Passione Gourmet Dentromare - Passione Gourmet

Dentromare

Viale Tamerici, Specchiolla
Chef Michele Panzarini
Recensito da Francesco Zito

Valutazione

S.V.

Pregi

  • Location unica sul mare.
  • Materia prima di qualità a vista nel banco del pesce.
  • Cucina di mare autentica.

Difetti

  • Servizio in fase di rodaggio.
Visitato il 07-2019

Nell’Alto Salento, il bistrot di mare che mancava

Pescheria e cucina. Vista mare. Recita così il claim di Dentromare, novità ittico-gastronomica nel panorama della ristorazione delle marine brindisine, fino a oggi orfane di un indirizzo in cui mangiare del buon pesce con “lu rusciu de lu mare” come sottofondo. Pescheria, asporto e bistrot per un pranzo,  cena o aperitivo, con i crudi di mare, al calar del sole.

Dentromare è un concept multifunzione e “multiemozione”, dove la materia prima di mare, ma non solo, è regina indiscussa. I colori e i profumi del banco del pesce sono il viatico per un’esperienza a tavola che coniuga la bellezza e il mood del moderno bistrot coi sapori e gli odori di un’autentica trattoria di pesce. A guidare la brigata di cucina c’è Michele Panzarini, cuoco “contadino” e al tempo stesso frequentatore di cucine stellate per anni. Già sous chef di Sebastiano Lombardi nelle esperienze al Pellicano di Porto d’Ercole e allo Chalet d’Adrien in Svizzera, Michele è pugliese autentico, che voluto fortemente il ritorno nella terra natìa, desideroso di ritrovare quella cucina pugliese vera, fatta di mare e di terra, di tecnica e di cuore.

Sull’onda della nuova cucina italiana

La catalana in versione pugliese è un combinato composto di colori vivi e gusto: dolcezze e acidità in un piatto icona dove più varietà di pomodori pugliesi esaltano il gambero crudo di Gallipoli. Mare e terra continuano a combinarsi nelle strascinate con crema di zucchine, pomodoro confit, zucchine alla poverella, mazzancolle, ricotta salata e menta, così come nella personale interpretazione dello chef del piatto simbolo di Bari, riso patate e cozze. In questa circostanza lo troviamo in versione risotto, con una patata croccante e cozze quasi crude (o quasi cotte?). I puristi potrebbero storcere il naso, ma più di qualcuno potrebbe anche esclamare “è una cosa mondiale”!

E poi i dolci: Michele Panzarini nasce pasticcere e cura direttamente anche la parte golosa del menu. La ricotta, pere e cioccolato scomposta è decisamente buona, con un apprezzabile equilibrio dolce-amaro arrotondato dal burro della frolla.

L’occasione è ghiotta, la location dir poco suggestiva: che sia al calar del sole o con la luna piena, non trascurate l’idea di un’esperienza gastronomica dentro mare.

La galleria fotografica:

2 Commenti.

  • PresidentePresidente23 Agosto 2019

    Perchè l'apertura è inferiore ai 3 mesi canonici che normalmente usiamo come regola per assegnare un voto. Locale pertanto con voto sospeso ma scheda molto ben incoraggiante. A presto.

  • Gianfranco Romanazzi23 Agosto 2019

    Perché senza valutazione?

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *