso e levigato con un finale persistente. Voto 94

Château Ausone 1995

Rosso rubino con riflessi granati, al naso esprime mirtillo, viola, oliva nera e cioccolato. È un vino dall’attacco morbido, piacevole, forse senza la concentrazione e complessità dei vini che l’hanno preceduto. Il finale è persistente. Voto 91

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *