Passione Gourmet El Celler de Can Roca - Gerona - Il Guardiano del Faro & Norbert - Passione Gourmet

El Celler de Can Roca – Gerona – Il Guardiano del Faro & Norbert

Ristorante
Recensito da Presidente

Valutazione

19/20 Cucina prevalentemente di avanguardia

Pregi

Difetti

Visitato il 08-2019

Img_2736

Recensione ristorante.

Festeggiamo la cucina dei Roca hermanos!
La più amata dagli italiani.
E finalmente anche dagli spagnoli.
Mai si è vista una simile convergenza di pareri entusiasti su un ristorante straniero da parte dei clienti del nostro paese, così spesso affezionati a usi, gusti e costumi italici.
Non ricordiamo di aver mai visto, letto o ascoltato lamentele dopo un passaggio da Girona.
Anche la Spagna e la Francia ora li pongono finalmente ai vertici assoluti.

Img_2743

E allora perché dilungarsi più di tanto su uno dei migliori ristoranti del mondo. Questo si, meritatamente nel World best 50, dove i dettagli di accoglienza, di piacevolezza, di gusto sobrio , di convergenza tra tradizione e avanguardismo e di congiunzione di cibo e vino coincidono ai massimi vertici.

Dove il rapporto qualità prezzo non ha pari nel vecchio continente. Dove le ore trascorrono tra viaggi religiosi in cantina, tra attente visite in cucina, attraverso piatti che arrivano a tavola senza clamori ma che si manifestano all’occhio, al naso e al palato come in pochi luoghi del pianeta. Dove l’avanguardia rimane al servizio del gusto. Dove anche la trasgressione civilizzata di alcol e sigari trova un contenitore adeguato e conviviale per tirare tardi in santa pace.

Dove si sta bene a 360 gradi.

L’ironico bonsai di olive caramellate e le altre deliziose aperture al palato, bloody mary, gelatina di tonno e pomodoro, omelette di aringhe e le loro uova, royale di foie gras e carciofi con anguilla, la parmentier di astice e trombette nere, il carpaccio di piedino di maiale, la sogliola in arcobaleno di frutta e verdura, l’oca alla royale, la melanzana dolce al fumo, la Terra di Hermes, e tante altre creazioni eccellenti.

E allora, senza altre parole e senza commenti superflui in questo caso, navighiamo attraverso le immagini dell’ultimo viaggio nel piacere.
Alla carta o a menù, giù il cappello, ma con un solo piccolo appunto nei confronti della tentazione di tener testa inutilmente a pratiche e tecniche che condurrebbero pericolosamente ad ascoltare il canto delle sirene di Cala Montjoi.

img_2739

Img_2736

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

Img_2743

il pregio : Il Miglior rapporto qualità prezzo d’Europa, anche con vini abbinati.

il difetto : Quelle poltroncine però sono proprio scomode…

El Celler de Can Roca
Can Sunyer, 48
Girona
Tel ( + 34 ) 972222157
Numero coperti 50
Chiuso : Domenica e Lunedi e da metà Dicembre a dopo l’Epifania
Prezzi: alla carta 80 – 120 euro
Menù degustazione : 125 euro

http://www.cellerdecanroca.com/

Visitato nel mese di Ottobre 2009

Visualizzazione ingrandita della mappa

Img_2743

gdf & norbert

Visita precendente, Maggio 2009 : di Norbert

red_19_20

Img_2736

Recensione ristorante.

Si, lo so, qualcuno potrebbe dire che la perfezione non e’ di questa terra, che un grande chef e’ sempre in tensione verso la costruzione di qualche pietanza sublime ma sono diversi giorni che mi chiedo perche no?
Cioe’ cos’altro si potrebbe chiedere ad un ristorante che ora e’ bellissimo, con una cantina eccezionale, un servizio discreto ed efficientissimo ( da non perdersi la stupenda e bravissima Francesca, triestina 23enne ) condotto da Josep Roca ed una cucina che per quanto riguarda la concezione e l’esecuzione non ha un piatto irrisolto, non ha niente lasciato al caso, ma tutto e’ perfettamente compiuto, e’ cosi come deve essere. Nulla di piu’ e nulla di meno. Oltretutto e’ una cucina semplice, ma non banale, cucinata ( come ha giustamente detto qualcuno che ho in grande considerazione ),accessibile a tutti e frutto di anni ed anni di lavoro sudato di una grande famiglia di ristoratori. Qui la storia della cucina catalana e l’innovazione, anche tecnologica, moderna trovano una sintesi formidabile.

Bisognerebbe chiedere all’Arrighi spagnolo come mai qui non c’e’ la terza stella, ma si sa, le vie della Michelin sono misteriose ed infinite. Ho cominciato fra gli amuse bouche con una splendida crema di cavolfiore con arancia e ricci di mare, poi spugnole ripiene di foie gras nella loro riduzione, poi un cioccolatino di piccione nella crema Bristol, e infine una golosissima carotina al tartufo.

Dal menu’ festival un dim sum con fazzoletto di seppia con crema di piselli accompagnato dal suo brodo, un delizioso timballino di foie gras con mela caramellata, riduzione di Pedro Ximenez ed olio alla vaniglia.
Una squisita ostrica alla brace con una specie di salsa di aceto e limoni che la completava e la integrava perfettamente.
Gambero con sugo di crostacei, riduzione del gambero stesso e la sua terra, cioe’ una salsa testurizzata ( disidratata e concentratissima ) eccezionale.

Una tortilla di caviale di aringa dal contenuto meravigliosamente liquido.
Baccala’ cotto a bassa temperatura con le sue interiora e filetto mantecato su pasta, un piatto da tempi di poverta’ ma ricchissimo di sapore.
Parmentier di astice con funghi trombetta della morte, la grassezza del mare mirabilmente accoppiata alla grassezza della terra.
Branzino con maggiorana e salsa di olive verdi, un piatto apparentemente semplice ma perfetto nella salsa tirata alla perfezione e nella cottura.

Agnello con pane, pomodoro e salsa all’aglio, una specie di panino inverso a mo’ di pranzo al sacco in memoria delle merende dell’infanzia, assolutamente delizioso.
Oca a la royal con litchi, rise caramellate, chicchi d’uva e gelati di gewurtztraminer ad asciugare, ed a chiudere le pietanze salate in modo eccellente.
Dolce lattico : sorbetto di latte cagliato, dolce al latte con zucchero filato, polvere di yogurth e granita di guayaba.
Viaggio a l’Avana in un cannolo di cioccolato ed un gelato al tabacco lievemente affumicato, davvero molto gustoso.

In conclusione El Celler e’ la sintesi perfetta di come un grande tavola dovrebbe essere. Un esempio, un punto di riferimento, un paradigma anche per molti ristoratori italiani che dovrebbero tener presente anche un’altra virtu’ dei Roca: la costanza. E’ solo la mia seconda visita ma ne sono uscito entusiasta esattamente come la prima e da quel che ho letto nel corso del tempo questa e’ un’altra loro caratteristica. Che secondo me e’ una delle principali per chi vuol fare grande ristorazione. Poi con Ryan air Girona e’ davvero dietro l’angolo.

… Immagini rubate … 😉

Ostras a la brasa

img_2739

Timballino di foie gras

Img_2736

Tortilla

Img_2743

Gamberi

Img_2743

L’Agnello

Img_2743

Oca a la Royale

Img_2743

Img_2743

Interni/esterni

Img_2743

il pregio : La cucina d’autore con il miglior Q/P d’Europa
il difetto : Ambiente un pò freddino

El Cellar de Can Roca
Can Sunyer
Gerona – Spagna
tel 0034 972222157
Numero coperti 45-55
Chiuso Domenica e Lunedi
Prezzi: alla carta 80/100 euro
Menù degustazione : 75/115 euro

http://www.cellerdecanroca.com/

Visitato nel Maggio 2009

Visualizzazione ingrandita della mappa

Norbert

0 Commenti.

  • Luca Canessaluca7 Settembre 2009

    Provato per la prima volta sabato sera, una grandissima esperienza, una cucina creativa, ma reale, ragionata, ma non fredda, ottimo servizio e un rapporto qualita' prezzo da primato.

  • Alberto CauzziPresidente21 Luglio 2009

    Benvenuto Arcangelo e benvenuto Giuseppe, grazie di essere intervenuti

  • giuseppe20 Luglio 2009

    visitato mercoledi scorso........ ottimo , io ho già prenotato per il pranzo del 6 ottobre, tavolo da 6/8....Sig Dandini se si vuole aggiungere per ora son solo ........ volo ryan orari perfetti....... a presto g

  • giuseppe20 Luglio 2009

    visitato mercoledi scorso, concordo in pieno con la recenzione. bravissimi tutti e tre i fratelli Roca e poi a che prezzi!!!! Sig. Dandini io ho già prenotato per il 6 ottobre a pranzo un tavolo da 6/8.... per il momento son solo ma so già di riempire il tavolo, se vuole essere dei nostri sarà un piacere, volo ryan da ciampino con orari perfetti......... partenza 9:20 rientro 21:50........ mi faccia sapere giuseppe

  • giuseppe20 Luglio 2009

    visitato la scorsa settimana , concordo in pieno con la sua recanzione, grandi tutti e tre i fratelli Roca, e poi con quei prezzi.........ce ne fossero di posti così!! g

  • arcangelo dandini20 Luglio 2009

    Conto di andarci ad ottobre e non vedo l'ora....

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *