IN BREVE
Pregi
  • Carta dei vini con focus sulla Sicilia, ma piena di valide etichette.
DIFETTI
  • I due euro di coperto.

L’osteria siciliana moderna, nel cuore del centro storico di Noto

Gli ingredienti per l’Osteria moderna di successo ci sono tutti: un locale accogliente, una carta dei vini costruita con intelligenza e tutta incentrata sulla Sicilia, una famiglia (la famiglia Baglieri) in prima linea tra sala e cucina.

E poi, ovviamente, una buona cucina: ricette tradizionali riviste quel tanto che basta per renderle attuali, recupero di piatti semplici, ma dimenticati (chissà poi perché) come le polpette di patate (un vero must qui al Dammuso) o la ricotta fritta, e poi tanto, tanto buon gusto. La clientela gradisce, tanto che non è facile trovare un tavolo qui in alta stagione senza prenotare per tempo.

Gusto e solidità tradizionale dal grande valore identitario

La spiegazione sta proprio nella piacevolezza del passare un paio di ore qui, in un posto “rassicurante” dove verrete serviti con attenzione e rispetto. Prezzi leggermente sopra la media, ma giustificati.
Da non perdere, appunto, la carrellata di antipasti tipici siciliani, dominata dalle già citate polpette e ricotta fritta. Ma molto buona anche la pasta alla Norma, un grande classico siciliano non sempre eseguito a dovere. Tutto ben fatto, senza voler gridare al miracolo, ma con tanta sostanza e solidità. Un luogo dove il gusto domina sovrano.
Uno di quegli indirizzi da consigliare a occhi chiusi all’amico che vi chiede un parere su un posto non troppo impegnativo dove mangiare a Noto. Le città italiane trarrebbero sicuro beneficio dalla presenza di maggiori locali di questo valore.
Noto è in fermento e la famiglia Baglieri ha fatto e sta facendo molto per portare la qualità a disposizione di molti.

La galleria fotografica:

 

Visitato il 09-2017

A proposito dell'autore

Roberto Bentivegna

Che si parli di medicina -il suo lavoro- o di gastronomia -la primaria passione- mette tutto se stesso per coglierne le sfumature più nascoste. Amante delle montagne, tra cui è nato, di Ferrara, in cui vive, e della Sicilia, in cui affonda le sue origini: praticamente un Italiano DOC. Da anni è una delle penne erranti del mondo internet. Forse ha ancora qualcosa di cui scrivere...

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata