Passione Gourmet Dentromare - Passione Gourmet

Dentromare

Viale Tamerici, Specchiolla
Chef Michele Panzarini
Recensito da Francesco Zito

Valutazione

S.V.

Pregi

  • Location unica sul mare.
  • Materia prima di qualità a vista nel banco del pesce.
  • Cucina di mare autentica.

Difetti

  • Servizio in fase di rodaggio.
Visitato il 07-2019

Nell’Alto Salento, il bistrot di mare che mancava

Pescheria e cucina. Vista mare. Recita così il claim di Dentromare, novità ittico-gastronomica nel panorama della ristorazione delle marine brindisine, fino a oggi orfane di un indirizzo in cui mangiare del buon pesce con “lu rusciu de lu mare” come sottofondo. Pescheria, asporto e bistrot per un pranzo,  cena o aperitivo, con i crudi di mare, al calar del sole.

Dentromare è un concept multifunzione e “multiemozione”, dove la materia prima di mare, ma non solo, è regina indiscussa. I colori e i profumi del banco del pesce sono il viatico per un’esperienza a tavola che coniuga la bellezza e il mood del moderno bistrot coi sapori e gli odori di un’autentica trattoria di pesce. A guidare la brigata di cucina c’è Michele Panzarini, cuoco “contadino” e al tempo stesso frequentatore di cucine stellate per anni. Già sous chef di Sebastiano Lombardi nelle esperienze al Pellicano di Porto d’Ercole e allo Chalet d’Adrien in Svizzera, Michele è pugliese autentico, che voluto fortemente il ritorno nella terra natìa, desideroso di ritrovare quella cucina pugliese vera, fatta di mare e di terra, di tecnica e di cuore.

Sull’onda della nuova cucina italiana

La catalana in versione pugliese è un combinato composto di colori vivi e gusto: dolcezze e acidità in un piatto icona dove più varietà di pomodori pugliesi esaltano il gambero crudo di Gallipoli. Mare e terra continuano a combinarsi nelle strascinate con crema di zucchine, pomodoro confit, zucchine alla poverella, mazzancolle, ricotta salata e menta, così come nella personale interpretazione dello chef del piatto simbolo di Bari, riso patate e cozze. In questa circostanza lo troviamo in versione risotto, con una patata croccante e cozze quasi crude (o quasi cotte?). I puristi potrebbero storcere il naso, ma più di qualcuno potrebbe anche esclamare “è una cosa mondiale”!

E poi i dolci: Michele Panzarini nasce pasticcere e cura direttamente anche la parte golosa del menu. La ricotta, pere e cioccolato scomposta è decisamente buona, con un apprezzabile equilibrio dolce-amaro arrotondato dal burro della frolla.

L’occasione è ghiotta, la location dir poco suggestiva: che sia al calar del sole o con la luna piena, non trascurate l’idea di un’esperienza gastronomica dentro mare.

La galleria fotografica:

3 Commenti.

  • Gianfranco Romanazzi23 Agosto 2019

    Perché senza valutazione?

  • PresidentePresidente23 Agosto 2019

    Perchè l'apertura è inferiore ai 3 mesi canonici che normalmente usiamo come regola per assegnare un voto. Locale pertanto con voto sospeso ma scheda molto ben incoraggiante. A presto.

  • barbara buoso25 Ottobre 2019

    Location mozzafiato. Per una 'polentona' del nord trovarsi davanti a tanto mare è una esperienza straordinaria, una festa del cuore ancor prima di mettere piede all'interno. Il personale ti fa sentire a casa tua offrendo la 'consumata' spiegazione dei piatti in chiave casareccia, assecondando anche le domande più particolari di chi è curioso, non si lesinano particolari che fanno del momento conviviale una preziosità anche culturale. I piatti presentati come vere e proprie opere d'arte accostano la tradizione all'innovazione: sgombro con pollo alla cacciatora convivono in una aura di sospensione dei tradizionali accostamenti per dare vita a vere e proprie esperienze gustative non sempre 'facili' da proporre ma che sbalordiscono. Anche chi non ha grosse esperienze culinarie - come la sottoscritta - ed è legato alla tradizione trova in questo locale la summa di tradizione e innovazione, di ricerca e sodalizio col passato, di slancio e 'temeraria' resa alle cose certe. Spero di poterci tornare, bravo l'imprenditore ad essersi intestardito e, con passione e amore, avercelo reso disponibile: la bellezza aiuta a guarire ogni cosa, ne sono certa, le pene di chi ha patito per strapparlo alla burocrazia non saranno lenite ma certamente gli anni che verranno risarciranno tanta attesa. Complimenti.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *