Eugenio Boer riparte da Bu:r

di Leonardo Casaleno

Eugenio Boer parte III.

Il cuoco ligure-olandese, dopo l’esperienza di Essenza, riparte alla grande e con palpabile ambizione da uno dei quartieri più prestigiosi e ameni del centro di Milano: Quadronno. Lo fa dopo essersi preso tutto il tempo necessario per pensare, scegliere e metabolizzare un concetto che ha preso forma nel suo ristorante ideale: Bu:r.

Una convinta ripartenza, che poggia sulle solide certezze dimostrate nel recente passato – gran parte della fidata brigata si è riunita – e sulla collaborazione di uomini di sala giovani, ma di esperienza; il sogno di Boer è ormai realtà.

Bu:r è elegante, accogliente, caldo rilassante. Con una sala, ricca di dettagli personali, che omaggia i grandi ristoranti del passato. 

Il cliente viene invitato a scegliere tra otto “suggestioni” che rievocano temi, elementi e momenti cari allo chef, quindi il percorso viene plasmato di conseguenza in diversi passaggi.

Tante idee, ma soprattutto una linea concettuale al momento unica in città, e già questo lascia presagire grandi soddisfazioni per il futuro.. noi ce lo auguriamo.