Passione Gourmet Il ristorante Cacciatori a Cartosio compie 200 anni! - Passione Gourmet

Il ristorante Cacciatori a Cartosio compie 200 anni

di Alessio D'Aguanno

Se sono rare le insegne storiche senza soluzione di continuità, lo sono ancora di più quelle appartenenti da sempre alla stessa famiglia. Come l’albergo-ristorante Cacciatori di Cartosio (AL), giunto alla quinta generazione e al 200° anno, come testimoniato da un documento ritrovato un paio d’anni or sono, nella quale figura come data di inizio dell’attività il 2 Ottobre 1818. In questo piccolo comune di poco meno di 800 abitanti, nella zona del Piemonte orientale al confine con la Liguria, la famiglia Milano continua a portare avanti la tradizione di una cucina piemontese con influenze liguri – vedi la focaccia, o il largo utilizzo della maggiorana – e con l’inconsueto utilizzo ai tempi attuali della stufa a legna (del 1952) per la cottura delle carni e delle verdure. Ai fornelli regna Federica Rossini, che appresa l’arte della cucina dalla suocera, propone piatti genuini eseguiti con rigore e pulizia di sapori, come il magistrale pollo alla cacciatora o le zucchine ripiene. Il servizio è invece affidato a Massimo Milano, la quale professionalità riesce a mettere a proprio agio i clienti. “L’idea è quella di riprodurre una casa che apra le porte agli amici“, obiettivo raggiunto anche grazie al recente restauro firmato dall’architetto Castellini-Baldissera, che ha riprodotto un ambiente confortevole e ospitale.

Il menu del pranzo di ieri in occasione dei 200 anni:

  • Aperitivo
    • Selezione di salumi
    • Carne di fassona piemontese battuta al coltello
  • Antipasti
    • Peperone di Carmagnola ripieno
    • Zucchina ripiena
    • Frittata di erba di S. Pietro
  • Primi
    • Ravioli burro e salvia
    • Tagliolini all’uovo con pomodoro, prezzemolo e aglio
  • Secondo
    • Pollo alla cacciatora
  • Dolci
    • Gelato alla frutta
    • Crostata di pasta frolla con marmellata di albicocche, mele, pinoli e uvetta