Passione Gourmet Il Caviale Volzhenka al Piccolo Lago a Mergozzo - Passione Gourmet

Movimento Gente di Lago: il primo live show sul caviale Volzhenka al Piccolo Lago di Mergozzo

di Passione Gourmet

Direttamente da Astrakhan, la città sul Volga nella parte meridionale della Russia Europea, è giunto a Mergozzo, in provincia di Verbania, l’oro nero, il caviale russo firmato Volzhenka, il più antico produttore al mondo di caviale, con ben 500 anni di storia.

Lo abbiamo degustato il 12 ottobre al ristorante Piccolo Lago, in occasione della serata di gala che ha concluso il ciclo di eventi promossi dal “Movimento Gente di Lago”, il progetto lanciato dallo chef Marco Sacco lo scorso maggio, per valorizzare il mondo delle acque dolci e che unisce chef, pescatori, ittiologi e comunità lacustri.

Durante la serata, non solo degustazione ma anche un live show durante il quale abbiamo assistito in diretta all’estrazione delle uova dagli storioni vivi, attraverso l’utilizzo di una tecnica cruelty-free, rispettosa dell’animale e dell’ambiente, ma anche della qualità del prodotto finale.

Dopo l’estrazione un tuffo nei sapori dello storione, una cena dedicata interamente al cibo degli zar. Le piccole sfere di velluto nero ci hanno accompagnato dalla prima portata al dolce. I piatti? Storione marinato al melograno, mele golden, salsa di ostriche, foglie di peperoncino e caviale Volzhenka, poi ventresca fritta con lenticchie di Spello al profumo di curry e maionese al suo midollo.
A seguire un classic: uno scrigno di Riso Carnaroli, vodka, panna acidula, polvere di aceto balsamico con al suo interno un cuore di caviale e ancora storione cotto nel suo brodo a cinquanta gradi, zenzero, cocco e la sua pelle croccante. Infine il dessert, pan di spagna salato alle nocciole gentili, sorbetto di salicornia, yogurt e naturalmente Volzhenka.
Il tutto accompagnato dai calici di bollicine Bellavista, partner che ha sposato con entusiasmo i temi culinari proposti durante le cene d’autore del “Movimento Gente di Lago”, un progetto che è riuscito a dar vita al binomio vincente tra eccezionalità della materia prima ed essenzialità delle preparazioni.