IN BREVE
Pregi
  • Il livello delle preparazioni.
  • L'accorta carta dei vini, con un'intelligente selezione al calice.
  • La sala di alto livello.
DIFETTI
  • All'ingresso al piano superiore non sempre è presente qualcuno che indirizzi verso la sala al livello inferiore.

Cucina da trattoria (e che trattoria!). Senza la trattoria. In tempi di cucina da ristorante senza ristorante. Questa è la nuova sfida che il sempre visionario –o, più calzantemente, lungimirante- Davide Scabin regala a Ivrea e all’Italia. A tutta l’Italia, visto che non di solo Piemonte vive la carta di Blupum, equamente ripartita com’è fra proposte locali e omaggi ad altre cucine regionali del Belpaese. Il progetto accompagna, senza sostituirlo, quello del Combal.Zero, quindi è improprio parlare di un vero e proprio percorso di andata e ritorno da parte di Scabin che però, a testimonianza di quanto consideri importante la nuova avventura, ha messo di stanza a Ivrea, insieme alla sorella Barbara, una fetta non certo secondaria del proprio storico staff.

Imponente lo sforzo. E il risultato? Occorrerà, per quello, pescare nella borsa in cui riposano gli aggettivi delle grandi occasioni.
Perché Blupum è, innanzitutto, un locale dove si sta benissimo da subito, assai prima che il primo boccone giunga in tavola; neppure lontanamente una piola o un bistrotBistrot o Bistrò. Piccolo locale tradizionale francese che offre un servizio simile all'osteria italiana. La crescita esponenziale di locali di avanguardia in formato Bistrot (negli anni 2000), prima in Francia come risposta all'alta cucina da Hotellerie e poi in tutta Europa, ha segnato un vero e proprio 'movimento' gastronomico associabile al termine "Bistronomia", da cui deriva l'aggettivo 'Bistronomico' (usato dagli..., grazie a un ambiente in odore di classicità e a un servizio di grande scuola, celebrato senza ostentazioni malgrado le frequenti cariche a suon di guéridonPer guéridon si intende un tavolino atto al servizio a tavola, in genere di forma rettangolare e munito di ruote, con un fornello portatile per la preparazione di vivande alla fiamma..... Che cominciano subito, con la preparazione di un sale alle erbe che, insieme al Beurre d’Isigny, farà e da riempipista e da trastullo fra una portata e l’altra, per proseguire con finiture puntuali al tavolo dei gioielli usciti dalla cucina capitanata da Barbara Scabin. Gioelli, sì. Non è il caso di essere prudenti, perché le tagliatelle al ragù, il polpo alla Luciana, le raviole astigiane in brodo di gallina bianca di Saluzzo, altro non fanno che stabilire nuovi parametri per questi classici: sono la nemesi dell’eterno insoddisfatto che immancabilmente ordina questi piatti al solo scopo di rivendicare la propria superiorità sul malcapitato cuoco di turno. Perché far meglio di così è arduo. Estremamente arduo.

Quella di Blupum sembra la ricetta ideale per accontentare tutti, con esecuzioni eleganti di piatti di universale attrattiva che vengono oltretutto proposti a prezzi da encomio. Per chi sceglie infatti la strada del menu degustazione, raccomandata a chi vuole avere un’ampia panoramica della cucina e incoraggiata da una nota in carta che sconsiglia la comanda di più di un paio di piatti alla carta causa generosità delle porzioni, la spesa non supererà i 43 euro. Per entrata, tre antipasti, due primi e dolce. Di livello fantastico.

La tazzina di Magna Gina: crema di piselli e scamorza affumicata.
crema di piselli, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Coppa, Culatello e Strolghino griffati Spigaroli. Con uno gnocco fritto che già desta attenzione.
coppa culatello, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Rablé di coniglio con salsa brusca astigiana.
rablè di coniglio, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Merluzzo mantecato all’extravergine con olive taggiasche e Parmentier di patate.
merluzzo, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Tagliatelle “Monograno Felicetti” con un ragù alla bolognese che sarebbe interessante provare anche su una pasta più grezza e ricca di uova.
pasta con ragù bolognese, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Favolose le raviole astigiane in brodo di gallina bianca.
raviole astigiane, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Polpo alla Luciana, ben consistente ma per nulla gommoso, con patate fondenti.
polpo alla luciana, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Dettaglio.
polpo alla luciana, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Amarene al vino.
amarene al vino, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Tu chiamali, se vuoi, assaggi dal carrello dei dolci: île flottante e bavarese alle fragole…
assaggi dei dolci al carrello, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
…e selezione di torte.
selezione di torte, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino
Il servizio del burro.
servizio del burro, Blupum, Chef Barbara Scabin, Ivrea, Torino

Visitato il 07-2014

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata