IN BREVE
Pregi
  • Un piccolo borgo alle porte di Roma in prossimità del mare con un ristorante che vibra di passione.
DIFETTI
  • Il rapporto forma-sostanza non è ancora ben messo a punto.
14/20 Valutazione

L’orizzonte gastronomico della Roma metropolitana sembra proprio aver scelto Fiumicino, nota ai più solo per l’hub internazionale che vi risiede, come culla d’elezione per indirizzi di interesse che qui si stanno concentrando in quantità sempre più importante.
Uno di questi ha aperto i battenti nell’ottobre dello scorso anno in quel di Maccarese, frazione nell’entroterra della piccola cittadina alle porte della capitale.
Qui, nel piccolo e silenzioso borgo situato alle spalle del castello di San Giorgio, due ragazzi autoctoni, Antonio Viola e Valerio Volpi, hanno rilevato un’insegna storica del luogo per coronare il loro sogno di realizzare sul suolo natio un’autonoma officina dove elaborare quanto appreso nel corso delle proprie esperienze lavorative.

Minimo comun denominatore per entrambi è stato Giulio Terrinoni (soprattutto per Andrea Viola, considerato il suo tempo trascorso all’Acquolina) che, quanto a consumata conoscenza del mestiere, applicazione e costanza nell’esercitarlo, ha senz’altro rappresentato per entrambi un valido punto di riferimento.
In una tranquilla saletta, piena di vecchie e fascinose foto della Maccarese d’antan, i due sodali mettono in essere una cucina semplice e gustosa, davvero ben eseguita, con materie prime che, grazie a un sapiente uso di frutta e ortaggi, rigorosamente a kilometro zero, vengono valorizzate in modo convincente.
Ne rappresenta un riuscito esempio il carpaccio di gambero con insalata di frutta e verdura che vede coniugate molto felicemente le caratteristiche del crostaceo con diverse e variegate note vegetali-fruttate.

Oltre a una indiscutibile conoscenza della tecnica si intravede anche una certa attenzione alla forma che, se in un piatto come il “bagnasciuga” riesce a raggiungere una certa compiutezza nell’esecuzione, nel totano con salsa e cipollotto in agrodolce appare decisamente più naif, con le decorative sfoglie di riso e al nero di seppia che, contenitori del cefalopode, vagheggiano la possibilità di essere altrettanto rilevanti del contenuto.
Niente, comunque, capace di sminuire la solidità di una tavola che, seppur di recente apertura (principale motivo per cui propendiamo per una valutazione approssimata per difetto) già appare tranquillamente come uno di quegli indirizzi meritevoli del tam tam enogastronomico e di un’eventuale deviazione, trovandosi nella capitale.
Il tutto completato da un servizio garbato ed efficiente e con l’opportunità di attingere da una carta dei vini, solo apparentemente sparuta, dove può capitare di pescare chicche di valore assoluto, come il Greco di Tufo di Ester Centrella, capaci di reggere degnamente tutto il pasto e non esattamente semplici da reperire altrove.

Sala e mise en place.
mise en place, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Amuse bouche: gelato di pane, salsa alle alici e lamponi.
amuse bouche, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Bagnasciuga: pane abbruscato al nero di seppia con cannolicchio, cozza, vongola e tellina, crumble di pomodori, aria di prezzemolo, acqua di cottura delle telline con alghe e olio affumicato. Molto buono e coreografico.
bagnasciuga, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Pane con farina integrale con cereali, farina di farro e focaccia.
pane, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Carpaccio di gambero gobbetto con insalata di frutta e verdura, gelato alla ciliegia, gel di champagne e uova di gobbetti con olio al lampone. Fresca e originale presentazione di un battuto che vibra piacevolmente con le diverse note vegetali-fruttate.
carpaccio di gambero, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Sfoglia di riso, totano, salsa, sfoglia al nero, cipollotto agrodolce.
sfoglia di riso, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Anatra laccata alla birra, purè affumicato, foie al marsala e spinaci.
Squisito.
anatra laccata, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Risotto ai pomodori. Cotto nel succo di pomodoro rosso e verde con pomodoro giallo cotto alla brace, pomodoro vesuvio affumicato, del piennolo confit, datterino cotto al forno, il tutto in cialda di pomodoro con granella di cipolla.
Rivisitazione di un piatto basic della cultura gastronomica nazionale.
risotto ai pomodori, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Spuma di parmigiano 36 mesi in accompagnamento.
spuma di parmigiano, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Linguine di farro con seppioline al nero, foie, pomodoro infornato e olio al basilico.
linguine di farro, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Tagliolini al caffè, cacio, pepe e fegatini di pollo alla cacciatora.
tagliolini di caffè, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Baccalà black & white: cotto a bassa temperatura col nero di seppia, emulsione di baccalà, salsa di rucola, caramello di cipolla, gelatina di limone, gelato alle erbe su letto di pan brioche.
baccalà black&white, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Variazione d’agnello: petto arrosto in demi-glace, costoletta alle erbe, spuma di topinambur, hamburger, salsa di fragola e rucola.
variazione d'agnello, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Predessert: spugna di pistacchio, letto di lamponi, gelatina di lime e bergamotto.
predessert, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Macedonia e gelatina di piselli su letto di sorbetto al limone.
Ottima la macedonia, ottima la gelatina ma fuori luogo sia per acidità che per la spropositata escursione termica il sorbetto al limone.
macedonia, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Gelato di zenzeroLo zenzero (Zingiber officinale Roscoe, 1807) è una pianta erbacea delle Zingiberaceae (la stessa famiglia del Cardamomo) originaria dell'Estremo Oriente. Coltivata in tutta la fascia tropicale e subtropicale, è provvista di rizoma carnoso e densamente ramificato dal quale si dipartono sia lunghi fusti sterili e cavi, formati da foglie lanceolate inguainanti, sia corti scapi fertili, portanti fiori giallo-verdastri con macchie..., carota e curcuma e finocchio, biscotto di arachidi e cioccolato, frutta e verdura miste.
Una giusta chiusura per un pasto estivo.
gelato, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Petit fours.
petit fours, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Cioccolato fondente con fragola e prosecco, cioccolato bianco e pesca.
cioccolato fondente, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Un grande vino, pescato da una piccola ed ultra selezionata carta.
vino, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
La vecchia Maccarese.
San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma
Il castello di Maccarese.
castello, San Giorgio, Chef Andrea Viola, Valerio Volpi, Maccarese, Roma

Visitato il 06-2016

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata