Yasuhiro Fujio, sous chef de La Cime di Osaka si è imposto su 21 concorrenti con il piatto Across the Sea.  E una piccola nota di merito va anche all’Italia, poiché il vincitore della terza edizione di S.Pellegrino Young Chef 2018 aveva come mentore Luca Fantin, chef dell’unico ristorante italiano stellato a Tokyo, Ginza Tower.

La tre giorni finale del concorso ha visto sfidarsi in cucina 21 giovani chef provenienti da tutto il mondo seguiti e sostenuti da altrettanti mentori. Tra questi solo sette, incluso Fujio, hanno superato l’ultima selezione della giuria internazionale composta da Annie Féolde (Enoteca Pinchiorri – Firenze), Virgilio Martínez (Central – Lima), Margarita Forés (Cibo – Filippine), Brett Graham (The Ledbury – Londra), Dominique Crenn (Atelier Crenn – San Francisco), Ana Roš (Hiša Franko – Caporetto) e Paul Pairet (Ultraviolet – Shanghai).

Yasuhiro Fujio ha conquistato il titolo con un piatto a base di ayu (Across the Sea), un pesce molto amato nella cucina giapponese, al termine di una finale davvero mozzafiato, che ha visto protagonisti insieme con Fujio altri sei giovani chef da tenere comunque d’occhio: Vusumuzi Ndlovu (Africa-Medio Oriente), John Rivera (Pacifico), Jake Kellie (Sud-Est Asiatico), David Andrés (Spagna-Portogallo), David Wälti (Svizzera) e Marcin Popielarz (Europa dell’Est).

Yasuhiro Fujio ha anche conquistato l’Acqua Panna – Taste of Authenticity Award, il riconoscimento assegnato dai 21 mentori, che premia lo chef che, più di ogni altro, abbia saputo rispettare e valorizzare la natura degli ingredienti oltre che rappresentare al meglio l’identità culturale del proprio Paese di origine.

Mentre, la cilena Elizabeth Puquio Landeo, chef de partie di Ambrosía a Santiago, è la vincitrice del Fine Dining Lovers People’s Choice Award, il nuovo premio attribuito dalla community di foodies – oltre 30.000 – che hanno preso parte all’evento, da tutto il mondo, votando on line.

Come i suoi predecessori, vincitori delle due precedenti edizioni del S.Pellegrino Young Chef, l’irlandese Mark Moriarty e lo statunitense Mitch Lienhard,  Yasuhiro Fujio avrà l’opportunità di intraprendere un ambizioso percorso professionale, con il supporto di S.Pellegrino.