IN BREVE
Pregi
  • Ottima carne con una scelta di profondità e ragionata.
DIFETTI
  • Il costo e i ricarichi sui vini, decisamente elevati.
  • Il servizio, un pò spiccio e approssimativo.
13/20 Valutazione

A Orlando, la patria Disney e Universal Studio, cercando di difendersi con una buona bistecca

La Florida non è affatto paragonabile a New York, Boston e San Francisco. La Florida, e in particolare Orlando, sono forse lo specchio dell’America più vera e autentica. Pochi fighetti, ma anche tanto artefatto, compresi i parchi divertimento che sono la maggiore, se non l’unica, attrazione della città.

E quindi noi gourmet, non abituati ai quintali di grassi saturi di questa zona del mondo, cosa dobbiamo fare per difenderci? Una steack house con carne di qualità può essere un buon modo. Quindi scopriamo Charley’s Steak House and Seafood Grille, grazie all’odiato-amato Tripadvisor. Una chicca nella periferia di Orlando, a due passi dai parchi divertimento, che è il regno incontrastato della ciccia, quella buona.

Breve avventura nella provincia più periferica del mondo gourmet

Quintali di carne di bisonte, di costolette d’agnello ben frollate, di sua maestà la Ribeye Tomahawk e un contaminato approdo del vicino Golfo del Messico, con aragoste e granchi che la fanno da padrone, completa l’offerta di un luogo davvero interessante nel marasma della zona. Qui la carne, di qualità, viene frollata almeno 60 giorni e proposta in 4/5 cotture differenti, a seconda dell’esigenza degli ospiti. Ma, attenzione. Va ricordato che da queste parti l’uso del sale è davvero importante, gli americani lo usano a profusione, tanto è che qui la carne viene siringata di salamoia, salvo una richiesta diversa da parte del cliente.

Armatevi quindi di sana pazienza.  Chiedete cottura e lavorazione “european style” e il gioco è fatto. Gusterete anche buoni antipasti, tra cui il prelibato (solo per i locali, non per voi) alligatore, un buon maccaroni cheese e delle strepitose e ipercaloriche torte per chiudere.

Segnatevi comunque, sul vostro taccuino gourmetPersona di palato fine, esperto in vini e vivande. Termine combacia attualmente con un'idea creativa e avanguardista applicata al mondo gastronomico...., una location utile per difendervi, a Orlando, periferia del mondo , almeno quello gourmet.

La galleria fotografica:

Visitato il 02-2018

A proposito dell'autore

Alberto Cauzzi

Imprenditore della New Economy con il pallino dell’enogastronomia, gira il mondo a caccia del miglior ristorante di alta cucina, non ancora trovato. Al vino è approdato apparentemente per caso, provenendo da una famiglia di astemi. Scoprì in seguito che un suo bis-nonno era un ottimo produttore di vino, nebbiolo in Valsesia, ed anche un discreto consumatore. E’ stato l’ideatore ed è il presidente del progetto Passione Gourmet. Le sue passioni: l’avanguardia misurata in cucina e i grandi vini di Borgogna.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata