IN BREVE
Pregi
  • un'ottima alternativa all'Autogrill per chi transita in zona.
DIFETTI
  • qualche disattenzione in cucina
S.V. Valutazione

Manuelina, dal lontano 1895 è sinonimo di ristorazione e di ospitalità.
All’inizio della sua storia è un’umile osteria, il punto di ritrovo per i locali in cui bere un bicchiere di vino, fare una partita a carte e sfamarsi con qualche semplice piatto casalingo, ma anche ristoro ideale per i viandanti in transito.
Poi la nascita della focaccia con il formaggio che, da semplice spuntino spezza fame, diventa un vero must, buono per il pranzo, per la merenda e per la cena.
Oggi Manuelina è un luogo del buon gusto, composto da ristorante, focacceria, albergo e, da poco tempo, anche bottega gourmetPersona di palato fine, esperto in vini e vivande. Termine combacia attualmente con un'idea creativa e avanguardista applicata al mondo gastronomico.....
La focacceria è il locale low cost del complesso e il menù cambia spesso secondo il mercato e il ritmo delle stagioni. Offre la possibilità di fare un pasto completo, ma anche di ordinare semplicemente uno snack, un tagliere di salumi e/o formaggi, un piatto cucinato oltre, naturalmente, di provare il vero simbolo della gastronomia locale: sua maestà la focaccia con il formaggio, proposta anche nella versione pizzata.
Nella nostra ultima visita abbiamo provato una torta pasqualina (classica torta salata ligure a base di bietole, uova sode, formaggio parmigiano e ricotta) proposta in versione monodose gustosa e ben fatta, un tagliere di salumi con gnocco fritto solo discreti, i classici “friscieu” con cipollotto, trofie di castagne al pesto (altro simbolo di Recco gastronomica) e la focaccia che, in questa occasione, abbiamo trovato piuttosto asciutta, con poca crescenza e qualche grano di sale di troppo.
La carta dei vini più che minimalista è praticamente inesistente, ma c’è comunque la possibilità di bere qualche buona birra. Alla fine, un luogo pieno di storia ma che potrebbe essere più interessante e migliorare nella costanza qualitativa della sua offerta.

Stecchi di cervella fritti e testa in cassetta.

Friscieu e verdure in pastella.

Torta pasqualina.

Salumi e gnocco fritto.

Trofie di castagna al pesto.

La focaccia con il formaggio.

Visitato il 04-2013

9 Risposte

  1. rolando

    “un’ottima alternativa all’Autogrill per chi transita in zona”

    Perfetta sintesi di quello che oggi è la Manuelina.
    Rolando.

    Rispondi
  2. stefano

    “liquidare” un pezzo di storia della ristorazione ligure con

    “un’ottima alternativa all’Autogrill per chi transita in zona”

    direi che è alquanto offensivo. anche per coloro che lavorano li dentro.

    Rispondi
    • Carlo Cappelletti
      Carlo Cappelletti

      Purtroppo di recente mi è capitato di fare una bella deviazione autostradale per venire a provare la focaccia della Manuelina e devo dire che ne ho ricavato la medesima impressione di Luca: Salatissima (in due sensi, perlomeno) e nel mio caso assai più “dissociata” e liquidata, quella sì.
      Sul resto del menù non metto bocca perché non vi misi bocca allora, l’apparenza di ciò che passava verso gli altri tavoli era piuttosto invitante ma quella sera c’era un Lopriore che mi aspettava, ma la focaccia fu una bella delusione. Certo sempre meglio di un Camogli.

      Rispondi
    • Luca Canessa
      Luca Canessa

      Preciso che la mia affermazione era riferita alla vicinanza al casello autostradale, alla proposta easy della cucina ed ai prezzi contenuti.
      Quindi nessuna offesa alla Manuelina che è soprattutto il ristorante di cui non parlo nel pezzo e di cui ho profondo rispetto per quello che rappresenta per la storia della ristorazione della zona.
      Altro discorso la focaccia che in un luogo del genere dovrebbe essere SEMPRE perfetta o quasi ed evidentemente così non è e questo deve essere comunque rimarcato

      Rispondi
      • stefano

        non ne dubito, però devi ammettere che per un locale storico dove cmq si mangia benissimo anche oggi, io ci vado spessissimo, dire che è un’alternativa all’autogrill e tu lo ben sai che autogrill=merda congelata, mi sembra veramente troppo….bastava dire “un indirizzio senza impegno vicino alla’utostrada” ed era tutta un’altra musica. non trovi? 🙂
        mi rendo conto che la manuelina, da buoni liguri doc quali siamo, non si è mai piegata alle mode e hai gastrofighetti, stile zimmerman mangioni snob, non piace più. meglio così….lasciatela “vecchia maniera” che a noi de Zena piace tanto la domenica sera andare a mangiare la focaccia, le acciughe e il pesto da loro. ;.-)

  3. roberto

    grandi….vi conosco dai tempi del mio collegio a Camogli ( Guglielmo Marconi)..
    auguri
    chef roberto…..Pechino

    Rispondi
  4. la cinta milanese

    Sono passato qualche mese fa da Manuelina e posso confermare che la focaccia non mi ha lasciato estasiato, tutt’altro. Come quella di Carlo, era salata e piuttosto liquida.
    Buone e molto digeribili le trofie al pesto (appetibili molti piatti visti passare), attento e rapido il servizio.
    Luc

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata