Passione Gourmet Lombardia: sfide e opportunità per l’enoturismo - Passione Gourmet

Lombardia: sfide e opportunità per l’enoturismo

di Giulia Carelle

Il turismo della ripartenza

Come ben noto, l’enoturismo è tra le risorse maggiori che possediamo: potenzialmente strategico, è uno dei settori  che abbracciano un intero comparto territoriale legato appunto alla viticoltura.
Nel nostro paese infatti il turismo rappresenta il 13% del PIL dove il settore Vinicolo pesa per 6,2 miliardi con l’export , e un fatturato di circa 2,65 miliardi di euro grazie ai quali è possibile il sostentamento di comunità rurali per un ricavo totale pari a 42 milioni annui.
“L’enoturismo è ormai una dimensione stabile e rilevante del fatturato delle imprese del settore” – ha spiegato Giulio Somma direttore de Il Corriere Vinicolo.

ENOTURISMO IN LOMBARDIA: SFIDE E OPPORTUNITA’

Il Workshop promosso da Unioncamere Lombardia in collaborazione con le Camere di Commercio di Bergamo, Como-Lecco, Cremona, Mantova, Milano Monza Brianza,Lodi, Pavia, Sondrio e Varese, ha messo in luce alcuni aspetti di sviluppo presente e futuro del settore turistico in Lombardia. Per le prospettive future, nei confronti dell’estero bisognerà sicuramente attendere la fine di questo specifico momento storico. Carlo Pietrasanta, Presidente del MTV Lombardia, sintetizza: “La priorità ora deve essere la preparazione per il ritorno degli stranieri: appena l’emergenza Covid sarà passata … dovremo farci trovare pronti per accogliere al meglio le tante persone che hanno voglia di Enoturismo in Italia.”
Magda Antonioli, Vicepresidente European Travel Commission e Consigliere ENIT nella sua mappatura del target italiano e internazionale sostiene che: “mediamente, l’enoturista è disposto a spendere oltre 120€ per un’esperienza nel mondo del vino, un valore che sta crescendo grazie anche all’attenzione dei consumatori che sempre più vogliono provare prodotti di qualità …. l’Enoturismo ha un impatto molto importante non solo a livello economico, ma anche socioculturale su tutto un territorio”.
Se pensiamo al presente, l’estate appena trascorsa ha visto realizzarsi il “turismo della ripartenza”: un’economia accessibile che si unisce  ad altre esperienze culturali e gastronomiche, prediligendo luoghi d’esperienza, come la vigna. Un’ attività realizzata appunto in tutto il territorio Lombardo che ha visto coinvolgere un numero considerevole di realtà viticole che hanno messo a disposizione i propri spazi – vigne comprese – con l’obiettivo di promuovere il territorio. Il progetto Vigneti Aperti” del Movimento Turismo del Vino della Lombardia ne è l’esempio più concreto.
Infine, Anna Zerboni, Responsabile Area Servizi per le Imprese – Turismo, Cultura, Territorio di Unioncamere Lombardia, ha ricordato in questa giornata di lavori ha tenuto ricordare il successo del progetto formativo Il Nuovo Enoturismo: istruzioni per l’usoAbbiamo fornito informazioni utili per accogliere al meglio gli enoturisti, promuovendo l’uso del web e fornendo informazioni sull’accoglienza in sicurezza e sulle indicazioni che il MIPAAF ha dato con il decreto del 2019 che ha disciplinato la materia dell’Enoturismo.