Passione Gourmet Milano Golosa 2018: un ode al mondo artigiano - Passione Gourmet

Milano Golosa 2018: un’ode al mondo artigiano

di Alessio D'Aguanno

Con la riscoperta e la rivalutazione dei saperi artigiani nel mondo culinario, che cosa potremmo desiderare di più di un evento a cui partecipano i migliori produttori da tutta Italia?

Milano Golosa è proprio questo e, nell’edizione di quest’anno, che si è tenuta dal 13 al 15 Ottobre, abbiamo avuto la conferma che il savoir faire artigianale merita ancora di essere premiato, in un mondo in cui il fattore risparmio sembra farla da padrone, anche per ciò che concerne l’alimentazione. Come gli anni scorsi, la kermesse si è tenuta a Palazzo del Ghiaccio, dove oltre 200 espositori artigiani -selezionati dal Gastronauta Davide Paolini– hanno messo in mostra i propri prodotti, da scoprire, assaggiare e conoscere. Gli unici criteri per partecipare erano qualità e artigianalità del prodotto, motivo per il quale si sono alternate eccellenze tradizionali e innovative.

Tra le prime, erano presenti formaggi -ottimi l’Erborinato al tartufo del Caseificio Moro-, salumi -scioglievole la Coscia di suino CBT di Opificio Facchini-, liquori, straordinario il Ratafià di Scuppoz, aceti balsamici, senza bisogno di presentazioni quello dell’Acetaia Giusti, e olii, fra cui abbiamo trovato interessante la Coratina di Dascenzio.

Fra le seconde, sono invece da menzionare i friabili Biscotti integrali nocciola e cioccolato di Dolciarte, le creme salate di Nonno Villerba (eccezionali le versioni con finocchio e arancia, zucchine e capperi, radicchio e olive taggiasche) e il Liquore al pomodorino del Piennolo del Vesuvio di Alma de Lux.

L’evento è stato anche teatro di showcooking di osterie, pizzaioli e degli stessi produttori, e della celebrazione del panino, in collaborazione con l’Accademia Panino Italiano.