Passione Gourmet Ristorante Trippini, Chef Paolo Trippini, Civitella del Lago (TR), di Giovanni Gagliardi - Passione Gourmet

Ristorante Trippini, Chef Paolo Trippini, Civitella del Lago (TR), di Giovanni Gagliardi

Ristorante
Recensito da Presidente

Valutazione

13/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

Difetti

Visitato il 08-2019

Recensione Ristorante

Continua il successo della famiglia Trippini che con il loro ristorante bomboniera affacciato sullo splendido Lago di Corbara sono ormai arrivati alla terza generazione.
E’ una bella storia di ristorazione di famiglia, la loro, che ebbe inizio negli anni ’50 con il nonno Giuseppe e la sua trattoria dal nome che era tutto un programma: “Da Peppe se pappa”. Quindi la seconda generazione con Adolfo che, in anni di sacrifici e dedizione assoluta, mostrando grandi capacità, trasforma poco alla volta la modesta trattoria paterna in un ristorante di buon livello, mantenendo però una dimensione nel complesso intima. Ancora oggi, infatti, da Trippini sembra di mangiare nel salotto di casa; una casa panoramica, con grandi vetrate dalle quali è possibile ammirare lo spettacolare panorama del Lago di Corbara e delle colline circostanti.
Dal 2006, la cucina è nelle mani del giovane Paolo, tornato a casa dopo anni di esperienze in giro per l’Italia – compresi tre anni dal “Maestro” Vissani che, per inciso, incombe con la sua Casa a pochi chilometri di distanza -. Diciamo subito che da cotanto Maestro, Paolo non ha preso il gusto per le complicazioni e la sua cucina è una cucina essenzialmente immediata, di territorio e di sostanza che segue percorsi sempre lineari seppure con qualche spunto innovativo.
La nostra esperienza è iniziata con un benvenuto a base di Fiori di sambuco fritti, a cui ha fatto seguito una gustosa Trota fario leggermente affumicata topinambur fave e strigoli.
Dopo il doveroso omaggio all’acqua dolce, si fa apprezzare per l’armonia dell’insieme la Zuppa di ricotta quaglia arrostita asparagi e caffè. Quindi un classico di casa Trippini: Gnocci di patate farciti con ricotta e menta scaglie di parmigiano e olio di frantoio. Diciamolo: non proprio un inno alla leggerezza.
Si prosegue con Riso Acquerello guanciale fave e pecorino. Il risotto è all’onda. Molto all’onda. La crema di pecorino si aggiunge all’onda creando un effetto forse un po’ troppo liquido in cui i chicchi rischiano di perdersi. Peccato.
Si chiude la parte salata con un discreto Coniglio in crosta di pane al pomodoro purea di broccoletti.
Da lodare la piccola pasticceria ed il dessert, una gradevolissima Mousse di yogurt, zafferano e caffè.
Si può bere bene, la carta dei vini è di ampio respiro e i ricarichi sono più che onesti. Il servizio è premuroso ed efficiente.
Alla fine si esce abbastanza soddisfatti e con la sensazione che la cucina abbia margini di crescita.

Ad Majora

interni

Fiori di sambuco fritti

Zuppa di ricotta quaglia arrostita asparagi e caffè

Gnocchi di patate farciti con ricotta e menta scaglie di parmigiano e olio di frantoio


Riso acquerello guanciale fave e pecorino

Coniglio in crosta di pane al pomodoro purea di broccoletti

Mousse di yogurt zafferano e caffè

il pregio: la vista sul lago davvero strepitosa
il difetto: le vetrate, inspiegabilmente, non pulitissime 🙂

Trippini
Via Italia 14
Civitella del Lago (TR)
+39.0744.950316
Chiuso lunedì
Menu degustazione: 35/70 Euro v.e.
Alla carta: 55 euro v.e.

www.trippini.net

Visitato nel mese di Maggio 2012


Visualizzazione ingrandita della mappa

Giovanni Gagliardi

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *