Passione Gourmet Le St. Etienne, Vezelay . Il Guardiano del Faro - Passione Gourmet

Le St. Etienne, Vezelay . Il Guardiano del Faro

Ristorante
Recensito da Presidente

Valutazione

14/20 Cucina prevalentemente classica

Pregi

Difetti

Visitato il 06-2024

Img_2736

Recensione ristorante.

Ma quanti chilometri faremmo per una grande Lievre à la Royale ?
Ma dove l’abbiamo pescato questo indirizzo ?
Ma perché proprio Vezalay in Novembre, in un gelido clima storico da Templari e Crociati ?

Semplice!
Perché avevo prenotato un mercoledì sera da Marc Meneau e ci volevo trascinare due amici , ma ci siamo andati la sera sbagliata, la serata di chiusura.
E’ sempre stato chiuso di martedì!

E una Santa ragazza incredula , con indimenticabile decolté, collocata al ricevimento dell’ Esperance dalla provvidenza protettrice dei gourmets con le sinapsi scollegate dall’abuso di Chambertin mi invita al ragionamento ( adoro il back office delle reception …) e mi salva da una notte da lupi indicandomi la migliore alternativa possibile.

Il fascino folle della cattedrale di Vezalay vale da sola e ampiamente il viaggio. La deliziosa saletta del St.Etienne con camino acceso rincuora e mi salva dal linciaggio.

Il bigliettino stagionale posato sui tavoli sistema definitivamente l’umore e ci indirizza verso una serie di piatti della memoria.

Zuppa di cipolle con profondo brodo di carne e gratin di pane al Gruyere.
Confortevole come l’appoggio su un caldo e ampio decoltè.

Uova strapazzate con tartufo di Borgogna e sfogliatine al burro.
Sinceramente questo tartufo è più caro che buono, comunque la sfogliatina al burro con la brouillade è rinfrancante come una colazione da spaccalegna del Morvan. Dommage per l’acquetta sul fondo del piatto.

Leprona alla Royale da Champions.
Spettacolo da finalissima. Salsa tirata di forza. Consistenza della carne fondente. Accompagnamento adeguatissimo.
Da ritornare immediatamente all’Esperance a baciare Sylvie!

Costolette d’agnello farcite da leccarsi le orecchie.
Pure qui c’è un buon lavoro artigianale che permette alla carne magra del carrè d’agnello di ricevere un po’ di grasso non superfluo dalla carne di porco inserita a portafoglio. Più gourmand che gourmet, con salsa a chiudere degnamente, anche senza l’ingombrante sfogliona croccante.

Distrarre gli amici non so se più per c**o o per mestiere su un fortunato uvaggio di Cesar e Pinot Noir (… forse il miglior rosso nordico questo Irancy di Anita Colinot ) e con una trovata economica di Chablis Defaix riporta definitivamente l’umore a mille.

Belli caldi dopo un giro di framboise sauvage e vecchi rum con mignardies, pronti ad affrontare i geli dell’esterno di una delle più affascinanti cattedrali d’Europa.

E a quel punto ci servirà tomtom per tornare a Beaune ?
Ma no.

“E’ facile, rifai la strada al contrario, passa davanti all’Esperance ( bacino a Sylvie ?… ), poi c’è Avallon, due elle, l’altra non l’hanno ancora ritrovata, e li prendi l’autostrada . Togli i Led Zeppelin, metti i Creedence”

” let the midnight special…”

Foresta del Morvan: Neve, volpi, lepri, marmotte e caprioli sotto uno spicchio di luna in direzione Saulieu.

Saulieu?
Loiseau!
Saulieu?
Loiseau!
Saulieu?
Loiseau!

img_2739

Img_2736

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

il pregio : Sylvie.

il difetto : Mi è parso non ne avesse di evidenti…

Le St.Etienne
Rue St.Etienne 39
Vezelay
tel 0033 (0) 3 86332734
Numero coperti :30
Chiuso : Da metà Gennaio a metà Febbraio, Mercoledì e Giovedì .
Prezzi: alla carta 55 – 75 euro
Menù degustazione : 29 – 60 euro

http://www.le-saint-etienne.fr/

Visitato nel mese di Novembre 2009

Visualizzazione ingrandita della mappa

Img_2743

Img_2743

gdf

17 Commenti.

  • Lucien31 Dicembre 2009

    Togli i Led Zeppelin, metti i Creedence.... GRANDE Guardiano! D'altronde è da sempre che sostengo che la musica "giusta" ben si abbina al buon vino ed al buon cibo..: http://armadillobar.blogspot.com/ buon fine anno pard..

  • emanuelle31 Dicembre 2009

    Ma questa Sylvie ? ...

  • Il Guardiano del Faro31 Dicembre 2009

    ... e allora cominciamo : http://www.youtube.com/watch?v=DksGi7B5BdM

  • Lucien31 Dicembre 2009

    Formidabili! E' un buon modo per iniziare la fine.. ora mi tocca solo scendere in cantina a scegliere la bottiglia da abbinarci, che ne dici di Millésime 1994 Grand Cru André Beaufort ?

  • UvaeUnQuarto31 Dicembre 2009

    Nostalgia.... tremenda nostalgia!!! e scritti che fanno aumentare la salivazione... Dai! un goccio di Vin des pays d'hérault blanc di Barral e torno al lavoro.... Ma prima un caloroso abbraccio e un buon 2010!!!! Roberto

  • Il Guardiano del Faro31 Dicembre 2009

    Lucien, con il vecchio Beaufort che ti graffia l'esofago ci metterei questo Tom Waits che ti graffia l'anima : senti un pò che sottofondo ha piazzato il Viglietti al suo sito :D http://www.ilpalma.com/ Robi, bisogna che riproviamo a fissare un incontro dalle vostre parti. Doppietta Quinson / Barbaglini . Riuscissi per il 17 ... vediamo... vediamo... Sylvie? Forse non si chiamava neanche così.

  • UvaeUnQuarto31 Dicembre 2009

    17 potrebbe essere ok, rientro giusto dopo una 2 giorni di presentazione catalogo 2010... Se vuoi provo a lanciare il sasso.... Ciao

  • Lucien31 Dicembre 2009

    Viglietti è gia' un mito senza esserci ancora andato! Clap Hands da "Raindogs", capolavoro!! Tooooc, sasso arrivato..! Dott.Uva sei tremendo, non vedo l'ora di tornare a Morgon con te..

  • Tino Granata31 Dicembre 2009

    Non vedo la foto del decolté! ma che recensione è senza supporto grafico. :(

  • Kriss31 Dicembre 2009

    Ci manca solo che anche qui scadano nel dualismo: "tette o culo" ?

  • Lapo31 Dicembre 2009

    Culo!

  • Il Guardiano del Faro31 Dicembre 2009

    Vabbè... Buon anno a tutti, vado a tirar su qualche bottiglia.

  • breg31 Dicembre 2009

    Buon Anno a tutti voi , grazie per le belle letture che mi offrite.

  • Franco il trattore31 Dicembre 2009

    Sei stato un pò tirchio per mè , caro socio e navigatore ufficiale della banda . Sì perchè quello satellitare non serve , lì non si perde nessuno . Dopo che ci ha attraversato tutta la selvaggina locale qualche piccolissimo dubbio ci ha colto . Licenziato in tronco e appeso nal trinchetto , intanto anche tu trinchi !!!

  • Il Guardiano del Faro31 Dicembre 2009

    Hai ragione, solo occhi per Sylvie. Rimedieremo in primavera se vorrai.

  • Fabrizio1 Gennaio 2010

    in primavera mi prenoto anch'io.

  • Prosit1 Gennaio 2010

    Auguri e grazie a tutti voi di Passione Gourmet! Auguri a tutte le Sylvie che ci accoglieranno nel 2010. E a quelli che continueranno a domandarsi cosa ci troviamo in questa cucina francese ...

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *