In piena proliferazione di tavole low cost griffate, la “famiglia” Aimo e Nadia ha pensato a qualcosa che non perdesse la bussola della qualità.

La versione meno impegnativa della loro cucina si concretizza in un ristorante vestito da bistrot nello Spazio Orlandi in via Matteo Bandello a Milano, adibito con raffinati interni firmati Etro.

Un luogo sempre aperto, da colazione a cena, che propone gli eleganti piatti del duo Negrini-Pisani, stoici conservatori dell’idea di tradizione, semplicità e materia prima, portata avanti per mezzo secolo dal loro mentore Aimo.

Una meravigliosa Passatina di fagioli bianchi con gamberi viola, a metà strada tra Pierangelini e Alajmo, l’intensità mediterranea dello Spaghettone con pesto di erbe, pomodori secchi, mandorle, bottarga di muggine, la morbidezza del Risotto con capperi, burrata, limone e barbabietola sono solo alcuni motivi per provare questa tavola. Solo il pane sembra migliorabile.

I prezzi sono tarati sulla media di Milano, né bassi né alti, insomma, checché se ne dica, corretti.

Grande spazio ai giovani motivati e ambiziosi, in sala e in cucina.