IN BREVE
Pregi
  • Cucina dai sapori intensi ma equilibrati.
  • Bellissima area esterna.
DIFETTI
  • Numero troppo elevato di coperti, con qualche carenza sul servizio.
S.V. Valutazione

“Giovani forchette alla riscossa. In questo spazio di PG, raccogliamo dunque testimonianze, racconti, itinerari e segnalazioni di giovani penne dall’attitudine ‘buongustaia’, che autonomamente hanno trovato affinità con il nostro approccio. Non sarà consentito loro, per ora, di esprimere un voto, ma solo commenti e descrizioni della loro esperienza. Il canale ‘Young Forks’: ai giovani parole e forchette, a voi la lettura”

Quando l’arte non si trova solo all’interno del museo

All’interno del Rijks Museum di Amsterdam, il museo nazionale che ospita diverse opere d’arte fiamminga, si trova il Rijks, il ristorante capitanato dagli chef Joris Bijdendijk e Ivan Beusink.

La sua identità è molto chiara: intensità dei sapori nei piatti ed un tocco decisamente orientale. Fenomenale il Gazpacho verde con burrata, avocado e melograno in apertura, con un’acidità che invoglia a svuotare il piatto in un baleno. La Coscia di Poulet Noir al vapore, riso croccante, spuma di yogurt di capra e salsa “butter chicken” conferma la vivacità di sapori ritrovata nel gazpacho, annullata purtroppo con la salsa di accompagnamento di ispirazione indiana al masala. L’unica portata sottotono è un dessert dai toni vegetali: Rapa rossa in crosta di sale, macaronE' un dolce francese a base di meringhe colorate, ottenuto da una miscela di albume d'uovo, un pizzico di sale, farina di mandorle, e zucchero a velo. Il macaron è comunemente farcito con crema ganache, marmellata o creme a base d’uovo.... alla mandorla, ibisco e mousse alla rapa rossa. Qui la rapa rossa non riesce a risaltare nel piatto, come avrebbe invece potuto fare con l’aggiunta di un pizzico di sale in più.

In chiusura, il dolce Es Buah è altrettanto esagerato come l’apertura. Crema leggera con frutto della passione, guava, mata-mata e nata de coco, dove leggerezza e intensità si sposano in un matrimonio perfetto. L’unica pecca è la “frenesia” nel servizio dovuta alla vicinanza al museo e all’elevato numero di coperti, che ne possono causare talvolta qualche sbavatura. Ciononostante la cucina è indiscutibilmente ad altissimi livelli.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata