Passione Gourmet Il risorgimento gastronomico torinese compie 3 anni - Passione Gourmet

Il risorgimento gastronomico torinese si festeggia al Del Cambio

di Alessio D'Aguanno

Al ristorante Del Cambio, nella serata di Giovedì 4 Ottobre, si sono festeggiati i 3 anni dalla nascita del circolo enogastronomico che ha trasformato Torino in una meta gourmet, oltre a diventare la nuova Capitale del Gusto (brand lanciato dal Comune di Torino in occasione di Terra Madre). Nell’occasione, coincisa anche con l’anniversario dei 261 anni e con i 3 anni dal completamento del restyling e dall’arrivo dell’attuale chef Matteo Baronetto, le nuove realtà della ristorazione cittadina si sono riunite nelle cucine del ristorante per allestire una cena d’eccezione. “I miei colleghi chef – ma preferisco chiamarli amici – hanno voluto fare un grandissimo regalo a Del Cambio ma soprattutto a Torino” spiega Matteo Baronetto. “Questo menu, firmato collettivamente dai cuochi delle nuove realtà gastronomiche cittadine, è a mio avviso una ‘Carta Costituente’, che certifica quanto, dal 2014, questa città sia tornata al centro della scena nazionale, segnando l’inizio di un nuovo Risorgimento enogastronomico”.

Le tantissime realtà presenti, undici in totale, hanno avuto il merito in questi ultimi anni di rinnovare la proposta della scena torinese, mantenendo il focus sulla qualità dell’offerta e, in alcuni casi, rivalutando interi quartieri, vedi Aurora e Barriera di Milano con i ristoranti Condividere ed EDIT, oppure aree abbandonate, come le OGR dove ora sorge Snodo. Accanto alle novità, vi erano anche due vere e proprie garanzie: Beppe Gallina, con la sua storica Pescheria Gallina oggi alla quarta generazione, e Fabrizio Galla, proprietario dell’omonima pasticceria a San Sebastiano Da Po (TO), le cui creazioni sono presenti anche alla Farmacia Del Cambio.

Ad accompagnare le numerose prelibatezze dolci e salate, vi erano i vini della cantina del ristorante e di Magazzino 52, insieme ai cocktail firmati dai barman del Bar Cavour e del Carlina Cocktail Bar.

Del Cambio Risorgimento gastronomico

IL MENU DELLA SERATA:

L’aperitivo

Carlina cocktail bar – Barman Alberto Terzi – Cocktail Quarantotto

Bar Cavour – Barman Marco Ciminnisi – Cocktail Renessence

***

La Cena

Del Cambio – Matteo Baronetto

Spiedino di semolino, acciughe, amarene e olive

Agnolotti 2.0

Magazzino 52 – Chef Dario e Diego Rista

Crudo di fassone, nocciole e acciughe

Edit – Manuel e Christian Costardi

Diversamente Tonnato by Costardibros

Snodo – Chef Silvio Saracco Walter Tummolo

Trippa croccante con polenta soffiata alle nocciole e mosto cotto

Condividere – Chef Federico Zanasi

Gelato al parmigiano omaggio a Bob Noto

Cannavacciuolo Bistrot – Chef Nicola Somma

Tonno vitellato

Les Petites Madeleines – Chef Stefano Sforza

Risotto al cerfoglio, creste di gallo in casseruola, rabarbaro

Piano 35 – Chef Marco Sacco

Topinanbur alle tre consistenze

Gigi Cucina Urbana – Chef Salvatore e Pietro Sanna

Tajarin di cardo piemontese

Ristorante Carignano – Chef Fabrizio Tesse

Bavarese di gorgonzola, topinanbur e cioccolato amaro

Spazio7 – Chef Alessandro Mecca

Scaloppina al burro

Pescheria Gallina – Beppe Gallina

Capponadda povera dei pescatori

Del Cambio – Nicola Dobnik e Maicol Vitellozzi

Monte Bianco di fagioli

Fabrizio Galla – Panettone pera e cioccolato

***

I vini

Luogo DiVino – Diego Dequigiovanni

Gavi del Comune di Gavi Bruno Broglia DOCG 2016 Magnum
Barolo DOCG Giovanni Rosso 2014 Magnum

Del Cambio – Davide Buongiorno

Contratto Rosé Magnum 2012

Vermentino Casanova della Spinetta 2016 Magnum