IN BREVE
Pregi
  • Un locale di successo dall'insegna italiana a Londra.
DIFETTI
  • Una cucina che non rispecchia a dovere le qualità e le potenzialità della vera cucina italiana.
  • I prezzi, decisamente elevati.
12/20 Valutazione

Crediamo senza dubbio che Londra sia una delle realtà gastronomiche più importanti al mondo. Ovviamente tutto ha il suo prezzo e nella capitale inglese, se si vuole mangiare ad un certo livello, si deve necessariamente essere disposti a spendere.

Fra i ristoranti italiani c’è uno zoccolo duro di locali, che hanno fatto la storia della ristorazione in terra anglosassone. Strutture che sono sulla cresta dell’onda da decenni, a volte rimaste incastrate nel ricordo dei propri fasti. Fra questi non possiamo non menzionare Zafferano, situato nell’elegante quartiere di Belgravia proprio dietro ad Harrods, a pochi passi da Hyde Park. Una posizione invidiabile, che attira inevitabilmente una clientela prestigiosa ed esigente che chiede di assaggiare i piatti della tradizione culinaria italiana, realizzati con una materia prima di grande qualità.

Il confronto, una volta usciti dalla terra natia, tra la stessa tipologia di ristoranti ubicati su suoli diversi, è inevitabile quanto divertente. Nell’approcciarsi a ristoranti di stampo tricolore ci troviamo spesso a riscontrare un legame affettivo con il ricordo di una ristorazione in stile anni ’80, felicemente dimenticata nelle nostre città, che viene però non solo riproposta ma addirittura reclamizzata oltre confine. Ecco quindi che diviene naturale rimanere interdetti alla scoperta che tali realtà, anche in una città come Londra, stravagante ed avvezza ad una ristorazione di stampo contemporaneo, vengano ancora premiate dalle maggiori guide, in un rapporto di giudizio a dir poco impari e poco gratificante per i ristoranti italiani “originali”, ovvero quelli che non hanno avuto l’ardire di emigrare alla ricerca di lidi più fortunati.

Da Zafferano troverete una cucina che è la brutta copia, ingiallita, della cucina italiana. Contaminata male (Halibut??), con preparazioni che utilizzano l’italian sounding e poco più. Il menù di Zafferano propone piatti semplici: Burrata, bresaola, uova al tegamino con asparagi, vitello tonnato, per citare gli antipasti. Fra i primi pasta fresca e ripiena fatta in casa e pasta secca di grande qualità (Cav. Cocco e Verrigni su tutti) e i secondi che si dividono equamente fra carne e pesce. Preparazioni che giustamente strizzano l’occhio alla caratteristica peculiare della nostra gastronomia, quella semplicità di lavorazione volta all’esaltazione della materia prima. Ma che ne escono in maniera scomposta, rozza e poco identitaria.

L’evoluzione del menù rispecchia in maniera del tutto coerente l’approccio del ristorante al mondo della ristorazione, e di conseguenza ad un flusso non troppo ben definito caratterizzato da licenze poetiche buttate qua e là. Dopo un abbondante antipasto di benvenuto a base di pecorino sardo ed affettati, ecco arrivare un piatto di linguine con l’astice, seguite da un poco patriottico trancio di halibut in crosta nera, appunto. Per completare il tuffo in atmosfere retrò, un tris di dessert con tiramisù, cheesecake e tortino di cioccolato dal cuore caldo.

Abbandonando il cinico punto di vista del critico incallito, ci si riscopre a prendere atto di quanto stia accadendo attorno a noi. Il ristorante, con il suo ambiente di grande charme, è pieno di un pubblico cosciente e colto. E qui i molti credono di trovare la vera cucina italiana. Credono…

Il bel tavolo con focacce e formaggi.

formaggi, focacce, Zafferano Restaurant, Londra
La sala.
sala, Zafferano Restaurant, Londra
La mise en place.
mise en place, Zafferano Restaurant, Londra
Il nostro antipasto con pecorino sardo e affettati.
antipasto, Zafferano Restaurant, Londra
Linguine all’astice e peperoncino.
linguine all'astice, Zafferano Restaurant, Londra
Trancio di halibut in crosta nera con bietola, limone e salsa “Bellino”.
halibut, Zafferano Restaurant, Londra
Tris di dessert con tiramisù, cheesecake e tortino di cioccolato dal cuore caldo.
dessert, Zafferano Restaurant, Londra
La piccola pasticceria.
piccola pasticceria, Zafferano Restaurant, Londra
Il nostro compagno di viaggio.
vino, Zafferano Restaurant, Londra

Visitato il 08-2016

6 Risposte

  1. Pier

    Quel piatto di linguine è una delle cose più tristi che abbia mai visto in vita mia….
    Roba da mensa aziendale (con tutto il rispetto per le mense).

    Rispondi
  2. Tommaso

    Parlo con il rispetto di chi sa di sapere di cucina cento volte meno di voi, ma voi quando andate all’estero amate farvi del male.

    Rispondi
    • Presidente
      Presidente

      Alle volte Tommaso la gente comune va a pranzo in luoghi scelti da altri, e magari per pranzi e/o cene di lavoro. Anche questa è la vita dell’appassionato. Ma proprio perchè noi scriviamo solo ed esclusivamente per i lettori, ecco allora che segnalare una esperienza non proprio felice alle volte ha un senso.
      quando possiamo scegliere non ci facciamo del male gratuitamente, ma non sempre è così e sopratutto non è il nostro compito nella comunicazione che facciamo su questo sito.
      Spero di averti risposto, a presto

      Rispondi
      • Tommaso

        capisco perfettamente. da vostro assiduo lettore, mi piacerebbe vedere alcune grandi città – londra e nyc in primis – meglio rappresentate, ma non si può avere tutto dalla vita, e apprezzo comunque molto il lavoro che fate.

  3. Mauro

    Non penso che da Ledbury, o anche al Corner room, i redattori di PG si siano fatti del male 🙂
    Può capitare di recensire anche locali con cucine mediocri, ma non mi sembra il caso che all’estero abbiano recensito solo quello.
    Londra non fa eccezione, ci sono eccellenti locali qui recensiti (uno di quelli è stato citato prima) ed altri di buon livello, con attenzione al prezzo.

    Quello su cui vorrei fare una considerazione è la cucina italiana a Londra, provata 5 volte, mi ha soddisfatto, parzialmente, solo una (due con un’ottima pizza) si trattava di un ristorantino ligure, Acciuga, non so se esiste ancora, ma il resto, dimenticabile. Vale la pena mangiare italiano a Londra?
    Del Cotidie invece me ne hanno parlato abbastanza male, anche se qui è stato ben recensito.
    Domani sarò a Londra e come sempre prenderò spunti dal vostro sito.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata