Passione Gourmet Under10: “448 s.l.m. Bianco” e “I fiori” - Passione Gourmet

Under10: “448 s.l.m. Bianco” e “I fiori”

di Passione Gourmet

Sapidità montana e salinità marina

Vigneti delle Dolomiti “448 s.l.m. Bianco” IGT 2018_ Girlan

Un nome molto noto fra i grandi produttori altoatesini. Girlan ha iniziato la sua avventura nel 1923, presso un maso storico in cui tutt’oggi vengono coltivati i vitigni della tradizione. Il “448 s.l.m. Bianco” si origina proprio da quei vigneti, portando nel nome l’indicazione altimetrica di essi. I terreni minerali di tale area regalano bacche dalla sapidità spinta, che esaltano l’aromaticità varietale presente per natura negli acini di Pinot Bianco, Chardonnay e Sauvignon, che compongono il blend del “448 s.l.m. Bianco”.  È l’intensità fruttata altoatesina ad essere protagonista del naso, armonizzato nello sfondo roccioso con una punta verdognola di erbe aromatiche. Mango, papaya e pesca bianca esaltano il bouquet, così come il fiore di sambuco e la salvia. Il sorso è piacevolmente coeso nelle sue parti, vivace nell’intensità aromatica e destato nella sapidità scattante. Parimenti fresco e morbido, avvolge il palato con una carezza glicerica in equilibrio con le durezze, definendo una beva precisa e pulita. Lo consigliamo in abbinamento a un filetto di maiale con mele caramellate.

Prezzo di scaffale presso enoteca Enoclub (Via Friuli 15, Milano) : 9 euro

Vermentino di Sardegna “I fiori” DOC 2018_ Pala

Da una delle più note realtà vitivinicole sarde, un grande classico di pura territorialità. Un Vermentino in purezza, di quelli che respirano i profumi mediterranei e li restituiscono nel calice. Le vigne che danno origine al Vermentino “I fiori” respirano tale aria da ben 25 anni, radicate nei terreni argillosi e calcarei posti su dolci colline che sfiorano i 180 m.sl.m. Il naso si introduce discretamente, aprendosi poco alla volta. Le prime note ad emergere dalla tela sono quelle immancabili delle erbe aromatiche, del rosmarino, della lavanda e, in seconda battuta, della pesca bianca. La polpa del frutto bianco prende ancor più spessore dopo qualche rotazione del calice, seppur lasciando il ruolo trainante alla pungente nota di macchia mediterranea. Senza alcun dubbio, sapido. La determinazione del sorso risiede proprio in questa salinità, che non straborda però dall’equilibrio, dato dalla morbidezza e da una buona carnosità. Sfuma in una lieve accezione amaricante. Da provare con uno spaghetto alle vongole.

Prezzo di scaffale presso enoteca Enoclub (Via Friuli 15, Milano) : 9,90 euro

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *