IN BREVE
Pregi
  • Una verace e interessante trattoria pugliese.
  • La carta dei vini, di buona profondità.
DIFETTI
  • Le luci un po troppo soffuse.
  • I dessert, sottotono rispetto al resto.

Un’autentica trattoria pugliese, con il tocco di un grande chef, a Borgo Egnazia

Una vera e autentica trattoria pugliese, situata in un hotel di charme e lusso, Borgo Egnazia, che grazie alla bravura e al talento del suo executive chef riesce a fare il pieno costante di client, e a regalare emozioni anche a incalliti e puntigliosi gourmetPersona di palato fine, esperto in vini e vivande. Termine combacia attualmente con un'idea creativa e avanguardista applicata al mondo gastronomico.....

La Frasca opera una ricostruzione filologica di ricette antiche, attualizzandole però con tocco e piglio moderno. Ecco quindi che la parmigiana diventa una millefoglie finissima, che fa storcere il naso al purista di turno, ma che rende la preparazione tanto persistente quanto golosa e appropriata. Un inizio scoppiettante con una carrellata di antipasti in cui gli ingredienti guidano vigorosamente, accompagnati da una buona dose di tecnica che alleggerisce e al contempo concentra.

Un imperioso e sublime piatto di orecchiette al ragù, che ci ha riportato alla memoria della cucina di casa, quella più nobile nell’accezione del termine. Poi seguita da un tripudio di fritti, di formaggi e di tanti piatti che non hanno bisogno di essere elencati come vegani perché vegani lo sono nel profondo dell’anima. Pensiamo a fave e cicoria, alla parmigiana appunto, alle cime di rapa. Che con piccole esclusioni casearie si trasformano in abili e goduriose portate vegan style.

E così saranno contenti i tanti avventori stranieri, sensibili al tema, come i più fervidi difensori locali della tradizione. Un ristorante che, dalla sua, ha anche una discreta e dignitosa carta dei vini ed un servizio attento e molto preparato. E sforna coperti di continuo, senza sosta, ma anche senza il minimo di esitazione.

Complimenti allo chef e a tutti i ragazzi della brigata, la vera e pura cucina pugliese autentica qui, a Borgo Egnazia.

La galleria fotografica

Visitato il 11-2017

A proposito dell'autore

Alberto Cauzzi

Imprenditore della New Economy con il pallino dell’enogastronomia, gira il mondo a caccia del miglior ristorante di alta cucina, non ancora trovato. Al vino è approdato apparentemente per caso, provenendo da una famiglia di astemi. Scoprì in seguito che un suo bis-nonno era un ottimo produttore di vino, nebbiolo in Valsesia, ed anche un discreto consumatore. E’ stato l’ideatore ed è il presidente del progetto Passione Gourmet. Le sue passioni: l’avanguardia misurata in cucina e i grandi vini di Borgogna.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata