Passione Gourmet Michelin premia Caterina Ceraudo come miglior Chef donna 2017 - Passione Gourmet

Michelin premia Caterina Ceraudo come miglior Chef donna 2017

di Paolo Vizzari

“La giovane calabrese è la prima regina mai incoronata dalla Guida Michelin, che da quest’anno sceglie di dedicare alle donne una maggiore attenzione.”

E’ Caterina Ceraudo del ristorante Dattilo di Strongoli (in provincia di Crotone) a essere stata scelta come vincitrice per la prima edizione del premio assegnato dalla Guida Michelin Italia alla “Miglior Chef Donna”.
29 anni, nel suo passato una laurea in enologia e poi un cambio di percorso benedetto da un fondamentale passaggio formativo nella scuola e nella cucina di Niko Romito.

Michelin premia Caterina Ceraudo come miglior Chef donna 2017
Michelin premia Caterina Ceraudo come miglior Chef donna 2017

Raggiunta al telefono, Caterina dedica poche parole alla gioia personale, preferendo sottolineare la soddisfazione per la nascita di nuovi riconoscimenti che diano luce al lavoro delle donne.

Non trovo che premi simili siano una forma di discriminazione, come sostengono alcuni”, dice la giovane cuoca calabrese, “ma penso piuttosto che siano importanti per dare risalto alla figura della donna-professionista”.

Michelin premia Caterina Ceraudo come miglior Chef donna 2017

Inutile nascondere che per quanto si stia facendo molto, la percezione dell’immagine femminile in alcuni ambienti professionali debba ancora riscuotere il risalto che merita.

Michelin premia Caterina Ceraudo come miglior Chef donna 2017

Spero che un giorno spunti come questo tipo non siano più necessari, ma oggi penso invece siano utili per affermare che il nostro ruolo nella società è cambiato e sta ancora cambiando”.

Michelin premia Caterina Ceraudo come miglior Chef donna 2017

A margine, chi vi scrive trova personalmente corretto sottolineare come lo sponsor del premio sia Veuve Cliquot, che unisce questa iniziativa in “rosa” a quelle già avviate: da una parte il premio alla miglior chef donna della Guida de L’Espresso, dall’altra l’istituzione dell’Atelier des Grandes Dames, un network ideato l’anno scorso al fine di sostenere i talenti femminili dell’alta ristorazione. Alle quattro socie fondatrici (Aurora Mazzuchelli, Fabrizia Meroi, Marianna Vitale e Isa Mazzocchi), si sono già aggiunti 9 nuovi volti, e qualcosa di più articolato sembra sul punto di nascere.

Michelin premia Caterina Ceraudo come miglior Chef donna 2017

Dato per scontato che un marchio ha il diritto e lo scopo di comunicarsi, ben vengano i progetti radicati che cercano di sostenere una categoria, invece di limitarsi a scattare qualche foto di rito e poi dimenticarsi dei premiati.

Ancora complimenti a Caterina Ceraudo, la prima regina mai incoronata da Michelin.

1 Commento.

  • Avatarfabrizio20 Marzo 2017

    Complimenti Caterina. Era prevedibile, brava.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *